Musica e Passione Quanta fatica e passione dietro un blog curato!!

Riporto un bellissimo articolo tratto da “Rock e metal in my blood” dove si vede veramente come la passione sia dominante nella cura di un blog.Tutti ,chiunque curi delle riviste,dei progetti ,dei siti sversa una parte di se stesso nel progetto ma nella musica si sente anche il tocco personale ,del gusto.Ritengo Rock e Metal in my blood ,pur non avendo nessun tipo di rapporto personale con i curatori,un blog veramente interessante dal punto di vista della ricerca musicale( in ambito rock ovviamente).

Complimenti Ragazzi davvero!

Di seguito l’articolo:

Molti di voi avranno letto e seguito i nostri lavori nel corso di questi anni, chiedendosi il senso dietro al nostro modo di parlare di musica, certamente differente da quello della maggior parte delle riviste e delle webzine del nostro paese.
Il nostro progetto nasce nel 2010, da un incidente del nostro fratello Yader che si ritrova ad affrontare un momento di vita difficile. Ed ecco che così, come per tutte le grandi passioni, è in un momento di difficoltà che una persona decide di scatenare il 100% delle proprie competenze e delle proprie energie in ciò che ama, applicandosi per lasciare un senso al proprio amore e quindi alla propria vita. L’idea che prende forma prevede di inseguire la propria passione a modo proprio, come la propria storia insegna e senza giungere a compromessi con il sistema già instaurato nel settore. Ma la storia di Rock & Metal In My Blood, in realtà, non nasce nel 2010, ma molto molto tempo addietro: essa nacque nel momento in cui un gruppo di ragazzini si riunirono per la prima volta attorno ad una stanza e, con il vinile ottenuto unendo le forze (per cui si tenevano da parte i propri risparmi con fatica), si ascoltava l’album nota dopo nota, amando ogni fraseggio di chitarra o colpo di batteria che ne usciva e analizzando, con l’amore e la passione che ribolliva nelle proprie vene, la musica a 360 gradi: coloro che avevano la fortuna di avere un amico che parlava la lingua inglese, potevano accedere al significato delle liriche, che erano intrise di un senso superiore senza cui la musica aveva un senso, ma solo a metà. Lo stesso si può dire dell’artwork, che era la prima cosa che ci colpiva una volta in negozio e che ci portava a scegliere un disco piuttosto che un altro. Sono indimenticabili i tempi in cui si passavano interi pomeriggi a parlare del nuovo album che era uscito, studiando maniacalmente la musica in ogni suo aspetto, come ci veniva imposto dalla smisurata passione che provavamo. Questa è la vera idea dietro ciò che facciamo, nata nei pomeriggi e nelle serate fra amici degli anni ’80, prima di aver preso forma pochi anni fa in quello che è stato il momento più delicato di tutti. Certamente converrete con noi con il fatto che, se si ama qualcosa, la si rispetta: è per questo che noi, da quando ci siamo lanciati in questa avventura, abbiamo sempre contattato personalmente le band per condividere i propri racconti e percepire la chiave dietro la loro arte, oltre a stringerci un rapporto di collaborazione e amicizia. Ciò che in assoluto più amiamo fare è scavare negli infiniti spazi di questa musica, per ricercare band sfuggite al grande pubblico ma che meriterebbero molta più considerazione da parte degli ascoltatori. Ciò non toglie che anche noi ci teniamo a parlare di band e album importanti che sono parte della storia della musica, ma sempre sotto una certa chiave di lettura: ciò che a noi realmente interessa è di raccontare di tante avventure come la nostra, dove il vero spirito del metal scorre forte e dove ogni nota viene scritta e suonata con un’anima che c’è dietro. Del resto è evidente che, la musica come ogni forma d’arte al mondo, possiede un forte carattere soggettivo che porta ognuno di noi a percepire ciò che ascolta e legge in modo differente. Per questa ragione, noi ci siamo impegnati a garantire a coloro che più amiamo, ovvero i nostri lettori, uno staff di professionisti ampiamente specializzati in ogni ambito di cui raccontano. Per farvi degli esempi, leggendo un’intervista in lingua inglese starete seguendo il lavoro della nostra amata Lucia, americana sin dalla nascita nella sua Rochester e docente universitaria di professione: in questo modo, leggendo ciò che proviene da una persona madrelingua al 100%, potrete stare sicuri che il senso è stato riportato alla perfezione e ogni significato di ciò che leggerete, compreso il più profondo, non è stato omesso o frainteso. Allo stesso modo, leggendo di un artwork, ritroverete che il lavoro viene svolto dal nostro Andrea Ortù, professionista del mondo dell’arte e laureato all’Accademia di Belle Arti. Lo stesso vale per i nostri servizi fotografici, originali del nostro sito e offerti dal nostro Michele Boiero, formidabile professionista del mondo degli scatti. Leggendo di un disco Thrash Metal, il lavoro sarà probabilmente svolto da me, Dave, che suono nei Burning Nitrum e sono un maniaco di questo genere da una vita: in questo modo, ho la possibilità di cogliere dettagli che altri non potrebbero cogliere, così come chi recensisce un disco Folk o Death riuscirà, ad esempio, a scavare in un lavoro come io non potrei mai fare. Per quanto riguarda noi, siamo una autentica famiglia di fratelli con più di 40 persone al suo interno, che si occupano di offrire un lavoro completamente sincero e spontaneo qualunque esso sia. Oltre al nostro fratello Yader, fondatore e direttore del progetto, vi sono Marek Vladescu, Eleonora “Steva” Vaiana, Lorenzo Mortai, Lucia Rossi, Zuleika Cirio, Michele Boiero, Maurizio Vecchi, Giacomo “Metallo”, Davide Pappalardo, Nima Tayebian, Andrea Cerasi, Roberta D’Orsi, Giacomo Bianco, Donatello Alfano, Paolo Erittu, Diego Piazza, Tatiana Madlena, Sandro Pistolesi, Samuele Mameli, Michele Alluigi, Fabrizio Iorio, Sofia Collu, Matteo Pasini, Dario Isaia, Carlo Di Luzio, Davide Cantelmi, Paolo Ferrante, Stefano Viola, Andrea Fumagalli, Sofia Collu, Andrea Falaschi e tanti altri appassionati almeno altrettanto importanti, fra cui infine anch’io. I protagonisti però, e ve lo diciamo di cuore, siete voi 51.000 lettori, che da anni, da mesi o da giorni ci sostenete e siete l’autentica risorsa in più che ci spinge, giorno dopo giorno, a scrivere sempre di più e ad investire ogni ora e ogni centesimo aggiuntivo in questo progetto, facendoci capire che quello che facciamo è apprezzato. Per quanto riguarda il nostro modo di scrivere, noi siamo consapevoli che a qualcuno potrebbe piacere e a qualcuno meno; tuttavia, a noi sembra davvero impossibile parlare di musica senza affrontarne ogni aspetto: dalla produzione, alla copertina, alle liriche, alle tracce ascoltate individualmente e ad ogni aspetto degli infiniti che un album, con le sue emozioni, può trascinare con esso. Dopotutto, com’è possibile comprendere davvero ciò di cui si parla leggendo un telegramma? Per voi e per noi sarà sempre importante capire cosa aspettarsi da Rock & Metal In My Blood: noi non vi offriremo mai news per dare un servizio pubblicitario alle etichette, né offriremo uno spazio maggiore alle band famose rispetto a quelle che lo sono meno, visto che diamo e sempre daremo lo stesso spazio a tutti indiscriminatamente trattando qualsiasi disco traccia per traccia e con la stessa attenzione, né potremo allo stesso modo organizzarvi eventi dove facciamo spazio ai potenti che si sono insediati nel nostro ambiente vestendo i nostri colori o a coloro che hanno il portafoglio largo. Al contrario, noi vi garantiamo passione pura per ogni cosa che troverete, un impegno irraggiungibile di tutti i nostri redattori e di tutto il nostro staff e uno stile di scrittura unico al mondo per professionalità, entusiasmo, profondità e competenza d’analisi, riconosciutoci da personaggi come Steve Vai, Marty Friedman, Dave Lombardo, Gus G, Nibbs Carter, Anvil, Tankard e centinaia d’altri altrettanto importanti con cui abbiamo avuto il piacere di condividere dei momenti e di lavorare. C’è una cosa che, però, vogliamo che portiate sempre con voi nella vostra mente: che il Metal è una fratellanza.
Oggi siete 51.000, domani chissà quanti e di cuore… grazie tante a tutti voi, perché siete la ragione di ciò che abbiamo fatto e di ciò che continueremo a fare.
Rock & Metal In My Blood

http://www.rockandmetalinmyblood.com/default.aspx

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...