Ringo Starr, il falso Paul, i normalizzatori del sistema e le altre tesi

Quando si sostengono delle teorie, oppure si prova a dare una versione differente dall’ufficiale ecco che il sistema ci propone dei normalizzatori.

Il normalizzatore (o banalizzatore) ha il compito di affermare che tutto è giusto come ti è stato raccontato, che non devi farti domande e soprattutto non esistono versioni alternative come chiave interpretativa della realtà. Il caso Ringo Starr e Paul Mc Cartney è un’occasione per aprire le nostre percezioni e capire da soli dove potrebbe finire la realtà illusioria anche se ci si viene raccontata in maniera molto diversa.

 

 La locandina del film The Truman Show dove Truman dorme tranquillo e beato.Rappresenta il nostro status di persone addormentate nelle nostre percezioni.

Il blog Musicaeanima ha pertanto la funzione contraria alla normalizzazione. Infatti, riuscire a scardinare le tue convinzioni radicate attraverso le domande e all’osservazione, fa parte del cammino verso la crescita personale.

 

L’attrice normalizzatrice, la falsa moglie di Truman, nel film The Truman Show

 

 

L’articolo su Ringo Starr e il falso Paul Mc Cartney ha suscitato un vero marasma specialmente sui social. Ma il cuore della questione non è solo se Ringo Starr abbia affermato la verità. Se veramente l’ha detta, significa che a catena vengono  meno una serie di certezze che il normalizzatore non riesce a sostenere. Significa mettere in discussione se stessi, le proprie certezze, le proprie ancore interiori, significa osservare la realtà in maniera molto diversa.

 

 

La cosa che accomuna i normalizzatori davanti a versioni diverse dall’ufficiale è la medesima:

  1. Si usano termini dispregiativi come bufala e complottismo;
  2. C’e’ derisione generale dell’argomentazione;
  3. Non si entra nel merito preciso della questione;
  4. Non si portano prove contrarie, precise e determinate in merito all’argomento definita come bufala.

 

Un articolo d’esempio dei normalizzatori

Un esempio è questo e ve lo posto per mostrarvi come sia povera la risposta alle domande sollevate. E’un articolo risalente al marzo 2015.

 

Un catalogo di indagini antibufala
compilato da Paolo Attivissimo ed Elena Albertini

mercoledì 4 marzo 2015

 

Beatles: Ringo Starr ha ammesso che Paul McCartney è morto ed è stato sostituito da un sosia!

In sintesi: Ringo Starr ha rilasciato un’intervista nella quale dice che il vero Paul McCartney è morto nel 1966 ed è stato sostituito da un sosia di nome Billy Shears.

Valutazione: BUFALA. L’intervista è stata inventata da un sito satirico.

Primo avvistamento: marzo 2015.

Parole chiave: Ringo Starr, Paul McCartney, Beatles, World News Daily Report.

Le motivazioni

Bene questa è la risposta secondo questo giornalista. Già creare un catalogo antibufale definisce che il sistema di visione deve essere a senso unico. Addirittura si sostituiscono alle coscienze pensanti e definiscono loro cosa è giusto o sbagliato. Questa è la prima premessa fondamentale. Vediamo perché la risposta è superficiale alla questione di Ringo Starr.

  1. Il World News Daily Report ha riportato in parte in maniera satirica l’intervista comparsa sul The Millenium Report e anche sul giornale Rolling Stones.
  2. Ringo Starr non ha mai fatto nessuna smentita pubblica.
  3. Il fatto che si hanno forti dubbi sulla vita di Sir James Paul Mc Cartney non è nata ora ma molti anni fa. Da quando si legge dal blog, il problema sembra nato nel 2015 ma si discute di questo da molto più tempo.
  4. A sostegno di questa tesi si pubblica una retromarcia del Mirror e quindi dovrebbe essere sufficiente così. Tutte le analisi dettagliate di alcuni libri sull’argomento come quello ad esempio Paul is dead? di Glauco Cartocci sono ignorate, come sono ignorate le persone che hanno sollevato i loro dubbi sulla questione. Esistono filmati d’interviste su Youtube dove si differenzia il vero Paul dal Faul,dove molti giornalisti e persone comuni pongono l’accento sulla stranezze di molti fatti.Esistono dei giornalisti specializzati (ne parleremo) che hanno fatto esami di molti tipi tra il primo Paul ed il secondo.

 

Una riflessione sulla tua coscienza

Capite che le argomentazioni dei cosiddetti normalizzatori del sistema sono banali, senza alcuna base o indicazione precisa e cavalcano il senso di superficialità che accompagnano ogni tipo di notizia che potrebbe essere approfondita? Quando entra in difficoltà, il banalizzatore insulta a livello personale.

Per carità noi campiamo lo stesso bene sia se Paul sia vivo oppure sia morto. Ma il nocciolo è capire cosa ci viene raccontato, come viene fatto e come noi assumiamo le informazioni. Infatti, i dati distorti creano una serie di presupposti per essere delle persone manovrabili, controllabili al cento per cento.

Dalla musica alla realtà ordinaria contraffatta

Tu che tipo di persona vuoi essere? Pensante, autosufficiente, critica oppure no? La differenza è questa. Sei una persona che accetta TUTTO dai mass-media senza chiederti nulla oppure cominci a chiederti qualcosa partendo dalle cose più logiche in modo da ricevere delle risposte soddisfacenti? Lasciarci cullare dai mass-media, dai normalizzatori, accettare delle condizioni assurde di vita, accompagnate da persone che in sostanza ti dicono che va bene tutto così e che non esiste altra soluzione, è la chiave per continuare a propagandare questo sistema.

Il Sistema è dualistico, divisivo, guerrafondaio, dominato da persone elitarie, sostenuto (ma abbattuto) spiritualmente dal Vaticano S.p.A. con la complicità di governi, banche compiacenti supervisionate da massoni e paramassoni perversi. Dal punto di vista politico e militare scorrazza sul pianeta senza problemi lo sceriffo globale ovvero il Governo degli Stati Uniti mentre dal punto di vista finanziario il Governo Inglese domina tutte le banche insieme agli Ebrei e alle banche Ebraiche. E’ un’analisi dura ma vera, corrispondente al reale, spogliata di tutte le menzogne che ci sono propinate ogni giorno. La storia si ripete sempre uguale ma è la nostra coscienza a fare la differenza. Tu sei la base di accettazione o negazione delle condizioni del gioco che ti è imposto. Il primo passo per la distruzione della realtà apparente è negare il consenso e contestare, approfondire, studiare, criticare ciò che ti è dato per accertato e automatico.

 

La musica è un metodo per essere persone sveglie. Ringo Starr ha detto la verità? Non lo sappiamo. Per certo abbiamo una serie incomprensibile di fatti, circostanze, immagini che ci portano in un’altra realtà ben diversa. Usiamo questa storia per aprire la nostra visuale.

A presto per altri aggiornamenti sul caso.

 

David

 

 

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...