L’amicizia tra Johnny Depp e Marilyn Manson – la verità nera e la profezia di Halloween

Halloween è una festa solo pagana oppure c’e’ un fondo di verità?

Cosa centra questo con la storia di Manson e Depp?

Il nostro capitolo  finale del dossier sulla strana amicizia tra  Johnny Depp e Marilyn Manson

 

Halloween1

Prima di leggere la fine leggi tutti gli articoli precedenti qui:

Johnny Depp e Marilyn Manson, la loro storia: tutti gli articoli pubblicati prima del “gran final”

 

L’amicizia tra Johnny Depp e Marilyn Manson: l’omicidio al locale di Johnny

 

Johnny Depp e Marilyn Manson – Say10 – il suggello di sangue

 

 

Il ragazzo sacrificato la sera al locale

La profezia di LaVey e Marilyn

Marylin Manson frequentava quel periodo Anton LavEy e lo psicomago Alejandro Jodorowski. Questo nome fu ripreso da Lady Gaga  nella canzone Alejandro riferendosi proprio a lui e non ad un fantomatico fidanzato della cantante. Il testo conteneva una serie doppi sensi riferiti allo psicomago.

Questi personaggi a dir poco loschi, oltre ad insegnare concetti distorti sia di magia che di occultismo, frequentavano Marilyn. LaVey insegnò che per ottenere dei beni materiali bisogna offrire dei sacrifici rituali di sangue al Diavolo. La notte preferita dal Satanismo e’ la notte appunto tra il 30 e il 31 ottobre. La festa di Halloween è pertanto una festa celtica con un significato occulto molto importante ma trasformata dal Satanismo di LaVey per fare offerte di sangue. Se da profani pensate che tutto ciò sia senza senso o una casualità vi invito a cercare quanti film siano dedicati a Halloween e quanti omicidi eccellenti siano stati perpretati proprio in quella notte.

Si suppone per logica che Marylin Manson abbia insegnato a Depp le pratiche impartite da LaVey e Jodorowski.

Nel nostro articolo abbiamo evidenziato queste strane coicidenze

L’amicizia tra Johnny Depp e Marilyn Manson: l’omicidio al locale di Johnny

 

Uno scherzo oppure una macambra coincidenza?

Risultati immagini per river phoenix

La vittima della serata

 

Le amicizie negate

Quindi riassumendo la serata: Depp assiste dal palco ad un omicidio/suidicio di un suo conoscente con la totale immobilità dei presenti. Le telecamere non registrano nulla stranamente. Marilyn Manson profetizzava a Depp che un sacrificio di sangue del 31 ottobre avrebbe portato fortuna a lui e al suo locale.  Anche se ciò non è stato dimostrato non possiamo che notare che una serie incredibile di coincidenze.

La cosa particolare, sono in pochi a saperla, che oltre Manson e Depp, sono amici Leonardo Di Caprio e Flea, amici a loro volta di molti personaggi del cinema. Sembrano quasi estranei nel mondo pubblico. Nessuno è stato comunque coinvolto nell’indagine dell’omicidio di River, come se fossero già intoccabili da perfetti sconosciuti. Infatti dalle analisi si appurò che la sostanza che aveva in corpo era stata ingerita tramite un cocktail adulterato. Significa che bevve una sostanza servita nel locale di Johnny e non fu un’overdose a porre fine alla sua giovane vita. Nessuno sa della partecipazione di Di Caprio a quella serata maledetta per esempio. TUTTI I PRESENTI QUELLA SERA  comunque, in maniera fortunosa e magica, divennero famosi a livello mondiale nel mondo della musica e del cinema!

Una fonte come Repubblica cita su quella serata:

Si è trattato di omicidio, forse preterintenzionale. Il sospetto assilla gli investigatori – lo sceriffo e l’ ufficiale sanitario di Hollywood – dalla misteriosa morte di River Phoenix, il James Dean degli Anni Novanta, domenica sul marciapiede del “Viper Club”. Gli agenti continuano a interrogare la clientela del locale, e a esaminare un video della fatale serata girato dal proprietario, Johnny Depp, con telecamere nascoste, per scoprire se qualcuno abbia versato della droga nel bicchiere del giovane divo. La squadra omicidi teme che River Phoenix, 23 anni, figlio di missionari protestanti, ecologo e vegetariano, ma non alieno dall’ uso di stupefacenti, avesse già preso della cocaina..

