Michael Jackson vivo o morto: il sondaggio inglese

Molte testate si stanno arrendendo al fatto che Michael Jackson, il re del Pop, potrebbe essere vivo!

La famosa testata inglese Sunday Express, giornale conservatore, decide di pubblicare un sondaggio dove si domanda se Michael e’ considerato vivo oppure morto. Lo screen è il seguente:

 

Could Michael Jackson still be alive?

No, it’s ridiculous. These conspiracy stories always emerge when mega famous people die.

( No è ridicolo. Queste cospirazioni nascono sempre quando delle persone molto famose muoiono)

48%

Yes, the evidence for the King of Pop still being here is pretty conclusive.

( Sì, le prove che il Re del Pop potrebbe essere ancora vivo sono sensate)

52%

 

Il 52% degli inglesi ritiene che egli avvistamenti di Michael siano genuini. Le incongruenze sulla sua morte sono parte di un’archittettura per la sua sparizione e gli inglesi pertanto considerano Michael Jackson ancora vivo. D’altrode anche il suo medico “accusato” di averlo ucciso sembra essere sparito nel nulla, dopo il primo processo.

Noi, come blog, non stiamo dichiarando in maniera forzata che Michael sia vivo oppure morto. Stiamo semplicemente mostrando tutto l’insieme di contraddizioni fotografiche, circostanziali, a seguito delle dichiarazioni di parenti stretti ed amici. Inoltre il dossier su Neverland mostrato dalla polizia mostra delle lacune incredibili. Michael, vivo o morto che sia, voleva comunque allontanarsi da chi l’aveva infangato. Il fautore di tale situazione era il suo produttore Mottola. Con l’aiuto di un altro criminale, Phil Spector, si era ordito un sistema per demolire Michael Jackson.

Morto per davvero o per finta, Michael è considerato scomparso. Questo conta. Jackson non pubblicherà mai più nulla, non si esibirà mai più. Il piano di Mottola ha portato il risultato che voleva. Prendiamo atto che gli inglesi siano lettori attenti e non siano pertanto semplici “complottisti”.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

Fonte

Annunci

Ariana Grande: un’altra star adatta al controllo?

Ariana Grande sotto accusa: “Dopo aver firmato autografi ai fan, ha augurato a loro di morire!”

 

Risultati immagini per ariana grande

 Ariana Grande in un selfie

Cos’ il blog Confidenti@l del New York Times rivela un comportamento scorretto che è stato evidenziato da tutti i giornali musicali oltreoceano. Un modo di fare che, se dovesse essere veritiero, sarebbe decisamente inqualificabile ma sarebbe consono al Grande Fratello della musica internazionale. Infatti il nostro blog sta mostrando da tempo che il music-biz è in parte transitato da persone che a livello umano sono molto basse.

Ha fatto autografi e foto con i fan, era tutta sorrisi, fino a quando è salita in ascensore. Non appena le porte si sono chiuse, ha detto, ‘Mi auguro che crepino tutti'”

Ovviamente questa è una nostra opinione, ognuno è libero di credere quello che ritiene più opportuno. A noi questa cosa non sorprende affatto.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte

Dimostrazioni di controllo Mk-Ultra – Monarch Parte IV: nei video italiani – Fedez – “L’amore Eternit” feat. Noemi

Come abbiamo anticipato nell’articolo

La musica come mezzo di risveglio interiore: dove iniziare?

 

 

e nella nostra serie di articoli dedicati a questo argomento stiamo mostrando dei video musicali con evidenze del controllo Mk Ultra e del progetto chiamato Monarch.

I video si contraddistinguono per la presenza di una parte o tutte :

  • Presenza di farfalle di vario colore ma tutte monarca come simbolo del Programma Monarch;

  • Pratiche deviate di diverso tipo come omicidi, sacrifici ed ammiccamenti alla pedofilia;

  • Individui non riconoscibili che operano dietro le quinte, definite Handler e una vittima prescelta;

  • Blasfemia di vario genere;

Abbiamo scelto il rapper Fedez con la partecipazione della cantante Noemi e questo esempio di Progetto Mk Ultra – Monarch nel video ‘” L’amore Eternit. Molti in rete non riuscivano a capire la connessione di queste immagini con la canzone, ma di fatto e’ un inno alle pratiche di controllo deviate. Infatti è molto difficile credere che una canzone con un titolo del genere possa contenere pratiche orrende. Le immagini parlano comunque. Vi invitiamo a vedere il video senza il sonoro e catturare da sole i frame allo scopo di analizzarli per l’intento reale per il quale sono state realizzate.

