Trouble – Plastic Green Head – stoner d’autore

Nell’autunno del 1995 i Trouble pubblicarono un capolavoro stoner-heavy

Ventidue anni che sanciscono ancora una volta la bontà di un disco che rappresenta un “sempreverde”

 

plasti44

 

Recensione

I Trouble erano autentici. Avevano un approccio più meticoloso e stonato, sacrificando le atmosfere più oscure, supportate da un riffing metallico e da ritornelli azzeccati. Il disco non cedeva in nessuna parte. Ancora oggi, seppur confrontato con produzioni più potenti, non sfigurerebbe affatto.

Le prime tracce sono in pieno Trouble vintage style. Il riff allegro e commovente della traccia del titolo, che apre l’album,  Plastic Green Head è  grande musica heavy metal e la voce distintiva di Eric Wagner suona poderosa. Il coro è particolarmente sorprendente il solo finale che chiude la canzone è veramente bello.

 

A seguito di questa impressionante apertura arriva una canzone ancora più memorabile. The Eye è una canzone che tuona, guidata da un riff ricercato, splendidamente pesante.  Impossibile dimenticarla.

 

 

 

Flowers è  una canzone molto morbida e rilassata rispetto alle altre. Bella, che spezza l’aria del disco. Opium Eater  è soddisfacentemente pesante, con un riff in entrata degno dei migliori Black Sabbath.  Hear the earth  è supportata un riff molto brillante e presenta il solo di wha wha lungo e ripreso più volte. Below me è una canzone doom con chitarre serrate e una grande voce di Eric Wagner che sovrasta le partiture. Segue poi  Requiem, lasciva, lenta ballad in armonia con l’atmosfera del disco Nel finale spicca una cover dei Beatles Tomorrow Never Knows,  ricreata con le chitarre elettriche in maniera molto particolare. La bonus track Till the End of Time è una powerballad delicata e speranzosa che si fa potente al ritornello. Ha un coro molto catchy e un organo di sottofondo. Il solo finale di chitarra è molto bello.

 

La copertina e il retro del cd

 

 

Tracklist

  • Plastic Green Head – 3:35
  • The Eye – 4:20
  • Flowers – 4:20
  • Porpoise Song (Gerry Goffin, Carole King) – 4:42
  • Opium – Eater – 4:25
  • Hear the Earth – 3:59
  • Another Day – 4:53
  • Requiem – 4:53
  • Below Me – 2:44
  • Long Shadows Fall – 3:38
  • Tomorrow Never Knows (John Lennon, Paul McCartney) – 5:23
  • Till the End of Time – 4:09 (bonus track)

 

Se stai cercando una bella dose di metallo stoner, lo troverai proprio qui in Plastic Green Head. Ci sono molti riff memorabili con cori e ritornelli validi. Disco ancora potente e gradevole dopo tanti anni, emozionante.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...