 

L’amicizia di Johnny Depp è legata con  Marilyn Manson non solo per motivi nobili ma anche per questo sottile legame esoterico e magico nero. Entrambe i personaggi, sia Depp che Manson, mostrano pubblicamente messaggi anche indiretti di occultismo nero e massonico, suggellato anche dal video Say10. Ancora non è chiaro come sia legato Depp anche a Nicolas Cage, che sta svolgendo il ruolo di alterego a Manson, è chiara anche la predominanza di tematiche occulte nei suoi film che esamineremo nel nostro dossier dedicato ai sosia del reverendo.

Hallowen quindi non è solo una festa pagana ma è considerata una ritualità vera con risvolti efferrati. Halloween è stata la notte che ha “iniziato” Johnny Depp al successo con i presenti al suo locale in quella maledetta notte, su indicazioni di Manson, guidato da La Vey. L’omicidio non fu ne’ casuale ne’ causò grande dolore nei clienti del locale, come se tutti sapessero. Johnny fu complice di quell’omicidio?

 

Il nostro dossier proseguirà sull’intreccio tra il vero Manson, Depp e Nicolas Cage nel ruolo di alterego del reverendo.

 

David

 

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

Annunci

Prophet of Rage: il ritorno di Morello e dei Rage Against The Machine

Tom Morello ha nostalgia dei Rage Against the machine?

Pare di sì dato che i Prophets of Rage rincarnano la band che ha modificato il genere metal-rap degli anni ’90!

 

PROPHET RAGE

La copertina dei Prophets of Rage

Nel 1992 c’erano i Rage Against the Machine. Questa band modificò il genere metal e rap fondendolo con un disco che si posizionò altissima anche nelle classifice commerciali del mondo. Killing in the name fu un must dell’epoca. Oggi Tom Morello torna con l’intera line up dei R.A.T.M. escluso De La Rocha, proponendo un disco che rimarca il sound che li ha resi famosi. Il risultato è gradevole e non sembra solo una sterile copia.

 

 

I riff di Morello scuotono ancora accompagnati dalla voglia di rivolta sociale che tanto auspicano. Il simbolo del pugno chiuso sta a significare rabbia controllata? Non sappiamo ma il termine NU-METAL ha come origine l’invenzione di Chuck D e Tom Morello e da quel disco seminale del 1992 ritroviamo tutte le coordinate di questi profeti della rabbia. Per motivi di copyright e di contratto il nome  dei R.A.T.M. non è stato apposto in copertina ma il cd suona come quello con la differenza che il chitarrista ha sfoderato ancora una volta bei riff e ottimi soli di chitarra.

Tracklist

01. Radical Eyes
02. Unf–k the World
03. Legalize Me
04. Living on the 110
05. The Counteroffensive
06. Hail to the Chief
07. Take Me Higher
08. Strength in Numbers
09. Fired a Shot
10. Who Owns Who
11. Hands Up
12. Smashit

Band

Tom Morello: guitar
Tim Commerford: bass guitar, backing vocals
Brad Wilk: drums
DJ Lord: turntables, backing vocals
Chuck D: vocals
B-Real: vocals

Il singolo dei R.A.T.M. del 1992

 

Saltelliamo  e poghiamo!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Lady Gaga comincia a pentirsi davvero?

Lady Gaga sta male fisicamente. Oltre a dimostrare, esattamente come Kate Perry, segni di pentimento per aver aderito e sostenuto il programma del NWO, ha anche sintomi più seri e preoccupanti!

 

 

lady gaga says  illuminati dark forces  have made her ill

Lady Gaga a letto ammalata e disperata

 

Come avevamo preannunciato tempi indietro, chi si associa alla massoneria sovranazionale di carattere occulto, legata fortemente alla pedofilia mondiale non può dormire sonni tranquilli. Per diverse ragioni avevamo evidenziato lo scandaloso legame esistente tra il mondo della musica internazionale, il mondo del cinema e gli appartenenti a questa èlite deviata. Anche l’ultimo caso del produttore Weinstein aveva mostrato un lato “malato” dello star system. Peccato che la situazione sia molto più grave.