Il video

Il significato archetipico

Fedez sta dormendo sotto un grande occhio. Con una strana sensazione di sogno si alza e si dirige verso una bacheca dove una farfalla monarca sfonda il vetro. Fedez semi-risvegliato segue la farfalla verso un viaggio veramente orrendo. Il video si trasforma in un horror puro con tanto di Messa blasfema. Fedez entra in chiesa e vede delle cose che non deve vedere.

Risultati immagini per fedez noemi amore eternit

L’inizio del video con la vigilanza dell’occhio

Il significato archetipico di questo video è che il cantante deve seguire la farfalla come imposizione. Il suo è un risveglio interiore.

Risultati immagini per fedez noemi amore eternit

Fedez risvegliato dal sonno

La farfalla fa vedere la realtà in maniera diversa, seguirla ha un costo. Il progetto Monarch costringe a vedere delle realtà apparenti in maniera ben diversa.

Risultati immagini per monarch fedez amore eternit

La bacheca con al centro la farfalla monarca

La scelta della Chiesa disonorata

Risultati immagini per monarch fedez amore eternit

La messa sanguinosa

Nel video è presente una componente blasfema, mostrata dal minuto 5:00. Questa fatto non  serve solo per infangare ciò che è ritenuto sacro ma semplicemente per il motivo che la Chiesa Cattolica è una parte della Massoneria mondiale che è odiata dagli Illuminati, fautori del progetto Monarch. Ad esempio, uno dei motivi di odio per la Chiesa Cattolica Romana, è dato dal fatto di  aver trafugato e tenuto nella Biblioteca Vaticana dei testi magici ed esoterici che non erano in origine di loro proprietà. Inoltre come per la lotta di potere mondiale, la guerra magica ed esoterica esistente nel mondo in questo momento è creata dalla fazione di opposizione tra gli Illuminati e il Vaticano. Pertanto nel video vediamo uno Fedez stralunato che assiste ad una messa sanguinosa e cruenta.

Risultati immagini per noemi fedez sangue

Dei frame del video

Il senso è che la Chiesa sporca di sangue per più motivi, continua a propinare l’ostia. Fedez viene attirato da una dea grigia, pagana, simbolo degli dei o semidei che gli Illuminati adorano. Questo accade mentre Noemi ha i vetri imbrattati di sangue da zombie.

Risultati immagini per fedez noemi amore eternit sangue

La dea che attira Fedez

La dissonanza cognitiva del testo

Il testo non centra assolutamente nulla con il video. Questo come abbiamo già spiegato nel blog serve a creare confusione interiore e mentale. Le immagini che non centrano nulla creano solamente DISSONANZA COGNITIVA.

Il testo leggiamolo, cosa lo lega al video?

Guardo dal telescopio l’universo femminile,
scrivo fine in un secondo se in te c’è un secondo fine,
lo so è brutto da pensare,
mi aspetto che ti piaccia stare
sotto le coperte, non sopra le copertine,
l’amore a prima “Visa”
è un sentimento splendido,
mi ha detto un indovino, che legge le carte di credito,
vomito, amore tossico, per me sei stata il mio primo bacio
sulla bocca dello stomaco.
A volte sembra che mi sfidi ma non mi spaventi,
nella vita hai provato più vestiti che sentimenti,
istruzioni di lavaggio per cuori sintetici,
ti prego dimmi che mi ami,
potrei persino crederci,
e tutte le tue amiche fanno un muro da spavento,
i miei tatuaggi non sono di loro gradimento,
io sono sporco all’esterno ma giudicare le apparenze
è l’atteggiamento tipico di chi è sporco dentro Di storie ce ne sono tante,
pensavo fossi l’ultima e invece no,
in fondo anche tu,
sei solo un segno in più
che sulla pelle fa più male,
continuerà a bruciare anche se ora lo so
che in fondo anche tu
sei solo un segno in più.

