L’illusione del sold-out dei concerti

L’impero di cartapesta che ci circonda abbraccia non solo le vendite (gonfiate) dei cd come avevamo scritto qui.L’illusione è creata ad hoc anche per i concerti. Infatti stavolta è toccata alla nuova regina nera della musica pop Rihanna ma purtroppo le cose non sono andate come si sperava. Tanto è vero che anche questo giornale,il Mirror, ha pubblicato un articolo sul flop del concerto di Rihanna spacciato come sold out mentre di fatto è  accaduto altro.

Guardiamo insieme il concerto del Wembley Stadium il 24 giugno scorso. Teoricamente i posti disponibili sarebbero diverse decine di migliaia ma, a quanto riportano giornali e fans tramite Twitter, moltissimi erano vuoti. Addirittura alcuni parlano di uno stadio solamente mezzo pieno . Da diverse foto scattate pare che effettivamente la situazione non fosse particolarmente felice.

Qualche  foto :

rihanna-anti-world-tour-that-grape-juice-2016-191010-600x258

 

 

Anche il Daily Mail scrive :

Rihanna performs in ‘embarrassingly empty’ arena in London

 

 

Questo come accade? Semplicemente perché quando escono le date del concerto, le piattaforme come TicketOne, ad esempio, acquistano tutti i posti per poi rivenderli. Il concerto risulta sold out sulla carta ma poi se la piattaforma non rivende i biglietti la manifestazione risulta come questa!

Questi sono veri sold out,posti occupati fino all’ultimo disponibile:

 

 

Questo fatto è capitato più spesso di quanto s’immagini. Il problema non è Rihanna ma e’ come si considera un determinato cantante. La massa che si muove verso un determinato evento rappresenta uno spirito di massa che trasmette la passione vera e genuina. A volte questo non accade per il costo elevato delle manifestazioni. Altre volte ciò accade semplicemente perché quel cantante è spinto troppo dalla casa discografica,è stato sopravvalutato e i fans che vanno al concerto danno la risposta vera e determinano se quel cantante è veramente trascinante.

Ricordiamo che la nostra è una realtà totalmente illusoria molto simile a quella descritta da Matrix.

 

Quando il programma musicale viene messo a nudo,qualcuno si accorge che qualcosa non va. E’ la cosiddetta “anomalia del sistema”.

Ci dispiace per la magra figura di Rihanna ma d’altronde dopo essersi arrogata il fatto di essere la nuova regina nera della musica internazionale questo fatto le sarà costato ancor di più.

A noi interessa aprire gli occhi e le orecchie e soprattutto non farci condizionare musicalmente.

David

 

Guarda anche qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...