Intervistata ad un giornale americano il 23 settembre scorso una dolorante, preoccupata e quasi pentita Lady Gaga vuota il sacco. Non solo. Con delle frasi molto precise trasforma in certezza quello che noi avevamo intuito osservando alcuni video musicali. Se qualcuno pensa che questa è sola fantasia è altrettanto vero che la malattia improvvisa con la conseguente morte  di molti cantanti giovanissimi è una dimostrazione netta che forse la faccenda è molto più complicata.

Il post di Lady Gaga su Instagram:

I have always been honest about my physical and mental health struggles. Searching for years to get to the bottom of them. It is complicated and difficult to explain, and we are trying to figure it out. As I get stronger and when I feel ready, I will tell my story in more depth, and plan to take this on strongly so I can not only raise awareness, but expand research for others who suffer as I do, so I can help make a difference. I use the word “suffer” not for pity, or attention, and have been disappointed to see people online suggest that I’m being dramatic, making this up, or playing the victim to get out of touring. If you knew me, you would know this couldn’t be further from the truth. I’m a fighter. I use the word suffer not only because trauma and chronic pain have changed my life, but because they are keeping me from living a normal life. They are also keeping me from what I love the most in the world: performing for my fans. I am looking forward to touring again soon, but I have to be with my doctors right now so I can be strong and perform for you all for the next 60 years or more. I love you so much.

Lady Gaga rivela nell’intervista quello che noi abbiamo sempre sostenuto. La cantante ha parlato esplicitamente di essersi pentita di aver “venduto la sua anima alle  Forze oscure degli illuminati” e di aver partecipato a “rituali disgustosi”. Gaga, durante la dolorosa sindrome di fibromialgia (FMS), crede che la sua malattia a lungo termine sia il risultato ottenuto per aver permesso alle “forze oscure” di manifestarsi nel suo corpo  da quando “ha venduto la sua anima” agli “Illuminati” nella sua carriera. Crede anche che, come è già successo per altre star, possa morire giovane.

Niente di nuovo per chi conosce le dinamiche che muovono le quinte le marionette internazionali. La “famosa compravendita al Diavolo” è un tema discusso nel mondo della musica. Molti ne hanno parlato esplicitamente come ad esempio il chitarrista Slash in questo video RIMOSSO DALLA CENSURA IN DATA 4/11/2017:

 

 

 

 

Noi auspichiamo ovviamente il meglio ma è chiaro che ottenere il successo facile ha un costo molto elevato. La scia di cantanti ed attori morti in circostanze oscure è molto lunga, abbiamo a che fare con personaggi senza scrupoli su molti fronti.

Aspettiamo nuovi risvolti.

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte

 

 

Marina Abramovic invece di essere indagata o arrestata, viene osannata dai media!

Perche’ Weinstein è stato “massacrato” dai mass media e Marina Abramovic agisce indisturbata?

Marina Abramovic, organizzatrice di festini degli Illuminati, amica di Lady Gaga, nominata nelle mail della Clinton definite Wikileaks, legata fortemente ai fratelli Podesta, collegati a loro volta alla pedofilia mondiale, viene osannata dalla stampa mondiale invece di essere indagata!

 

 

Ecco qualche perla dalla stampa:

 

“Ha dichiarato di essere sempre stata “ossessionata dall’incredibile romantica idea di morire per amore” ; almeno fin da quando, alla fine degli Anni Settanta, ha cominciato a ragionare su un progetto che, solo ora, è pronto a venire alla luce. Marina Abramović, tra le più grandi artiste sulla scena internazionale, annuncia che partirà nell’estate 2015 la lavorazione di un’opera che la vedrà ibridare il linguaggio del cinema e quello della performance. Grazie a complici decisamente speciali.”