A volte è Dio che sbaglia la tua ordinazione,
per questo se chiudi una porta, si apre un burrone.
Sei il mio punto debole,
la mia causa di forza maggiore,
un senso di rivoluzione,
un “golpe” al cuore.
Più truccata di un appalto su uno scorcio suggestivo,
se ti guardo a luci spente sei un tramonto abusivo,
inverti lo schema e cambi anche il teorema,
prima eri un problema di cuore ora sei il cuore del problema.
Non ho difficoltà a dirti quel che penso in faccia,
anche se non sembra so bene quello che faccio,
la verità è che ho invertito il senso di marcia,
da quando ho avvertito il senso di marcio.
Arrivi portando brividi e scappi lasciando i lividi,
gli opposti si attraggono ma amano i propri simili,
sentimenti tossici per loro non c’è cura,
perché l’amore eternit… finchè dura.

Di storie ce ne sono tante,
pensavo fossi l’ultima e invece no,
in fondo anche tu,
sei solo un segno in più
che sulla pelle fa più male,
continuerà a bruciare anche se ora lo so,
che in fondo anche tu sei solo un segno in più.

Fermo immagine sembra appartenere ad un’altra vita,
un cielo instabile
che quasi sembra piangere,
ed io che torno tardi, sola e penso che
di storie ce ne sono tante,
pensavo fossi l’ultima e invece no. e invece no, e invece no
Di storie ce ne sono tante,
pensavo fossi l’ultima e invece no,
in fondo anche tu,
sei solo un segno in più
che sulla pelle fa più male,
continuerà a bruciare anche se ora lo so
che in fondo anche tu
sei solo un segno in più.

Di storie ce ne sono tante,
pensavo fossi l’ultima e invece no,
in fondo anche tu,
sei solo un segno in più
che sulla pelle fa più male,
continuerà a bruciare anche se ora lo so
che in fondo anche tu
sei solo un segno in più.

Ecco qualche altro esempio di farfalla monarca, simbolo di un grande progetto mondiale di deviazione.

Pillola rossa o pillola blu?

Risultati immagini per pillola rossa o pillola blu

Il simbolo della scelta

Conclusioni

Certamente queste immagini non sono certo gradevoli ne tanto meno adatte ad un pubblico di adolescenti, ovvero lo standard medio di ascolto del cantante. Ma questo dimostra il grado di perversione della casa discografica che, senza scrupoli, fa vedere queste immagini. A voi la scelta: credere che sia tutto casuale, Fedez sia un bravo ragazzo innocente vittima della casa discografica oppure che il messaggio veicolato nel video sia di ben altro tipo, fatto in maniera consapevole. Anche dei video italiani transitano un messaggio mondiale denominato Progetto Monarch a prescindere la melodia.

A presto per nuovi aggiornamenti su questi video (disgustosi).

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Testo canzone

Paul Mc Cartney attore su Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar

Al cinema il nuovo episodio di Pirati dei Caraibi -La vendetta di Salazar con la partecipazione di Paul Mc Cartney!

 

Abbiamo come controfigura addirittura Paul Mc Cartney, che  come cita testualmente Wikipedia “a marzo 2016, durante le riprese aggiuntive, il cantante dei Beatles Paul McCartney è entrato nel cast per fare un cameo”. Una persona con tale affermazione pubblica è costretto a ruolo di sosia o cameo? Ha senso questo?

