Una cantante umbra al concerto della Casa Bianca

 

Una cantante umbra al concerto di Natale della Casa Bianca

 

Non sono mancate le emozioni per Irene Jalenti che giovedì 1 dicembre insieme al gruppo vocale Afro Blue, di cui fa parte, ha partecipato al concerto del National Christmas Tree Lighting alla Casa Bianca. Barack Obama, accanto alla moglie Michelle e alla figlia Sasha, ha accesso per l’ultima volta in veste di presidente le luci dell’albero di Natale ospitato dalla Casa Bianca. Una tradizione che si ripete da oltre 90 anni. La ternana Irene Jalenti è riuscita, con la sua bravura, il suo talento e la sua semplicità ad essere presente ad un evento così importante. Emozionato il padre Rino Jalenti. “Sono entusiasta – ha detto – che Irene abbia avuto questa grande occasione”.
La storia di Irene con l’America è iniziata nel 2010 quando ha vinto una borsa di studio per il Peabody conservatory di Baltimora, poi lo scorso anno ha iniziato il Master di due anni a Washington, nella storica università afro americana Howard University, dove è anche assistente didattica e dove insegna, dirige un coro jazz. Dopo il concerto riusciamo a raggiungerla telefonicamente.
Che ruolo aveva durante il concerto del National Christmas Tree Lighting alla Casa Bianca?
“In quanto componente del gruppo vocale jazz di Howard University chiamato Afro Blue, ho partecipato al concerto come supporto vocale per Kelly Clarkson, Marc Anthony, Yolanda Adams e Chance the Rapper. Quindi abbiamo lavorato ed imparato gli arrangiamenti vocali durante i cinque giorni precedenti il concerto”.
Come è andata la serata alla Casa Bianca?

“La serata alla Casa Bianca è stata assolutamente stupenda e direi surreale. Un sogno che non avrei mai immaginato potesse realizzarsi. Soprattutto conoscere artisti che amo alla follia come James Taylor. Inoltre stringere la mano a Barack Obama è stato veramente incredibile”.
Quali sensazioni ha provato? 
“Inutile dire che l’emozione era fortissima, però avere l’occasione di conoscere prima gli artisti con cui cantavamo già il giorno prima e vederne il lato più umano ed umile mi ha sicuramente aiutata moltissimo a rilassarmi e a sentirmi a mio agio. Spesso l’idea che abbiamo dei personaggi famosi ci intimidisce, invece vedere proprio che sono persone come noi è stata una bellissima sorpresa”.
Questa di giovedì è stata una grande occasione, ne ha avute altre così importanti? 
“Più che altro direi un’occasione unica. Non so se potrei paragonare altre esperienze a questa in particolare, però sicuramente cantare sul palco dello storico Apollo Theater di New York lo scorso ottobre è stato importantissimo per me. In quanto cantante jazz avere la possibilità di partecipare ad un concerto tributo ad Ella Fitzgerald condividendo il palco con Patti Austin, Cassandra Wilson, Lizz Wright, la Count Basie Jazz Orchestra e persino Kevin Spacey è stato emozionante e soprattutto di grande ispirazione”.
Irene guarda avanti. Questa ragazza è un vanto per l’Italia e soprattutto per Terni.

 

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...