Riporto fedelmente un articolo che riguarda la  clonazione di Beyoncè in forma satirica, sapendo dare allo stesso tempo un tocco di verità e di osservazione. L’umorismo è fondamentale come bilanciamento del nostro stesso essere. La satira comunque oltre ad essere piacevole riesce in ogni caso a farci osservare la realtà in maniera diversa. Ad ognuno le sue valutazioni personali.

Beyoncé è troppo perfetta per essere vera

 

E infatti non lo è. È un clone. Ecco le prove.

Sembra che Beyoncé esista da sempre. Era lì mentre tu cercavi di capire qualcosa delle interazioni tra generi diversi alla festa d’istituto, ascoltando “Survivor” delle Destiny’s Child; era lì ad accompagnare l’ingenua euforia delle tue cotte adolescenziali con “Crazy in Love”; era lì per preparare la distruzione dei cuori di un’intera generazione con “Listen”. Ed era lì ad aiutare le donne ad abbracciare la propria indipendenza spaccaculi con “Who Run The World? (Girls)”.

Vent’anni dopo Beyoncé è ancora qui a pubblicare album, andare in tour, a restare Beyoncé. Anzi, quando pensi a come la quasi-impeccabile carriera di Beyoncé stia ancora andando avanti, a come il suo talento e longevità non conoscano declino, sembra sovrumana; come se non fosse stata concepita con il solito metodo, ma bensì in modo scientifico, in provetta, creata apposta per la fama. E quando consideri che la Beyoncé di Survivor è marcatamente diversa da quella di Lemonade, è come se non si trattasse di un’entità senziente, ma un conglomerato di molecole assemblato per adottare la forma di una popstar indistruttibile. Pensaci: la sua bravura in ogni situazione è troppo divina per essere nata da un processo naturale.

È ora, quindi, di rivelare la verità. Perché noi possiamo riconoscere la nostra inferiorità, dobbiamo riconoscere che Beyoncé non è più umana. Come il tirannosauro di Jurassic Park, la pecora Dolly e Avril Lavigne, Beyoncé è un clone. Non è Beyoncé Giselle Knowles-Carter, è un raffinato costrutto di cellule staminali di origine divina.

Lo so, è difficile da accettare. Ma tieni duro e lascia che ti spieghi, perché questa storia ha più livelli di lettura di un editoriale su Lemonade.

Secondo una pletora di fonti attentibili come WTF WAKE THE FREEDOM, la carriera di Beyoncé negli anni Zero stava andando così bene che la sua squadra di produttori ha deciso che sarebbe stato saggio e logico estrarre un po’ delle sue cellule e conservarle. In questo modo, in caso di emergenza, si sarebbe stati in grado di creare un clone di Beyoncé.

Per qualche anno, il progetto di clonazione rimase fermo dentro al mini-frigorifero dell’ufficio di un alto dirigente di casa discografica. Poi accadde la tragedia: nel 2010, Beyoncé morì. Naturalmente si trovano pochissime informazioni online sulla dinamica della sua morte, perché probabilmente i dettagli sono stati criptati, messi su una chiavetta USB, chiusi dentro una cassaforte d’acciaio e gettati in fondo all’oceano, per poi essere scoperti e gradualmente divulgati dalla comunità di utenti anarchici di YouTube, ma il fatto è che Beyoncé è morta. È spirata. È andata a far conoscenza col Creatore. È una ex-Beyoncé.

Il clone di Beyoncé—da qui in poi soltanto “il clone”—ha di conseguenza fatto il suo ingresso in scena senza lasciare traccia, assumendo il proprio ruolo da Beyoncé consumata. A un occhio poco allenato, il clone sembra replicare Beyoncé talmente bene che è impossibile rilevare una differenza tra il clone che canta “Who Run The World” e Beyoncé, che oggi riposa sotto uno spesso strato di suolo freddo e pieno di vermi. Eppure, la differenza c’è. Perché non appena il clone ha rimpiazzato Beyoncé, ha cominciato a lasciare indizi e a commettere errori. E sono questi piccoli malfunzionamenti a dare credito alla storia della Beyoncé alternativa, ossia che lei è morta ed è stata rimpiazzata da uno scintillante clone di ultima generazione. E ora, la prima prova.

LA NASCITA DI SASHA FIERCE

 

Può essere una semplice coincidenza che Beyoncé abbia cominciato a parlare del proprio alter ego “Sasha Fierce” proprio nello stesso periodo in cui parrebbe essere morta e sostituita da un clone? Come ci fa gentilmente notare il sito di informazioni Now The End Begins, Beyoncé ha detto: “C’è un’altra persona che prende il controllo di me quando devo lavorare e salire sul palco, ho creato un alter ego che protegge la mia vera essenza”.

“Alter ego” o UN’ALTRA PERSONA?! Credo che conosciamo tutti la risposta a questa domanda, ma in caso non fossi ancora convinto, ecco la seconda prova.

IL SUO VISO È CAMBIATO NEL TEMPO

 

Nel caso non fosse chiaro, la Beyoncé a sinistra è Beyoncé Giselle Knowles-Carter. Quella sulla destra è un agglomerato di molecole meticolosamente elaborato. Perché? Perché Beyoncé sorrideva nel 2010, mentre sei anni dopo non sorrideva più nello stesso modo, il che è estremamente sospetto quando pensiamo che il sorriso è una caratteristica impossibile da modificare nel corso della vita.