  1. Chi recita veramente nel film?

  2. Paul Mc Cartney  come attore ha qualche attinenza con il suo ruolo nel PID (Paul is dead)?

  3. Da quando Paul Mc Cartney è un attore?

  4. Non è più logico credere che sia il suo alter-ego a recitare visto che è abituato a farlo?

 

La locandina del film con Paul (Faul) Mc Cartney

Notiamo anche un piccolo particolare. Il vero Paul è mancino mentre qui nel cartellone tiene le carte con la destra, cosa inusuale per un vero mancino. Ovviamente è un particolare che può essere tralasciato ma non troppo. D’altronde recita il cartello:” Gli uomini morti non possono raccontare storie“. Se i messaggi sono a volte velati in questo caso non possiamo che notare la straordinaria coincidenza tra l’uso di Paul (o Faul), il cinema e la locandina. Il nostro blog si occupa da diverso tempo della questione del vero/falso Paul Mc Cartney e questa scelta operata dal sistema cinema-musica ci ha lasciato alquanto sconcertati ma allo stesso tempo lo consideriamo un ulteriore tassello verso la verità.

 

Ognuno tragga le sue valutazioni personali.

 

David

 

 

Fonte 1

Fonte2

L’amicizia tra Johnny Depp e Marilyn Manson Parte VI – il segreto delle star, le foto e la chiamata al 911

«Quel dramma era una stronzata. Sarei pronto a negare ogni cosa se mi chiedessero di cosa so o cosa ho visto.»

Marilyn Manson

 

Terminava cos’ l’ultimo articolo dedicato a Johnny Depp e Marilyn Manson. Se ovviamente la frase è molto forte cerchiamo di collegare quest’affermazione ai fatti in parte raccontati.

La notte tra il 30 e il 31 ottobre 1993 – le foto

 

La notte tra il 30 e il 31 ottobre 1993 accadde una cosa molto insolita al The Viper Room. E’ straordinario il fatto che tutti questi personaggi del cinema e della musica fossero insieme e legati a questo evento. In pochi sanno che Leonardo Di Caprio fosse così amico di Johnny e di Flea. Inoltre erano presenti Anthony Kiedis, River Phoenix e poi la sorella Rain, Tim Hakins, Josh Green John McKay e Sasa Raphael. Ovviamente c’era anche Johnny Depp, Samantha Mathis, Flea dei Red Hot Chili Peppers, John Frusciante e Gibby Haynes del Butthole Surfers. Poi ancora Christina Applegate e Leonardo Di Caprio. Il locale era pieno quindi di future star del mondo della musica e del cinema.

 

Le Foto Rare

 

 

 

Flea

Di Caprio con Antony Kiedis dei Red Hot Chili Peppers

 

 

River Phenix e le sue sorelle

Il Viper dopo la morte di River

Risultati immagini per leonardo di caprio viper club

L’ingresso del locale di Depp

Il punto della situazione

Il locale, il Viper Club sulla Sunset Strip era di proprietà di Johnny Depp. Lui voleva suonare con l’appoggio di Marilyn Manson e si voleva affermare come musicista più che attore. Johnny odiava Hollywood come aveva confidato a Marilyn. Quella sera stava suonando con Flea sul palco quando River uscì dal bagno del locale visibilmente stordito. Barcollava e uscì fuori al locale con la sorella. Morì poco dopo. La colpa fu della droga che circolava la “Persian Brown”.

 

La registrazione originale alla polizia

 

 

La stranezza della serata

Praticamente Depp che era il titolare del locale, non fece nulla per salvare l’attore che si sentiva male. Non solo. Continuò a suonare nonostante ci fosse una confusione incredibile. River all’epoca era famosissimo negli States e non fu normale quella presa di posizione. Le telecamere del locale stranamente non avevano registrato nulla a seguito delle richieste della polizia. Ma fu tutto molto strano quello che accadde da parte di tutti i presenti.

  1. Perchè nessuno fece nulla?
  2. Perchè le star presenti da allora non si sono mai frequentate pubblicamente tranne appunto Depp e Manson?
  3. Qual’e’ il legame con tutto questo e Manson?

 

Per una coincidenza incredibile comunque tutti i presenti, magicamente, all’omicidio di River divennero famosi in tutto il mondo! Manson anche se non presente fisicamente quella sera, aveva già influenzato Johnny non solo per la passione musicale.