 

Stregoneria 3.0: ha quasi settantanni ma non ne dimostra nemmeno cinquanta

“Ora che ho quasi 70 anni, voglio soltanto essere esilarante. E raccontare barzellette. Nel mio paese le barzellette parlano sempre di sopravvivenza”

 

Si è autodefinita “Grandmother of performance art”. E probabilmente ha ragione. Marina Abramović è l’artista contemporanea più famosa per le sue esibizioni spesso estreme, che come minimo si fanno notare, e con lei i concetti di arte, di rappresentazione, di spettacolo sono cambiati. L’eclettica artista serba ama infatti esplorare le relazioni con il pubblico, acutizzare i contrasti tra gli angusti limiti del corpo e le svariate possibilità della mente. Per Marina Abramović, performance e reazioni di chi la osserva viaggiano di pari passo, sono entrambe funzionali allo scopo.

 

Complimenti davvero alla stampa unita nel glorificare questi personaggi.

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

Fonte 1

 

Fonte 2

 

Fonte 3

Tiamat – Wildhoney- sospesi nel tempo

Wildhoney, uscito nel mercato discografico il primo settembre del 1994, rimane ancora un album stupendo dei Tiamat che ha superato la prova del tempo

 

tiamat
La copertina di Wildhoney e  sotto il retro del cd

 

tiamat-wildhoney-2

 

Cita una rivista del settore:

Cosa ha spinto, nel corso dei primi anni novanta, tante band del panorama doom, death e black metal a compiere una radicale metamorfosi con esiti tanto strepitosi quanto imprevedibili?

La mitologia e le tradizioni dell’antica civiltà mesopotamica (Tiamat è una divinità babilonese, la personificazione delle acque salate), e la natura, vista come elemento misterioso, oscuro, potente, divino sono da sfondo a questo capolavoro.

I testi sono tanto complessi quanto affascinati, densi di richiami alchemici, simboli religiosi o magici, il tutto saldamente unito da una propensione a una sorta di disordine mentale, che genera immagini sparse e apparente incoerenti, in cui ricorrono elementi naturali, oggetti comuni mutati e corrotti, e schegge di pensieri allucinati.

 

 

Questo disco è un viaggio indimenticabile senza tempo. Sono pochi i platter che contengono tutte queste caratteristiche di oscurità, gioia, speranza e dolore. Il salto qualitativo e  del genere fatto da parte di questa band dimostra ancora una volta la sensibilità di molti musicisti che nascosti hanno molto da dire. Alcuni  primordiali dischi di Black Metal contenevano parti strumentali e immagini latenti di dolore estremo pronte per essere trasformate. Questo è  il caso dei Tiamat. Schegge di musica immerse in atmosfere quasi surreali, chitarre elettriche e suoni della natura rendono Wildhoney un manifesto musicale per chi vuole e riesce a trasmutare la propria musica.

 

Tracklist

 

  • Wildhoney
  • Whatever That Hurts
  • The Ar
  • 25th Floor
  • Gaia
  • Visionaire
  • Kaleidoscope
  • Do You Dream of Me?
  • Planets
  • A Pocket Size Sun

La Special Edition Anniversary contiene anche:

  • Gaia (video edit)
  • The Ar (redio edit)
  • when you’re in (pink floyd cover version)
  • whatever that hurts (video edit)
  • the ar (ind mix)
  • visionaire (remixed long form version)
  • whatever that hurts
  • the ar
  • in a dream
  • 25th floor
  • gaia
  • visionaire
  • kaleidoscope
  • do you dream of me?
  • the sleeping beauty

 

Band

 

  • Johan Edlund – voce, chitarra
  • Johnny Hagel – basso
  • Lars Sköld – batteria
  • Magnus Sahlgren – chitarra solista
  • Waldemar Sorychta – tastiere
  • Birgit Zacher – voce addzionale

 

Data di uscita: 1994
Etichetta: Century Media

 

 

 

Il viaggio di questo disco è forse questo, una metamorfosi sonora legata al cambiamento.