Ancora qualche dubbio? Be’, considera che nel 2010 Beyoncé portava i capelli con la riga a destra, mentre la Beyoncé del 2016 porta la riga nel mezzo, il che significa per forza che si tratta di due persone diverse perché, come tutti sanno, quando si sceglie un’acconciatura è fatta, rimane la stessa fino alla morte. Non è che tu possa cambiare idea come se nulla fosse. Il che ci porta alla terza prova…

HA FINTO LA GRAVIDANZA

Nell’estate del 2011, Beyoncé ha annunciato pubblicamente di essere incinta, cominciando a farsi vedere sui tappeti rossi insieme a Jay Z. Ma poi hanno iniziato a verificarsi piccoli contrattempi che hanno portato la gente (in particolare la presentatrice TV diurna Wendy Williams) a sospettare che la sua gravidanza fosse una messa in scena.

Tanto per cominciare, continuava a sbagliare le date. In un’intervista annunciò che sua figlia sarebbe nata in febbraio, ma in un video di vari mesi prima aveva sostenuto che sarebbe nata in gennaio. Ovviamente, le persone umane non clonate non dimenticano mai nulla. I veri umani non clonati ricordano le date come se qualcuno gliele incidesse nel cervello con uno scalpello.

Poi arrivò la famigerata ospitata al programma australiano Sunday Night, dove la sua pancia “gravida” si schiacciò e piegò come un soufflé tirato fuori dal forno troppo presto. “Il tessuto non si piega?” ha chiesto lei, in luogo di dare una spiegazione. Ehm, sì signora clone, MA LE PANCE GRAVIDE NO! Le pance delle donne incinte sono come semisfere di cemento armato protette da strati su strati di acciaio.

“Ma perché dovrebbe fingersi incinta?”, chiederai. Be’, gira voce che i fan più accorti cominciassero a capire un po’ troppe cose su questa storia del clone. Quale modo migliore per far sembrare il clone più vero, più umano, che facendolo rimanere incinto? Perché per quanto noi possiamo clonare gli esseri umani, ancora non abbiamo la tecnologia perché questi cloni possano riprodursi autonomamente. Così è stata creata questa gravidanza artificiale per distrarci dalla vera inquietante notizia: l’industria discografica ha clonato una popstar. Ancora non ci credi? Lascia che ti presenti, caro lettore, la quarta prova.

È QUASI CADUTA AL SUPER BOWL

 

La performance di Beyoncé all’intervallo del Super Bowl dell’anno scorso è stata incredibile, anche se non esattamente ~perfetta~ perché a un certo punto la cantante è stata vista perdere l’equilibrio per un attimo, recuperandolo prima di cadere. Il fatto è… la vera Beyoncé sarebbe quasi-caduta durante un balletto? Sembra poco probabile visto che, come sappiamo tutti, Beyoncé non cade mai. Quindi questa nuova, sbadata Beyoncé è un clone. Ti sembra una critica ingiusta? Qua non è una questione di giustizia. Qua stiamo parlando di fatti e verità inconfutabili.

Allora passiamo all’ultima prova. L’ultima porta d’accesso alla realtà di questo torbido caso di clonazione. Prova numero cinque.

È ANCORA SPOSATA CON JAY Z, ANCHE SE LUI ORA SI VESTE COME UNO ZIO PENSIONATO

Immagine di everyskyline via Wikimedia

Di tutte le prove che ti ho presentato finora, questa è probabilmente quella definitiva. Sì, Jay Z è uno degli artisti di maggior successo di tutti i tempi, e sì, probabilmente è anche uno simpatico, ma guarda questa foto. Indossa una camicia da cowboy a quadri sbottonata, che fa intravedere una maglietta della salute col collo a V. Ha un’espressione di calma soddisfazione, tipo quella con cui ti guarda tuo zio quando gli dici di aver passato il weekend a mandare domande di iscrizione a corsi di economia, mentre in realtà hai preso tanto di quell’MDMA che sei entrato in casa del tuo vicino e hai riorganizzato tutti i suoi DVD in ordine alfabetico solo per fare una buona azione.

Ora pensa per bene a questa domanda, e rispondi sinceramente: la vera Beyoncé starebbe ancora con una persona che indossa degli occhiali dalla forma talmente vecchia che probabilmente lui stesso sostiene di “inforcarli”? La vera Beyoncé—che ha un viso talmente simmetrico che potresti farlo girare di 360 gradi come una ruota e apparirebbe uguale da ogni angolo—sarebbe capace di incontrare un uomo davvero alla sua altezza? No, assolutamente no, e di conseguenza il segreto dietro il loro rapporto lungo quindici anni non è amore e compromesso, ma menzogne e inganno, perché la Beyoncé che è tuttora sposata con Jay Z in realtà è un clone e non di conseguenza non le importa di stare con una persona di categoria inferiore. Pensaci, e vedrai che ha senso.

Ecco, ora hai delle prove definitive che la Beyoncé che conosciamo e amiamo è, in realtà, un clone. So che credere a questa teoria può portarti a mettere in discussione le basi dell’esistenza per come la conosci, ma a volte la verità è un milione di volte più strana della menzogna. A volte la verità non è custodita da libri e pubblicazioni scientifiche, ma si trova su YouTube, dentro a video filmati con una webcam di dieci anni fa e montati su Powerpoint. A volte bisogna accettare che se Beyoncé sembra troppo talentuosa e indistruttibile per essere umana, è perché non lo è. Non saremo mai Beyoncé, perché lei è un clone. Chi domina il mondo? Non le ragazze. I cloni.

 

Fonte Articolo

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...