 

 

Continua

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte foto

Chris Cornell: la discografia

Chris Cornell era un’icona della storia del grunge

 

 

Risultati immagini per chris cornell

 

Rappresentava la parte viva di Seattle, del grunge in generale era l’essenza più metal. Sembra essere spazzata via per sempre quella musicalità formata dai Nirvana, dagli Alice in Chains, dai Soundgarden con la sua scomparsa. Tante band hanno provato a suonare come loro, ma nessuno ci era riuscito. Gli unici chiamamoli sopravvissuti sono i Pearl Jam. E’ quasi impossibile spiegare cosa accadeva quando a distanza di poco tempo si poteva ascoltare Badmotorfinger, Ten e Nevermind. Ascoltare un pezzo negli anni ’90 non era come oggi. Non esisteva Youtube e pertanto si compravano i dischi a scatola chiusa. Un’emozione unica. La stessa che si provava ascoltando Rusty Cage o una devastante Jesus Christ Pose. Chris rese più grunge i Soundgarden con il disco Superunknown, dando un tocco melanconico e catchy allo stesso tempo.

Chris Cornell era la voce più raffinata, capace di urlare la sua rabbia ma anche la sua delicatezza. Le sue perfomances vocali potevano tranquillamente coprire estensioni confacenti ad un heavy metal più classico. Il suo timbro era comunque un marchio indelebile. Tante canzoni, con una struttura non complessa, potevano risultare piatte se alla voce non ci fosse stato lui. Outshined è un esempio. Invece ogni singolo dei Soundgarden rimaneva impresso solo dopo un ascolto. Chris ha regalato la classe ad un genere che era considerato per nerd con la camicia a quadri ed i jeans strappati. Chris era sostenuto da una band quadrata con Kim Thayl alla chitarra, un grandioso e granitico Ben Sheperd al basso e un precisissimo Matt Cameron alla batteria.

 

DISCOGRAFIA

Soundgarden

  • 1988 – Ultramega OK (SST Records)
  • 1989 – Louder Than Love (A&M Records)
  • 1991 – Badmotorfinger (A&M Records)
  • 1994 – Superunknown (A&M Records)
  • 1996 – Down on the Upside (A&M Records)
  • 2012 – King Animal (Universal Republic)

 

 

 

Risultati immagini per badmotorfinger

La copertina del capolavoro Badmotorfinger del 1991

 

 

Audioslave

  • 2002 – Audioslave
  • 2005 – Out of Exile
  • 2006 – Revelations

Singoli

  • 2002 – Cochise
  • 2003 – Like a Stone
  • 2003 – Show Me How to Live
  • 2005 – Be Yourself
  • 2005 – Doesn’t Remind Me
  • 2006 – Original Fire

 

Risultati immagini per audioslave

La copertina di Audioslave del 2002

Chris Cornell Band

Album studio

  • 1999 – Euphoria Morning
  • 2007 – Carry On
  • 2009 – Scream
  • 2011 – Songbook
  • 2015 – Higher Truth

 

Singoli Chris Cornell

  • 1999 – Flutter Girl
  • 1999 – Can’t Change Me
  • 2000 – Preaching the End of the World
  • 2006 – You Know My Name
  • 2007 – No Such Thing
  • 2007 – Arms Around Your Love
  • 2007 – She’ll Never Be Your Man
  • 2008 – Long Gone
  • 2008 – Watch Out
  • 2008 – Ground Zero
  • 2008 – Scream
  • 2009 – Part of Me
  • 2015 – Nearly Forgot My Broken Heart
  • 2017 – The Promise

 

Risultati immagini per scream chris cornell

La copertina di Scream del 2009

La cover di Prince, ripresa anche da Sinéad O’Connor

 

In attesa di capire meglio la dinamica che ha portato via la sua vita insieme a quella di Kurt Cobain e Layne Staley, ecco la discografia di Chris Cornell da solista e insieme alle sue band. Ringraziamo Chris per averci regalato tante emozioni, vere e genuine. La sua musica vivrà per sempre. Il Buco Nero del Sole si è aperto il 18 maggio 2017 e  Chris potrà cantare Nothing Compares 2 U insieme al suo idolo Prince.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Twin Peaks nuova stagione: il ritorno – la musica magica

Tra pochi giorni la nuova stagione di Twin Peaks sui canali Sky

Capolavoro thriller di David Lynch contiene una stupenda colonna sonora

Risultati immagini per twin peaks sky stagione 3

La locandina di Twin Peaks

Scritta da Angelo Badalamenti e David Lynch la colonna sonora risultava veramente espressiva e coinvolgente. Egli e’ considerato uno dei compositori più cupi ed intimisti dell’attuale scena hollywoodiana. Jazz che si fondeva con partiture di piano e contrabbasso, rendevano uniche ed indimenticabili le colonne sonore di Twin Peaks.

La copertina del disco di Badalamenti

Ecco alcuni esempi

 

 

In attesa trepidante aspettiamo anche una nuova  colonna sonora.

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

La vibrazione del suono come origine dei monumenti in tutto il mondo antico?

Nei nostri articoli dedicati alla potenza del suono e alle sue proprietà magiche abbiamo mostrate dei collegamenti con l’antica archeologia.

Di fatto esistono dei monoliti e dei monumenti talmenti grandi e pesanti che non è accettabile e neppure logico pensare che siano stati trascinati con corde e carrucole da schiavi. C’e’ di più. La storia come ci è stata insegnata ha delle falle enormi. A conferma di ciò basta unire a livello mondiale cosa si mostra e si evidenzia nei reperti archeologici. Gli Elohim transitavano sulla terra e conoscevano le tecniche di levitazione tramite i suoni. In questo articolo di archeologia alternativa una serie di evidenze che solo l’uso del suono e della levitazione può dare un senso compiuto, logico a queste costruzioni colossali.

E se la storia del mondo come la conosciamo fosse tutta un’invenzione?

 

 Ormai da diversi anni circolano teorie archeologiche alternative, che rileggono la storia dei resti arrivati fino a noi sotto un’ottica totalmente diversa. La verità non sarà forse mai dimostrabile, ma qui ad Incredibilia ci piace lasciarci trasportare dall’idea che forse le cose che abbiamo sempre dato per scontate… siano in realtà un po’ diverse.
Comunque un dato di fatto c’è: la nostra galassia ha oltre 14 miliardi di anni, la nostra terra 4.8 miliardi di anni. Cosa sono comparati con questi numeri i poco più di 5.000 anni di storia della nostra civiltà? Se anche volessimo dar retta alle teorie alternative, che credono nell’esistenza di civiltà organizzate circa 30.000 anni fa, parliamo sempre di numeri ridicoli comparati con la storia del nostro pianeta.
Verità? Leggende? Chi lo sa. Resta il fatto che lo stesso concetto di Storia è abbastanza discutibile: più andiamo indietro nel tempo, più le fonti sulle quali si basano le più comuni informazioni scritte nei libri ufficiali sono quanto meno… nebulose. E si sa, spesso nella nebbia si possono vedere cose che non esistono, e si possono nascondere verità scomode o discutibili per i più.
Proviamo quindi a fare questo viaggio nell’archeologia alternativa, senza troppi preconcetti: se anche alcune delle cose che vedremo sono state o saranno dimostrate come “bufale”, ci saranno comunque sempre un bel po’ di cose che non tornano secondo le teorie ufficiali. E se proprio non volete dargli nessuna chance, godetevi questo viaggio come vi godete un bel film di fantascienza.

Il nostro viaggio parte, ovviamente, dall’antico Egitto.

La storia ufficiale ci racconta che le famose piramidi del Cairo sono le tombe di tre celebri faraoni: Cheope, Kefren, e Micerino.

Secondo le teorie degli egittologi più accreditati, furono costruite da schiavi circa 5.000 anni fa.

La piramide più grande, quella di Cheope, è composta da 2.300.000 blocchi di pietra che pesano dalle 2,5 alle 60 tonnellate. 60 tonnellate, per la cronaca, sono l’equivalente del
peso di 6 autocarri medio-pesanti.

Secondo la storia ufficiale questa piramide fu costruita da schiavi nell’arco di circa 20 anni.

Se facciamo due conti, vorrebbe dire che gli schiavi hanno lavorato tutti i giorni, per 7.300 giorni consecutivi, mettendo una pietra sopra l’altra ogni 2 minuti. Pietre da 60 tonnellate.