Capolavoro assoluto da avere nella nostra collezione.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte citata

La battaglia contro gli abusi dei minori di Chris Cornell e Vicky: la delicatezza e la voglia di vita

Chris Cornell e sua moglie Vicky avevano creato una fondazione a tutela dei minori

Questa Fondazione è costata la vita a Chris? Per quale motivo?

log cris

 

Secondo il sito TMD, Chris Cornell e sua moglie hanno istituito la Fondazione Chris e Vicky Cornell per sostenere i bambini abusati sessualmente e collaborato con molte associazioni umanitarie per aiutare i bambini a salvarsi dalle reti di pedofilia.
Nel corso degli anni Cornell, attraverso la fondazione, avrebbe scoperto una rete mondiale di pedofili che coinvolgerebbe anche persone molto note. Delle fonti vicine all’artista hanno rivelato che stava progettando di denunciare e pubblicare i nomi prima di essere stato ucciso. Secondo gli amici di Chester Bennington, Cornell aveva condiviso con lui informazioni “inquietanti” poco prima della sua morte. Potrebbe significare che Cornell abbia condiviso le sue intenzioni e i nomi con il cantante dei Linkin Park?

 

chrisfam

Ma chi erano alcuni di questi personaggi? Chris Cornell voleva che i figli fossero difesi da questi mostri in cravatta?

 

 

 

Ad ognuno le sue valutazioni. Noi abbiamo le nostre certezze.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

Fonte

 

 

 

Sosia e clonazioni di star: è solo una fantasia?

Musicaeanima ha evidenziato come lo star system sia stato manipolato e modificato in maniera artefatta grazie ai sosia

I casi di  Marilyn Manson, Paul Mc Cartney, Eminem, Beyoncè sono esempi inspiegabili, strani e veramente controversi.

In comune hanno l’esistenza e l’uso di cloni o sosia quasi perfetti ma comunque non identici. Altezze, distanza degli occhi, lobi di orecchie e quant’altro non possa essere modificato chirurgicamente erano dimostrazioni palesi ed evidenti dell’uso dei sosia.

Fantasia? Non tanto visto che qualche incongruenza è stata rilevata per la moglie di Trump. Ecco l’integrale articolo di Sky24:

“Melania Trump ha una sosia”: le foto diventano virali sui social

Melania Trump ha una sosia, che sarebbe apparsa in diverse occasioni pubbliche impersonando la parte della first lady accanto all’uomo più potente del pianeta. La nuova teoria complottista è diventata virale in poco tempo sui social network e sul web. Alcuni utenti hanno analizzato fotografie e video, scovando presunte incongruenze e dettagli che dimostrerebbero come la donna che accompagna Donald Trump, in alcuni casi, non sia la moglie ma una sua controfigura. Il Washington Post ha smontato questa tesi.

La teoria del complotto

Tutti i media statunitensi hanno dedicato approfondimenti alla vicenda: Newsweek cita alcune teorie del complotto, secondo cui la persona che si nasconde dietro i vistosi occhiali da sole che di solito porta la First lady non sarebbe appunto la signora Trump ma invece una controfigura. A tradire l’ipotetica falsa Melania sarebbe la forma del naso. Altre immagini mettono a confronto l’altezza dei coniugi. In alcune foto la First lady sembrerebbe più alta del marito, in altre più bassa.

Il video sospetto

In particolare i sostenitori della teoria hanno isolato alcune sequenze di un video che mostra la First Lady accanto al presidente durante un confronto con la stampa sugli aiuti a Porto Rico devastata dall’uragano e sull’accordo nucleare con l’Iran. Nel video Trump chiama in causa la moglie dicendo: “Mia moglie Melania, che è proprio qui”. Una precisazione non necessaria, che secondo i complottisti proverebbe che si è trattato di un tentativo di coprire il fatto che la vera Melania fosse altrove.

Il Wp smonta la teoria

Il Washington Post si è preso la briga di confutare tutte le ipotesi, spiegando come si sono diffuse. Il risultato finale dell’analisi è che non esisterebbe alcuna controfigura.

Anche Clinton accusata di avere una sosia

Non è la prima volta che una First Lady viene accusata di usare una sosia. In passato è successo spesso anche a Hillary Clinton, la quale secondo alcuni complottisti avrebbe usato Teresa Barnwell, una sua imitatrice dal 1993, anche durante la campagna presidenziale del 2016.

 

 

 

Mica avremo ragione nel sostenere che i Governi e lo star system hanno a disposizione tecnologia e chirurgia tali da rendere questi sosia quasi perfetti?

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte

 

 

 

 

W.A.S.P. – Miss you- il sentimento in musica

La band di Blackie Lawless, ha pubblicato da poco tempo il disco “Golgotha”

Oltre ad essere un album eccellente, spicca questa piccola perla dedicata al fratello scomparso del cantante.

Quando ci chiedono qual’e’ il concetto vero di emozione in musica, questa canzone potrebbe rispondere al posto nostro.

 

 

“Miss You”, a testimonianza dello stesso Blackie rappresenta una dedica straziante al fratello Jonathan, morto in un incidente d’auto.

 

Testo tradotto di Miss you (Lawless) dei W.A.S.P. [Napalm Records]

Miss you

Lost inside a room
The priest at the door with news
Said you were gone now I knew
Oooh my world was broken in two
I prayed that you were here
To hold my heart
I’d hide myself in your bed
And cry myself numb

Oh god I miss you
Tell me can you hear me
Oh god I miss you
I can’t scream and I can’t speak
Show me now
Will I ever be free from you

Lost inside my head
I close my eyes and fled
No pain no gain
No death no more
I drown myself in flesh
There’s no way out
No way how
Would you even know me now
I find this thing that I make sing
Can you hear me now

Oh god I miss you
Tell me can you hear me
Oh god I miss you
I can’t scream and I can’t speak
Show me how
Will I ever be free from you

Oh god I miss you
Tell me can you hear me
Oh god I miss you
I can’t scream and I can’t speak
Show me now
Will I ever be free from you
Oh god I miss you

Why did you go and leave me alone
And now I’m running away from my home
No they’ll never know I’m gone
They don’t know how
Know how
Can you hear me now
Oooh can you see somehow
Oooh here’s to new love
From your great beyond
Can you hear me now

Oh god I miss you
Tell me can you hear me
Oh god I miss you
I can’t scream and I can’t speak
Show me now
Will I ever be free from you

Oh god I miss you
Tell me can you hear me
Oh god I miss you
I can’t scream and I can’t speak
Tell me how
Will I ever be free from you

Mi manchi

Perduto dentro una stanza
Il prete alla porta con delle notizie
Ha detto che sei andata, lo sapevo
Ohhh il mio mondo si è spezzato in due
Ho pregato che tu fossi qui
a stringere il mio cuore
Mi sono nascosto nel tuo letto
E piango insensibile

Oh dio mi manchi
Dimmi che mi puoi sentire
Oh Dio mi manchi
Non posso urlare e non posso parlare
Mostrami ora se
Potrò mai essere libero da te

Perduto dentro la mia testa
Chiudo gli occhi e sono scappato
nessun dolore, nessun guadagno
Niente morte, non più
Annego me stesso nella carne
Non c’è via d’uscita
In nessuno modo
Vorresti anche conoscermi ora
trovo questo cosa che mi fa cantare
Riesci a sentirmi adesso?

Oh dio mi manchi
Dimmi che mi puoi sentire
Oh Dio mi manchi
Non posso urlare e non posso parlare
Mostrami ora se
Potrò mai essere libero da te

Oh dio mi manchi
Dimmi che mi puoi sentire
Oh Dio mi manchi
Non posso urlare e non posso parlare
Mostrami ora se
Potrò mai essere libero da te
Oh dio mi manchi

Perché sei andata e mi hai lasciato solo
Ed ora sto scappando dalla mia casa
Non sapranno mai che sono andato
Non sanno come
Sanno come
Riesci a sentirmi adesso?
Oooh posso vederti in qualche modo
Oooh ecco un nuovo amore
dal tuo grande aldilà
Riesci a sentirmi adesso?

Oh dio mi manchi
Dimmi che mi puoi sentire
Oh Dio mi manchi
Non posso urlare e non posso parlare
Mostrami ora se
Potrò mai essere libero da te

Oh dio mi manchi
Dimmi che mi puoi sentire
Oh Dio mi manchi
Non posso urlare e non posso parlare
Mostrami ora se
Potrò mai essere libero da te

 

 

Stupenda!

 

David

 

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Traduzione testo

Il caso Harvey Weinstein: solo la punta dell’iceberg?

La storia del produttore Hollywoodiano che ha molestato molte donne sta riempendo le pagine della cronaca internazionale

 

Come solito i mass media ci fanno vedere solo la punta dell’iceberg e non il blocco sottostante?

 

guinet

Weinstein con l’attrice Gwyneth Paltrow

Dagli Stati Uniti fino ad oggi si sta levando un coro unico di accusa verso il produttore di molestie sessuali alle giovani attrici. Non solo. Il personaggio in questione sembra anche che perseguitasse chiunque si opponesse alla sue scelte e chi scegliesse la strada della denuncia. Noi come Musicaeanima abbiamo ampiamente spiegato anche altre cose che riguardano il mondo patinato del cinema e della musica. Vediamo altri particolari di questa faccenda.

Punto 1- Non è solo Weinstein

Weinstein è uno dei tanti produttori deviati. Il mondo della musica e del cinema sono ambienti saturi di  personaggi conosciuti dediti a pratiche particolari e discutibili.  I nostri  articoli pubblicati recentemente e tutto il dossier sui video prodotti con l’esaltazione della deviazione Monarch indicavano un sistema intero dominato trasversalmente dalla casa produttrice fino al cantante. Abbiamo anche mostrato immagini di parties esclusivi dove attori, cantanti e produttori erano coinvolti in pratiche a dir poco disgustose. Il velo sta cadendo?

Ecco alcuni articoli sul modus operandi  conclamato e ripetuto dal sistema:

Lady Gaga, Marina Abramovic e il party aberrante con gli Illuminati

 

La rivolta di Lady Gaga contro il suo aguzzino? O è solo una messa in scena?

 

“Noi controlliamo Hollywood e la musica, vi elimineremo!”: le scioccanti rivelazioni di Michael Egan

 

L’autore di omicidi eccellenti in ambito musicale – Phil Spector

 

Il caso Kesha: non è ancora libera dal suo aguzzino, il Dr.Luke?

 

 

2- Come funziona il sistema

La cupola del potere illuminato, definiamola così,  funziona al contrario. Sicuramente il produttore Weisten è implicato in qualcosa di serio ma il punto centrale è un altro. Fanno tutti silenzio fino a quando il sistema decide di eliminare la persona diventata scomoda. I motivi possono essere tanti: tradimento, oltraggio alla confraternita massonica di appartenenza, uno sgarbo alla famiglia “illuminata”  ma sicuramente non si tratta di moralità. Si tratta semplicemente di far vedere un velo di purezza in un ambiente che oggettivamente è pieno di fatti davvero indicibili. Purtroppo la verità sembra una fantasia, ma ciò che viene raccontato anche dai video musicali e dai “sopravvissuti” da certe situazioni descrivono degli scenari arrivati al punto di estremizzazione. L’abuso Monarch ha distrutto la vita di molti cantanti, (vedi Ke$ha ad esempio) e il cinema rileva sempre più interviste di attori coinvolti contro la loro volontà in rituali, atti sessuali e festini con finali anche da film snuff.

Gli attori ed i cantanti infastiditi parlano tutti insieme contro Weinstein per convenienza sicuramente ma anche per dissociarsi pubblicamente da tale personaggio a livello massonico. Essendo la maggioranza coinvolta o direttamente o indirettamente, se ci fosse una questione di moralità non sarebbero accadute tante cose.

Se ci fosse una volontà vera di essere persone trasparenti non sarebbero stati spinte tante ideologie distruttive per l’uomo. Ad esempio oggi si avalla e sostiene con naturalezza la teoria del Nuovo Ordine Mondiale tramite il genere gender, la transessualità, la pedofilia “light” e quant’altro proponga di confusionario sul piano sessuale questo ordine sovranazionale massonico. Stesso discorso per il programma Monarch e Mk-Ultra che dalle sue esclusive origini militari è transitato fino agli spettacoli comuni televisivi e con normalità  nei video di moltissimi cantanti.

La domanda più logica a questo punto è:

Perchè Weinstein sì e tutti gli altri no?

 

3- Le denunce

 

Questo è l’elenco dettagliato delle persone che hanno denunciato il produttore americano.

Cara Delevingne, Gwyneth Paltrow,Tomi-Ann Roberts,Asia Argento, Katherine Kendall,  Lucia Evans, Mira Sorvino, Rosanna Arquette, Rose McGowan, Emma De Caunes, Lauren O’Connor, Ambra Battilana, Jessica Barth, Dawn Dunning, Laura Madden, Emily Nestor, Zelda Perkins, Elizabeth Karlsen, Liza Campbell, Lauren Sivan, Jessica Hynes, Romola Garai, Angelina Jolie, Louisette Geiss, Judith Godreche e ultimo il protagonista di Dawson’s Creek, James Van Der Beek.

 

Chi sarebbero questi ricchi e anziani uomini potenti che menziona il famoso attore nel suo Twitter in merito a Weinstein?

 

James Van Der Beek

 

4- L’alta società e la politica internazionale

 

 

Weinstein frequentava i potenti. Eccolo qui in alcune feste, omaggiato da Obama, Clinton e altri senatori. Come mai?

 

 

La Clinton, Obama e altri personaggi “VIP” insieme al tavolo con il produttore pervertito

 

Quel che fanno i produttori televisivi e cinematografici è ormai risaputo da tutti in quell’ambiente malato. Non esiste un termine più appropriato e non è un giudizio sommario. Ognuno può agire nell’ambito della propria libertà personale ma nessuno ha il diritto di abusare di altre persone, siano esse piccole o grandi. Le mail della Clinton nelle Wikileaks avevamo mostrato evidenze di abusi con i fratelli Podesta. Ed eccola sopra anche a braccetto con Weinstein. A dimostrazione che esistono dei personaggi che amano dare “svago” e “divertimento” ai potenti di turno ecco delle foto del produttore con la tanto amata Clinton ed anche con il bravissimo Obama. Come mai nessuno si scandalizza invece di parlare solo di Weinstein?

A riprova che il sistema abbraccia tutto come una piovra, il simbolo massonico usato in 007- Spectre non era a caso. Il mondo della politica è strettamente legato a quello cinematografico e musicale. Anche nell’ultimo video di Katy Perry avevamo mostrato l’atteggiamento cannibale di questi signori, persone sanguinarie senza scrupoli. Dovrebbe essere normalità questa?

https://neovitruvian.files.wordpress.com/2016/03/spectre1.png?w=723

Il simbolo della Piovra con i suoi tentacoli

 

 

5- Nostre conclusioni

 

  • Come mai nè Obama nè  la Clinton hanno difeso il loro “amico”?
  • Come mai non vengono indagati e resi pubblici anche i nomi di altri produttori cinematografici e musicali coinvolti in pratiche deviate?
  • Come mai tanto clamore per uno solo e silenzio assoluto per gli altri?
  • Come mai anche la Clinton come Obama non vengono nemmeno sfiorati dai media, solo pronti a demolire Trump?

La risposta è quanto mai semplice:

Chi tradisce il loro ordine viene seppellito, chi rimane nel silenzio viene tutelato.

I media principali difendono sia questi personaggi famosi che il loro ordine massonico. Quindi si punta il dito sul personaggio da massacrare di turno, Weinstein in questo caso, dopo si ignora tutto il resto. Ovviamente non stiamo difendendo Weinstein ma stiamo semplicemente indicando la totale falsità dello star system, pronta a puntare il dito contro uno solo, ma mai contro il sistema e i politici coinvolti.

Lo squallore che fa da contorno a questo mondo patinato esteriormente è semplicemente spiazzante. Weinstein è la punta dell’iceberg, il blocco sottostante ipotetico è formato da altri personaggi come attori, cantanti, registi e produttori dediti in maniera sfacciata alla pedofilia.

 

Ad ognuno le sue valutazioni.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

 

Fonte corsivo

Sinfonia della paura parte IV – IT Soundtrack

IT – il remake horror di Stephen King – al cinema

 

Soundtrack ancora una volta… da brivido!

 

 

 

Le precedenti parti:

 

Sinfonie della paura – Parte I- Bernard Herrman

 

Sinfonie della paura – Parte II-

 

Sinfonie della paura – Parte III

 

 

Sperando che il clown non venga a trovarci stanotte, buon ascolto, al buio se avete coraggio!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook