Anche gli Anthrax nel 2016 sono tornati con il disco” FOR ALL THE KINGS” con un nuovo chitarrista, Jon Donais ex degli Shadow Fall.Il resto della formazione degli Anthrax è la storica con Benante, Ian, Bello e Belladonna. Trattasi dell’undicesimo album della gloriosa storia di questa thrash band americana.
Il disco è molto gradevole e con l’ingresso di Donais la musica si è equilibrata apportando una dose di melodia che ben s’innesta nei riff creati dal grande Scott Ian.Ogni volta che cambia un chitarrista in una band famosa, si hanno due strade: o il chitarrista rimane come un esecutore agli ordini dei membri dominanti della band oppure è possibile che prenda il suo spazio. In questo caso Donais ha preso il suo spazio e i suoi inserti melodici si sentono lungo tutto il disco. La ritmica poderosa è sempre tenuta in piedi dalle due belve per eccellenza come Frank Bello al basso e il grande Charlie Benante che suona con grinta.
Le canzoni contengono il trademark degli Anthrax, grazie alla bellissima voce di Belladonna che ho sempre personalmente adorato (anche se il periodo di Bush con la band è stato molto bello, specialmente con il disco “The Sound of  White Noise”).”You gotta believe”, ”For all The Kings”, ”Evil twin” rimangono impressi sia per il riffing ma anche per la progressione delle note vocali di Belladonna.”For all the kings” ha un grande ritornello e un lavoro di batteria.”Breathing Lightning”ha inserti melodici chitarristici molto belli e “Blood Eagle Wings”è un mid-tempo solenne che cambia ritmo e velocità per accompagnare un solo di chitarra molto bello.
Il disco ci rimane impresso per i ritornelli, è impossibile non cantare e per la melodia inserita da Donais insieme ai riff quadrati e monolitici di chitarra del sempre grande Scott Ian.Il disco termina con una tellurica “Zero Tolerance” dove i doppiaggi di note sul riff di chitarra e le accelerazioni lo rendono un ottimo brano per le chiusure dei concerti.

Le atmosfere del disco che si respirano ci ricordano vagamente un mix tra “Persistence of time”, ”The sound of white noise” e gli Antrax ultima formazione di “Worship Music”.Il disco è un classico degli Anthrax certamente e spero anche Jon Donais rimanga nella band.

Il cd bonus è invece un mix live recente dove potete saggiare la potenza e la furia della coppia ritmica Benante-Bello.Non si lasciano prigionieri, il duo alla sezione ritmica è un rullo compressore schiacciasassi che spara note su battute di doppia cassa facendo pogare senza tregua per i classici riffoni  thrash targati Anthrax.

Pare che quest’anno ci stia regalando il ritorno in gran spolvero delle famose band che hanno reso fondamentale un genere come il Thrash metal americano.

 

 

La track list di “ALL THE KINGS”:
CD1

Disc 1

  • 1.Impaled
  • 2.You Gotta Believe
  • 3.Monster At The End
  • 4.For All Kings
  • 5.Breathing Lightning
  • 6.Breathing Out
  • 7.Suzerain
  • 8.Evil Twin
  • 9.Blood Eagle Wings
  • 10.Defend Avenge
  • 11.All Of Them Thieves
  • 12.This Battle Chose Us
  • 13.Zero Tolerance

CD2 (Bonus Live CD)
01. Fight ‘Em ‘Til You Can’t
02. A.I.R.
03. Caught In A Mosh
04. Madhouse

 

Gung-ho!

David

 

 

Il sito ufficiale  fonte foto :http://anthrax.com/pre-order-for-all-kings-now/

 

Annunci

Un pensiero su “Anthrax “For all the Kings”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...