Altro dato curioso: se le guardiamo dal suo punto più alto, la punta della piramide è spostata solo di 6 millimetri rispetto alla sua base.

6 millimetri di errore dopo aver spostato 2.300.000 pietre di 60 tonnellate ad una altezza di 150 metri, 5.000 anni fa.

Per capire, nemmeno i nostri edifici più moderni hanno margini di errore di questo tipo. Anzi, siamo proprio abbastanza lontani.

Dicono che le piramidi fossero tombe.

Quando furono scoperte, gli archeologi dovettero entrare con la dinamite, trovando un sarcofago chiuso da una lastra di diverse tonnellate. Spostata la lastra, dentro era completamente vuoto. La spiegazione ufficiale? Profanatori di tombe.

Quindi in teoria questi profanatori di tombe entrarono (chissà come, visto che non c’era nessuna entrata), spostarono una lastra di pietra di diverse tonnellate (non si sa come), svuotarono il sarcofago, lo richiusero, e se ne andarono. Mmmm.

Una altro dato interessante: gli egiziani dipingevano o scolpivano geroflici dappertutto. Ma proprio ovunque. Questo tipo di dipinti vi ricorda qualcosa?

Ci raccontarono tutto della loro vita, perfino di come di facevano il bagno!

Sappiamo dei loro dei, delle loro tradizioni. Sappiamo tutto. Però, delle piramidi, non ci hanno raccontato nulla.

Ma la cosa più importante e strana: nelle piramidi non è stato trovato nessun geroglifico. Neanche uno!

Sappiamo poi che le piramidi sono allineate con la costellazione di Orione. La più conosciuta e visibile nel cielo.

Beh, le piramidi sono esattamente allineate con la costellazione di Orione, se proprio vogliamo essere precisi…

Ci dicono che le piramidi furono costruite da schiavi usando rampe, pulegge, tronchi di legno.

Sarà vero? Curioso che ancora oggi, con tutta la nostra tecnologia, ci risulta impossibile realizzare una replica esatta delle piramidi con la stessa precisione che utilizzarono gli Egiziani. Ma passiamo alla Sfinge.

Avete mai pensato a come è fatta la Sfinge?

Beh, è un UNICO BLOCCO di pietra intagliata. Come fecero per muoverlo? Non ci risulta che utiizzassero gru di questo tipo nell’antichità… e anche volendo, queste gru non basterebbero ad alzarla e spostarla.

Però secondo la storia ufficiale, questi super schiavi spostavano i blocchi di pietra come e dove volevano. Guardiamo per esempio la statua di Ramses II.

Quando la trovarono, decisero giustamente di spostarla in città per dedicarle un museo…

Però risultò che la statua era fatta di un unico blocco di pietra di 1.000 tonnellate, impossibile spostarlo senza tagliarlo a pezzetti. Decisero quindi di costruirci… il museo intorno.

Passiamo al tempio di Osiride ad Abydos. Tra le sue pietre custodisce un rompicapo forse ancora più grande.

Guardate bene questo disegno…

Non è un dipinto, anche se lo sembra. È intagliato nella pietra. O meglio, è scavato talmente in profondità che anche raschiando per diversi centimetri la pietra, rimane sempre visibile.

Come se fosse BRUCIATO nella pietra. Una tecnica ancora oggi sconosciuta, che nessuno è stato ancora in grado di spiegare e replicare.

Impossibile replicarlo ancora oggi.

E guardiamo cosa rappresenta: il cosiddetto Fiore della Vita.

Citando wikipedia, il Fiore della Vita “è una figura geometrica composta da cerchi multipli sovrapposti e composti in una simmetria esagonale, a formare una figura simile a un fiore.”

E’ un simbolo che incontriamo ovunque nel mondo. Anche Da Vinci gli dedicò alcuni studi.

Facciamo ora un salto nella Città Proibita, a Pechino.

Troviamo i cosiddetti “Leoni di Fu”. Eccoli qui.

Ma aspetta un attimo: cos’hanno sotto la zampa?

Sembra proprio lui, il Fiore della Vita…

Torniamo ora in Egitto. E’ stata da poco scoperta una città sommersa chiamata Heracleion, a largo di Alessandria. Guardate un po’ cosa è stato trovato li sotto:

Sono molte le culture che vedevano il leone come il guardiano della conoscenza.

Monumenti simili li vediamo nelle nostre città tutti i giorni, ma il simbolo ora sappiamo che deriva da una antica tradizione, e non può essere una coincidenza.

Ma spostiamoci ora in Messico, a Teotihuacan. Questa è la Piramide del Sole.

Sarà un caso che anche questa piramide insieme alle altre che fanno parte dell’incredibile santuario messicano, siano allineate alla Costellazione di Orione?

Anche le dimensioni della base delle due piramidi (di Cheope in Egitto, e del Sole in Messico) sono simili. Caso?

Com’è possibile che due culture che secondo la storia ufficiale non avevano nulla a che vedere l’una con l’altra, e che vissero in epoche diverse, costruirono monumenti semi identici allineati alle stesse stelle?

Tutt’ora un mistero. Ma ovviamente la faccenda non finisce qui: sono centinaia le costruzioni simili che si possono incontrare in diverse culture, epoche e parti del mondo. Guardiamo ai Maya (Messico) e ai Balinesi (Indonesia).

Le piramidi sono dappertutto.

Le possiamo ritrovare in qualsiasi angolo del pianeta terra. Piramidi in Cina, per esempio.

Il governo cinese ha provato in tutti i modi a nasconderne l’esistenza.

Addirittura su alcune hanno provato a piantarci sopra delle piante, sperando di nasconderle. Chissà poi perché non vogliono mostrarle al mondo…

 Anche qui in Italia abbiamo le nostre piramidi…

In Umbria abbiamo piramidi che pare siano Etrusche…

E in Bosnia, vicino a noi: dicono che sotto questa montagna ci sia anche qui, una piramide. Sara’ vero?

Molti archeologi, scienziati, investigatori affermano che si tratta di vere piramidi, altrettanti affermano che si tratta soltanto di montagne.

Quale sarà la realtà? Anche se effettivamente è strano che anche le montagne si allineano alla costellazione di Orione… Ma continuiamo. Sono state rinvenute piramidi sommerse anche in Giappone, a Yonagui.

Sono state fatte delle analisi al carbonio sul corallo che si è formato su queste costruzioni al momento in cui si sono sommerse.

Pare abbiano almeno 10.000 anni. Non sono pochini, considerato che secondo le teorie archeologiche ufficiali la prima civiltà umana ha poco più di 5.000 anni. Andiamo avanti:

Piramidi in Antartide.

Insomma, è evidente a questo punto che qualcosa di strano c’è, che i nostri libri di storia ufficiale non ce la raccontano proprio tutta.

Ma la verità verrà mai alla luce? E se ci fosse QUALCUNO che in realtà sa esattamente cos’è successo? Facciamo un salto nella Cueva de los Tayos, in Ecuador.

Nel 1984, in una località semi dispersa nella foresta dell’Ecuador, avvenne una scoperta incredibile.

Una scoperta che da allora è rimasta, ovviamente, nascosta ai più.

Sono stati trovati in questa caverna oltre 300 manufatti dall’origine alquanto misteriosa.

Questo pezzo, nella fattispecie, è anche noto come la Piramide Nera del Figlio del Creatore.

 

Una dedica speciale per Chris Cornell

Ieri 18 maggio 2017 è stata un’altra giornata nera per la musica

Risultati immagini per CHRIS CORNELL

Una stella del rock, Chris Cornell, è morto. Increduli per l’accaduto ecco il bollettino medico.

È morto Chris Cornell, addio alla voce dei Soundgarden e degli Audioslave

 

Non ci esprimiamo ora per la pochezza di informazioni, intanto lo ricordiamo con la splendida canzone creata con i Temple of the Dog, formazione storica nata dal connubio tra Soundgarden e Pearl Jam.

 

 

Grazie Chris per le splendide emozioni che ci hai regalato.

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook