Enchantment e i tempi Draconiani

Enchantment e’ l’incanto della prima canzone del disco”Draconian Times”dei Paradise lost uscito  nel 1995.  L’apertura del cd inizia con questa magica canzone(cadenzata e solenne) e si viene trasportati subito nel nuovo mondo del gruppo di Halifax. Un mondo fatto di un delicato pianoforte e di chitarre che tirano fuori melodie che ti fanno sognare ad occhi aperti e di una sezione ritmica compatta e decisa.

Ovviamente la magia del cd non si ferma alla prima traccia, infatti come non si può rimanere affascinati da canzoni come la dinamica Hallowed Land o la trascinante The Last Time? Gli abissi della disperazione vengono raggiunti con la drammatica Forever Failure (introdotta da un’inquietante dichiarazione del serial killer più famoso della storia,Charles Manson).E’ una registrazione di Manson durante il processo che dichiara : “I understand procedures,i understand regolations and i don’t understand sorry”.Ovvero ” capisco le procedure capisco i regolamenti ma non conosco le scuse”.(Apriamo una piccola parentesi: Manson disse cosi’ perche’ non si sentiva colpevole di quanto gli era stato addebitato.La storia e ‘ molto complessa e il sistema ci ha fatto credere che Manson fosse solo un folle squilibrato ed assassino spietato.Ma siamo sicuri che sia cosi’? )Continuiamo con il cd :quando poi gli inglesi decidono di premere il piede sull’acceleratore non scherzano affatto: Once Solemn è tirata e cattiva al punto giusto . In questi cinque pezzi il contagio irreversibile (nel senso che non vi abbandonerà più e voi non potrete farne a meno) di Holmes e soci è già completato ma il disco ci riserva altre graditissime sorprese come la stupenda Shadow Kings (impossibile dimenticarne il ritornello), le potenti ed oscure Yearn for Change ed I See Your Face, fino ad arrivare alla conclusiva Jaded (lenta e sognante) degna chiusura di un’opera che ha lasciato il segno, basti pensare a quanti gruppi gothic (centinaia? forse anche migliaia…) l’hanno presa come punto di riferimento.Qui l’album intero:

La copertina indica una persona addormentata forse morta circondata da falene e altre farfalle.La tonalita’ e’ rossa e il corpo e’ blu forse ad indicare la cessazione o il possibile risveglio?Il titolo del disco e’ “Draconian Times” ma cosa sono questi tempi draconiani?
Per culto draconiano si intende il culto del serpente di fuoco (rappresentato astronomicamente dalla costellazione del Drago, Draco in latino) celebrato nell’Egitto pre-monumentale, che riprende e consolida tradizioni magiche africane ancora più antiche che si perdono nella notte dei tempi.Il culto draconiano può anche essere identificato con la “tradizione tifoniana”. Per tradizione tifoniana (vedi anche “culto draconiano”) intendiamo la fioritura nel periodo egizio pre-monumentale dei culti africani e della magia stellare primordiale.La figura di Tifone è presente prima negli antichissimi culti africani (la cui figura veniva associata alla Dea Madre) e poi presso gli egizi.Dal punto di vista astronomico Tifone veniva rappresentato dalle sette stelle che compongono l’asterismo cosiddetto dell’Orsa Maggiore.Le sette stelle (anime) di Tifone vengono manifestate da Seth (Sirio), il suo figlio nel Sud.Per approfondimenti sulla tradizione tifoniana consigliamo la lettura del testo: “I culti dell’ombra” di Kenneth Grant che è uno dei più autorevoli rappresentanti di questa corrente.Viene comunque anche definito “corrente ofidiana”, quando non è associato al periodo egizio, Vi sono molte relazioni tra il culto draconiano/ofidiano e le correnti tantriche legate al cosiddetto Sentiero della Mano Sinistra (Vama Marg) ed al culto della dea Kali.
I tempi draconiani come sono interpretati dai Paradise Lost?Nello specifico lo intendono alla maniera classica .I tempi Draconiani sono considerati tempi oscuri per l’umanita’.Nella musica e’ espressa un oscurita’ latente ma in ogni canzone c’e’ una speranza,una positivita’. “Esce il sole “tramite gli arpeggi e i solo di un ispiratissimo Greg Mackintosh.Il chitarrista ricama note dopo note accompagnando delicatamente anche la ritmica quando si presenta poderosa,quadrata potente .Ogni canzone e’ un singolo,una perla di inspirazione musicale unica nel suo genere.Il cd e’ definito gothic metal come genere ed effettivamente e’ adatto per scenari invernali od autunnali ma il calore  e l’emozione che suscita questo cd e’ davvero per poche. band.Personalmente ritengo che questo lavoro debba stare sul podio dei migliori album di sempre.Buon ascolto!

David
fonte libri:
“I culti dell’ombra” di Kenneth Grant

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...