Accordare le frequenze del pensiero

E’ un dato di fatto che il nostro pensiero produce una vibrazione a piu’ livelli. La musica e’una espressione di tale vibrazioni. Ma come funziona la risonanza del nostro pensiero?

La nostra vita può modificarsi sapendo consapevolmente come utilizzare le vibrazioni del nostro pensiero? Ci possiamo “accordare”alla realta’ in modo tale da poterla modificare?

Per vivere una vita straordinaria, devi pensare in un modo talmente straordinario da condizionare positivamente il sistema nervoso e le tue abitudini, mantenendo la concentrazione e il focus costanti.

Il nostro cervello è un meccanismo ausiliario ad altissima precisione, in cui esiste una parte chiamata: ‘Sistema Reticolare Attivatore’. Questa regione del cervello è preposta ad individuare le cose di cui ci accorgiamo, quelle che notiamo, quelle su cui siamo focalizzati.

Alcuni ricercatori della Sant’Anna di Pisa (la Scuola Superiore Sant’Anna è un istituto universitario pubblico a ordinamento speciale, attivo nel campo delle Scienze Sperimentali) hanno creato una protesi di mano controllabile tramite interfacce neurali. Gli scienziati hanno scoperto che l’impulso elettrico che comanda il movimento della mano, è già presente nella corteccia motoria alcuni millisecondi prima di muoverla. Questo significa che il soggetto non ha deciso di muovere la mano nel medesimo momento in cui l’ha mossa.

E allora chi ha attivato l’impulso? La mente inconscia! Quasi tutte le nostre azioni vengono dettate dalla mente inconscia, ove è presente la maggior parte delle nostre decisioni recondite. In sostanza, ancor prima del pensiero, nell’inconscio esiste già l’informazione che contiene, se riusciremo o non riusciremo a fare qualcosa. Questa informazione si manifesta nella realtà, anticipando persino il pensiero. Per questa ragione è estremamente necessario de-programmare tutte le decisioni condizionanti e distruttive che sono innestate nell’inconscio.

Siamo condizionati dalle associazioni emozionali del nostro passato. Ciò significa che se in una data circostanza pensi di farcela, ma non ce la fai, con tutta probabilità inconsciamente sei ancora convinto del contrario. Se in una stanza hai 7 diapason, di cui due tarati sulla stessa frequenza mentre gli altri su frequenze diverse, ti accorgerai che se ne fai risuonare uno dei due uguali, anche l’altro comincerà a vibrare. Questo particolare effetto comunicativo si chiama: Risonanza.

Tutto è energia e l’energia si misura in frequenze!

Le diverse frequenze della realtà ogni pensiero, ogni cosa, ogni emozione ha una determinata e precisa frequenza. Tutta la realtà è divisa in frequenze. Tutte le frequenze coesistono simultaneamente nello stesso spazio/tempo.

Se, quindi, desideri una cosa e vuoi ottenerla, devi sintonizzarti su quella precisa frequenza. L’Osservatore (il testimone) riceve tutte le frequenze ed è, quindi, l’unico in grado di sintonizzarsi su specifiche frequenze. L’Osservatore può focalizzarsi, dispiegare e ripiegare la materia collassandola in base alle frequenze su cui è sintonizzato. Noi siamo come dei diapason che vibrano in base alle frequenze delle nostre intenzioni, che attirano e fanno vibrare, sulle medesime frequenze, altri diapason che sono in risonanza nell’universo. Tutto già coesiste, quindi, basta sintonizzarsi e rimanere sintonizzati su quelle frequenze.

L’energia del sentimento generato da un’intenzione è elettromagnetica, poiché è la combinazione di pensiero ed emozione. Le due componenti dell’elettromagnetismo sono: il pensiero che è la componente elettrica, e il sentire che è la componente magnetica. Per questo esiste il sentimento di attrazione e repulsione, e questo è il magnetismo. L’intenzione però ha una carica elettrica. Le due energie vanno accoppiate. Quando mettiamo insieme il pensiero intenzionale con l’emozione, accade che la carica elettromagnetica collassa (ovvero manifesta) quell’esperienza intenzionale. Questo è il modo in cui si crea la realtà.

Il potere dei pensieri e delle emozioni trascendono lo spazio e il tempo. Gli esseri umani sono ricevitori e trasmettitori quantistici. Nessun pensiero è locale: dal momento in cui un pensiero viene creato, è già dappertutto simultaneamente. Come la luce, anche noi emettiamo fotoni. Il pensiero intenzionale conscio è la carica elettrica del campo quantico. Quando pensiamo, quindi, gli effetti non avvengono nella testa, ma nel microcosmo e ogni volta che pensiamo lo stiamo modificando. Questi sono gli effetti del Pensiero Vivente. L’intenzione con un obiettivo specifico, richiede un focus iniziale seguito da un distacco. Prima pensi intenzionalmente a qualcosa, poi te ne distacchi e quel qualcosa accade. Il momento quantico è un istante!

Non è facile mantenere fisso un pensiero senza essere influenzati dall’ambiente. Tutto è in continua evoluzione, tutto è fluido, scorre ed è mutevole e quindi fortemente influenzabile. Se spegni temporaneamente le tue aree sensoriali e rallenti la tua mente, la tua coscienza e la tua attenzione cosciente, sono in grado di focalizzare intenzionalmente un obiettivo. Focalizzare, meditare, concentrarsi sull’intenzione. Quando arrivi ad essere così centrato, visualizza la tua idea. L’atto di visualizzare sta già creando l’evento!

Il sognatore che si distacca dall’ambiente, visualizzando il suo sogno e vivendo in quel mondo, si protende per realizzarlo. Ma l’azione è un aspetto del tutto secondario rispetto alla visione. Ciò che devi tener presente, dunque, è che ogni pensiero e ogni emozione sono un allineamento ad una precisa frequenza che, per effetto dell’elettromagnetismo, stai attirando nella tua vita. Quanto più determini con chiarezza, passione e costanza i tuoi sogni/obiettivi, tanto più li attiri velocemente.

Per raggiungere un obiettivo però devi prima definirlo con la massima chiarezza. Quanto più sei in grado di definire con esattezza ciò che desideri, tanto più la tua mente saprà attivarsi per arrivare al risultato. “Io sono la gioia”, “sto bene con me stesso”… per esempio, sono pensieri chiari, specifici, intenzionali. La vita ti concede tutto ciò che ‘sai di volere’, ti protendi per avere e hai Fiducia di ricevere.

Adesso attivati e procedi in questo modo:

1. Chiediti, definisci e scrivi ‘qui ed ora’ in modo chiaro e preciso cosa vuoi a livello fisico, mentale, spirituale, nella sfera delle relazioni e in quella delle finanze.
2. Chiediti, definisci e scrivi quali sono le ragioni, i motivi che ti spingono a desiderare e a voler raggiungere quegli obiettivi, in modo da avere la massima determinazione per arrivare allo scopo, superando così tutti gli ostacoli. Tieni presente che se non sei ben motivato e determinato o non hai abbastanza passione per realizzare i tuoi obiettivi, non otterrai alcun risultato.
3. Afferma i tuoi intenti con entusiasmo e determinazione e visualizzali!
4. Elabora un piano di azione e una strategia vincente.

 

 

 

Tratto da: “Creatori di realtà” di Alberto Lori

Fonte: umaniindivenire  

Rivisto da .fisicaquantistica

Introduzione David

Annunci

Aggiornamenti sul caso Kesha

Kesha lo scorso anno denuncio’ con accuse molto pesanti il suo produttore musicale.Anche qui nel blog abbiamo piu’ volte scritto che la strada del successo e’ impervio e spesso si incappa in qualcosa di molto poco piacevole.Il blog Oltre la Musica ha seguito da vicino questo caso scrivendo gli ultimi sviluppi:

Cosa succede quando un’artista si ribella ai meccanismi inquietanti dell’industria dell’intrattenimento? Su per giù, ciò che è successo alla giovane popstar americana Kesha.

Kesha vs Dr Luke. Sentenza definitiva il 19 Febbraio

 

Venerdì 19 febbraio 2016 il Tribunale di New York si pronuncerà sul caso che vede coinvolta Kesha e il suo manager Dr. Luke. La battaglia legale è iniziata nel 2014 quando la cantante statunitense ha denunciato il suo impresario per molestie sessuali e manipolazione mentale. Da allora è stato un continuo di denunce e contro-denunce che hanno costretto la popstar a stare lontana dall’industria musicale fin quando il Processo non si sarebbe concluso.

Ecco che finalmente Kesha, dal suo profilo twitter ufficiale, informa i suoi numerosi fans che il 19 febbraio verrà emessa la sentenza definitiva. Nella migliore delle ipotesi, l’artista sarà libera di lavorare con chi vuole e come vuole e di tornare in scena con un nuovo album anche da solista; nella peggiore delle ipotesi il suo nome non potrà mai più essere accostato ad alcun tipo di release o evento musicale, a meno che Dr Luke non approvi.

Le sorti della sua carriera sono quindi riposte in questa sentenza che Kesha aspetta da quasi due anni. Per sensibilizzare il suo pubblico, la popstar ha realizzato un video amatoriale in cui parla di quello che sta provando in questi giorni, della tensione che sta vivendo e dell’ansia che accompagna questi suoi ultimi giorni prima del verdetto. Nel filmato, quasi in lacrime, chiede appoggio e sostegno a coloro che continuano a seguirla nonostante gli anni di quasi totale assenza dalle scene. I suoi sostenitori non si sono fatti attendere e oltre ad aver reso virale l’hashtag #FreeKesha, hanno organizzato una protesta in collaborazione con Care2 Petitions per liberarla dal suo contratto con Dr. Luke. la petizione, ad oggi, risulta firmata da quasi 113.000 persone ed è destinata ad aumentare nelle prossime settimane.

Tra i sostenitori non solo fans ma anche colleghi. Il celebre duo LMFAO ha postato una foto di Kesha con l’hashtag #GoodLuckKesha.

Che ne sarà quindi della carriera di Kesha? Non ci resta che aspettare impazientemente il 19 febbraio.

Noi vi terremo aggiornati.

 

 

 

 

fonte:https://oltrelamusicablog.wordpress.com/

 

La musica come terapia

Per la maggior parte delle persone la musica è una piacevole e momentanea forma di intrattenimento. Eppure già in passato Pitagora affermava che la musica è in grado di calmare le passioni e di guarire gli ammalati.

Questo non dovrebbe sorprenderci dato che la musica è frequenza e la nuova potente medicina quantistica che si sta affermando usa proprio le frequenze come unica forma di terapia. Recenti studi dimostrano che esiste una forte correlazione tra la musica e lo sviluppo di alcune capacità mentali.
Laurel Trainor, direttore dell’Institute for Music and the Mind e i suoi colleghi hanno confrontato i bambini in età prescolare che avevano seguito lezioni di musica con quelli che invece non avevano praticato la musica. Il risultato è stato che chi aveva studiato musica e canto mostrava una maggiore risposta cerebrale. La sua ricerca ha indicato che la formazione musicale sembra modificare corteccia uditiva del cervello. Trainor afferma anche un anno o due di formazione musicale migliora la memoria e l’attenzione, cosa che invece può non avvenire se si ascolta semplicemente la musica in modo passivo.

Effetti Cognitivi

Il ricercatore Gottfried Schlaug dell’Università di Harvard ha studiato gli effetti cognitivi della formazione musicale scoprendo che esiste una correlazione tra la formazione musicale nella prima infanzia e una maggiore abilità motoria e uditiva e miglioramenti nella capacità di ragionamento verbale e non verbale.
Gli scienziati hanno anche scoperto che diversi strumenti musicali sembrano causare una modifica diversa all’interno del cervello. I cambiamenti nel cervello dei cantanti si verificano in luoghi leggermente diversi rispetto a quelli visti per i pianisti o chi suona la chitarra.
Secondo Schlaug “i risultati suggeriscono che una formazione musicale nei bambini con dislessia può anche rimediare ai loro deficit di linguaggio.” Infatti è stato osservato che gli individui stonati spesso hanno un fascicolo arcuato ridotto o assente, che sarebbe un tratto di fibra nervosa che collega i lobi frontali e temporali nel cervello. Lo stesso fenomeno di fascicolo arcuato ridotto o assente è stato associato a vari problemi linguistici come l’afasia e dislessia nei bambini.
Recentemente uno studio del Massachusetts Institute of Technology ha effettuato uno studio in cui è emerso che esistono dei neuroni che si attivano solo in presenza delle note musicali. Il Dott. Josh McDermott del MIT ha affermato:“Abbiamo trovato un gruppo di cellule nervose del cervello umano che rispondo in modo selettivo alla musica. E’ possibile che [questi neuroni] emergano nel corso dello sviluppo, in risposta alla massiccia esposizione alla musica durante la vita.”
“Il fatto che sembra esistere una popolazione neuronale che risponde in modo altamente selettivo alla musica è un’indicazione dell’importanza delle note per gli esseri umani” ha concluso il ricercatore americano.
Glenn Schellenberg presso l’Università di Toronto ha effettuato una ricerca per dimostrare se l’abilità musicale rende una persona più intelligente. Tali valutazioni riguardanti i bambini sono sempre difficili a causa dell’influenza di altri fattori, quali il reddito e l’istruzione dei genitori. Tuttavia è stato scoperto che l’ascolto passivo della musica sembra migliorare i risultati dei test cognitivi, almeno nel breve periodo. Seguire lezioni di musica per i bambini porta invece ad un miglioramento cognitivo duraturo.
Le informazioni fornite in questo articolo provengono da Inside Science News Service, che è sostenuto dall’Istituto Americano di Fisica.
Per approfondire sulla musica di guarigione leggi Perché la Musica a 432 Hz ristabilisce l’armonia e la guarigione nel nostro corpo e Il potere degli 8Hz – Sviluppo facoltà e percezioni eccezionali e MONUMENTI E RISONANZE ACUSTICHE – IL POTERE E MISTERO DELLA VIBRAZIONE.
Nell’antica Grecia, il dio Apollo era la divinità della musica e della medicina. Esistevano templi di guarigione che usavano la musica come forza principale per armonizzare corpo e spirito.

Buon ascolto ♩♪♫♬

 

 

Fonte:http://www.dionidream.com/musica-cervello/

Libri da leggere sulla Musica

Per crescere bisogna leggere e se  sei interessato ad argomenti musicali un po’ piu’ profondi ti consiglio questi testi:

Attivazione Bio-Energetica - CD 432 Hz
Visualizzazione guidata per liberare l’energia vitale e creare felicità

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere

432 Hertz: la Rivoluzione Musicale
L’Accordatura Aurea per intonare la musica alla biologia

Voto medio su 19 recensioni: Da non perdere

Il Potere Curativo della Musica - Libro + CD
Allegato il CD di Capitanata “Therapeutic Health Music” – 432 Hz Natural Notes

Voto medio su 24 recensioni: Da non perdere

Il Potere Curativo della Musica - Vol.2
Allegato il CD di Capitanata “Eranos: Concerto di Grand Piano per l’Anima” – 432 Hz Natural Music

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

The God's Light - I Suoni Curativi dei Popoli di Dio - Libro + CD
Allegato il CD “I Suoni Curativi dei Popoli di Dio” – Musiche 432Hz di Capitanata

Voto medio su 15 recensioni: Da non perdere

 

Ovviamente esistono molti altri testi ma questi riguardano l’attivazione del suono ,la nostra salute e la nostra anima.

Buona lettura!

David

 

Fonte:http://www.macrolibrarsi.it/

L’architettura invisibile per gli SKUNK ANANSIE

Gli Skunk Anansie sono tornati!Per la rubrica consigli per gli acquisti eccoci a parlare del nuovo disco 2016 degli SKUNK ANANSIE.
Il titolo potrebbe essere come ha dichiarato Skin: da quelle delicate “zone grigie” delle aspirazioni umane. “Anarchytecture” ha detto SKIN:”riguarda strutture intangibili – quelle che costruiamo per noi stessi e quelle che sono costruite per noi da mani invisibili, indica il confine inquieto tra struttura e caos, tra costrizione e libertà”.E forse l’atmosfera da metropoli a fare da contorno alle canzoni”.L’uso delle distorsioni :anarchia e architettura, appunto.L’album e’ maturo con una strutturazione in crescendo che porta a canticchiare ogni singolo brano.La differenza anche in questo disco la fa sempre quella belva di Cass.(gia’ esaminato qui su un altro articolo del blog).
Se questo disco fosse suonato allo stesso modo da un bassista comune ed ordinario ,pur avendo un piglio particolare grazie alla splendida voce di Skin le canzoni non sarebbero assolutamente le stesse.Cass ancora una volta dimostra come il basso possa essere uno strumento che puo’ ,anzi deve ,essere suonato in piu’ modi .Ed ecco il basso stoppato,il basso con le note che camminano sulle battute della cassa in pari e dispari,il basso distorto e il groove strabordante.Il groove creato da Cass credo sia unico nel suo genere e e’ un marchio di fabbrica per gli Skunk Anansie. Notiamo anche che Cass abbia fra i credits del disco gli ALUSONIC BASS ovvero l’azienda italianissima nella provincia di Rimini: http://www.alusonic.com/index.php
Nel disco si passa da tipologie di rock diverso ,strizzando l’occhio alla dance nel singolo “Love someone else” con un ritornello bellissimo,si sfiora il trip-hop nel beat della ballata “Death to the lovers”, mischia disco e rock per “In the back room”, si fa gracchiante, cupo ed oscuro in “Bullets”. Se già “Beauty is your curse” ha un riff molto anni ’80, “That sinking feeling” ha quel po’ di energia rock’n’roll vera. La promettente “Suckers!” e’ un riffone con chitarrone compresse che dura un minuto e venti che fa da intro a “We are the flames”.In “I’ll let you down”si ascolta una splendida e delicata Skin in un lento a chiusura di questo cd.Il disco “non è un album di rottura, dice Skin (“Ho giurato che non ne avrei mai più scritti”) ma è il residuo emotivo che una serie di “esplosioni” avvenute durante quest’anno nella sua vita privata ha lasciato ai versi – molti dei quali erano scarni costrutti nati in studio, nella pressione dell’ultimo momento.”Infatti l’aria del disco e’ diversa per ogni singola traccia e si respira amarezza in alcuni testi ma anche forza nell’uscire dal turbine di sensazioni negative.L’uscita dal buio e’ quello che conta,sempre.Compratelo!Imperativo!

TRACKLIST
Love someone else
Victim
Beauty is your curse
Death to the lovers
In the back room
Bullets
That sinking feeling
Without you
Suckers!
We are the flames
I’ll let you down

 

David

Dal Glamour alla Musica come Jelena Karleusa

Ogni tanto spuntano dei personaggi che provengono dal mondo della moda e riescono a farsi  pubblicare dei singoli musicali. Come riescono queste operazioni? Per rispondere a questa domanda parliamo di Jelena.
La bellissima Jelena Karleuša ha fisico alto e lineamenti chiari, quasi extra terrestri. La modella, stanca forse del jetset modaiolo ha iniziato a cantare. Non e’ da poco tempo che ci sta provando, anzi da diversi anni. Alcuni tentativi, andati bene nei paesi dell’Est , non lo sono stati da noi. La canzone “Ferrari” contiene infatti tutti i cliché esistenti del cattivo gusto.
Tuttavia Jelena non e’ la prima ad essere coinvolta in operazioni di “marketing musicale“ del genere. Ce ne sono state altre prima di lei ( ne parleremo ancora).
Il suo ultimo disco si chiama “DIVA”.
Ma credo siamo lontani da una qualità buona musicalmente parlando. Infatti il tipo di registrazione si caratterizza in musica da discoteca, con suoni ed effettini vari e la sua voce ovviamente campionata (canta in croato !!). Ovviamente c’e’ a chi piace questa sonorità.  Ma la voce in questi casi non serve credo. Parlare di questa artiste non significa esaltare un tipo di musica ma ci fa capire che” aria tira “nel mondo del music business. Ma l’impegno messo per esaltare la modella cantante e’ l’esatto contrario accaduto per il fenomeno di Susan Boyle. Infatti la Boyle, a dispetto del suo fisico e delle sue sembianze mostrò una dote fenomenale. Qui con la Karleusa abbiamo un fisico statuario e la voce?
L’apparenza ancora una volta vince sopra le doti effettive delle cantanti. Il glamour, la moda, la bellezza , l’estetica vince sopra le doti effettive di canto e questo basti a far capire quanto l’apparire conti nel mondo della musica.

 

L’ultima opera:

TRACK LIST:

01 MIKROFON
02 PUCAJ U LJUBAV [NE VREDI]
03 KRIMI RAD [feat. Teča]
04 SAVRŠEN ZLOČIN
05 SODOMA & GOMORA
06 INSOMNIA [feat. Mirza]
07 RADIM NA BOL
08 MUŠKARAC KOJI MRZI ŽENE
09 DUBOKO RANJENA
10 NOVA RELIGIJA [PLAVA ŠEHEREZADA]

 

BONUS
11 SO [feat. Nesh]

Membri: Jelena Karleusa
Genere: Pop, Electro Pop
sito ufficiale:http://www.karleusa.com/

 

Per rispondere alla domanda posta all’inizio: come riescono queste operazioni commerciali?
A voi l’insindacabile giudizio e risposta alla domanda!

 
David

 

 

 

Il ritorno dei Living Colour

I Living Colour forse stanno per tornare nel 2016. Un album che doveva vedere la luce gia’ nel 2014, dopo un lungo tour mondiale forse, lo fara’ quest’anno.

Ma chi sono i Living Colour?  Una band rivelazione degli anni’ 90 !
La formazione era veramente particolare: il chitarrista Vernon Reid dopo aver completato la sua preparazione jazz/funk, nel 1984 decide di convergere verso la musica rock e, assoldati il cantante Corey Glover, il bassista Muzz Skillings e il batterista William Calhoun, tutti musicisti di colore, di lanciare una propria formazione. Se a nobilitare il loro sound sono soprattutto le sue evoluzioni alla Hendrix del leader, la miscela di blues-rock e funk da` origine a un corposo hard-rock, sconfinante in un heavy metal duro e corposo,che si inserisce alla perfezione nel revival del genere. In pratica, Reid proponeva la versione rock della musica jazz di James Blood Ulmer. La sezione ritmica era una delle piu` spettacolari e creative dell’epoca. Reid era era uno dei pochi chitarristi al mondo a fondere progressioni jazz,funky e thrash metal in una elaborazione unica supportata da una sezione ritimica veramente poderosa. Il bassista Doug Wimbish passava da linee di basso semplici a linee complesse alternando diverse tecniche tra cui l’uso dello slap in partiture dove la chitarra sparava muri di riff distorti, risultando veramente unici nel loro genere non solo per allora ma anche per le formazioni di adesso. Il bassista Doug Winbish entro’successivamente all’originale Muzz Skillings ma con risultati anche qui sorprendenti. La sua tecnica non faceva affatto rimpiangere il suo predecessore tanta era la fantasia .Infatti i Living Colour erano veramente incatalogabili. Erano definiti jazz-pop-hard -thrash -funky-blues.
Qui il sito officiale:

http://livingcolour.com/

Cult of personality il singolo che li fece conoscere al mondo

la bellissima Nothingness

 

Open Letter To A Landlord

L ‘aria musicale alla Bob Marley  di “Glamour boys”

la mazzata d’apertura di STAIN Go away

La formazione:

Corey Glover – voce
Vernon Reid – chitarra
Doug Wimbish – basso
Will Calhoun – batteria

La discografia:

1988 – Vivid
1990 – Time’s Up
1993 – Stain
2003 – Collideøscope
2009 – The Chair in the Doorway
2016 – Shade (?)

 

Speriamo di ascoltarli presto !
David

La Premiata Forneria Marconi e Patrick

Da un video del 1980 (vecchio direte voi) ecco strabordare  l’esuberanza della sessione ritmica della PFM che dimostra che il tempo non esiste (mi riferisco al tempo cronologico non a quello musicale).Yan Patrick Erard Djivas  il bassista e i due batteristi dopo ,Franz Di Cioccio e  Roberto Gualdi mettono in poco piu’ 8 minuti tecnica ,passione non fine a se stessa ma  per l’amore della musica.Questo conta sopra ogni cosa.Parleremo della PFM ancora naturalmente.

Buon ascolto!

 

David

 

Lucifer

Oggi propongo come nuova band i LUCIFER.Lo scorso anno hanno pubblicato il disco LUCIFER I, con testi di natura esoterica.

I LUCIFER suonano un hard rock molto classico e velato di stoner, con profonde influenze dei Black Sabbath e con una bellissima voce femminile che si adatta perfettamente creando delle belle atmosfere.Il titolo non si riferisce all’Israel  Sionista ma si riferisce al valore “magico” di IZRAEL.Il video e’ pieno di riferimenti che possono essere interpretati in piu’ maniere ed ogni simbolo ed immagine non e’ causale.

Buon ascolto!

 

La lista delle canzoni e i  testi a sinistra per poterli scaricare:

 

 

 1. Abracadаbra 05:54   Show lyrics
2. Purple Pyramid 06:09   Show lyrics
3. Izrael 04:49   Show lyrics
4. Sabbath 05:19   Show lyrics
5. White Mountain 05:22   Show lyrics
6. Morning Star 05:01   Show lyrics
7. Total Eclipse 06:04   Show lyrics
8. A Grave for Each One of Us 05:12   Show lyrics
43:50