I Vip, i politici e i produttori – Comincia la paura dell’arresto?

La marea di segnalazioni da parte di persone “normali” sulle aberranti mail tra la “produttrice”- “artista” Marina Abramovic e il facciendiere politico Podesta comincia a far stringere i tempi.

 

Nel totale silenzio dei nostri media sta avanzando la paura di essere arrestati!

I media italiani sono costretti a non parlare per evitare di coinvolgere personaggi nostrani di spicco, come membri del Vaticano e alcuni della classe politica che conoscono i fratelli Podesta. Solo Maurizio Blondet ha avuto la forza, come giornalista, di scrivere in merito a questi avvenimenti e anche lui è stato bellamente ignorato.

Scrive un giornale americano:

Police: Imminent Arrest Of 50 Elite Pedophiles Will Send Shockwaves Through Washington

 

DC-pedophile-bust-678x381

Washington D.C. police are preparing to arrest 50 high profile politicians they say are connected to an elite pedophile ring in the Capitol.

Le prove di queste feste e la reazione della Abramovic

La pagina dell’artista è stata oscurata da Twitter, la stessa dove si vantava dei suoi festini chiamati Spirit Cooking. Presente come un’ombra, lei è la connessione tra la classe politica in via di arresto, i produttori musicali e cinematografici. Nelle foto e nei filmati oltre a varie simbologie pagane, la presenza dei bambini era una costante.

Account sospeso

Questo account è stato sospeso. Scopri di più sul perché Twitter sospende gli account oppure torna alla tua cronologia

 

 

La fonte originale delle mail, attenzione

Riportiamo in originale i link e le mail a dimostrazione che queste sono pubbliche, accessibili e ben chiare.

Very Disturbing Thread Between Podesta and Marina Abramovic

 

Copied from /pol since no coverage here

Here’s a condensed gem, so that you can have a taste of how really terrifying the rings of people we are uncovering are.

Here’s an Email between Tony Podesta and Marina Abramovic https://wikileaks.org/podesta-emails/emailid/15893 In it, they invite Podesta to a “Spirit Cooking” dinner that’s happening at Tony’s house.

Looking up the woman, gets you her webpage and a graphical book she created. http://www.editionjs.com/img/abramovic/ (Archive: http://archive.is/15yMm)

And a youtube link on what “Spirit Cooking” actually is by Marina Abramovic herself. https://www.youtube.com/watch?v=3EsJLNGVJ7E (Archive: https://vid.me/EPlE)

And to top it off this lady has TED Talks, interviews with James Franco, connections to JayZ (performing for Hillary in a few days) and well-known in the NY art scene, whatever that means

La mail dell’invito:

Fwd: Dinner

 
 
 
 Nel frattempo oltre al buon giornalismo svolto da pochi in quest’ambito, aspettiamo nuovi risvolti. Ovviamente dalle nostre reti non sapremo nulla, è più importante parlare di “Spelacchio”.
David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Annunci

“L’uomo che fissa le capre”e il programma Monarch

Nel 2009 usciva un film strano, quasi incomprensibile, con George Clooney

Il film raccontava le vicende di un soldato che riusciva a fissare le capre e le comandava al suo volere tramite alcune tecniche.

 

locandina-L-uomo-che-fissa

 

Si scopre a distanza di qualche anno che quella pratica ha un origine vera, militare ed è collegata ai poteri Mk Ultra e al controllo Monarch, transitato con innocenza nei video musicali.

 

Il Col. Alexander è un esperto nell’arte del controllo mentale e ha ispirato in parte anche lui il libro L’uomo che fissa le capre e quindi il relativo film che ne è stato tratto. Egli è stato infatti uno degli uomini di fiducia del Gen. Albert Stubblebine di cui parlo successiva- mente in questo libro. Alexander ha ricevuto inoltre il National Award for Volunteerism dal Pres. Ronald Reagan in persona nel 1987, e l’Aerospace Laureate Award per la Aviation Week nel 1993 e nel ‘94. Attualmente come vi ho già detto vive a Las Vegas con i due figli e la moglie Victoria Lacas Alexander che si occupa guarda caso di abduzioni aliene. I due hanno lavorato per il National Institute of Discovery Science (Nids) creato e finanziato per anni da un altro “strano” personaggio” il bilionario Robert Bigelow. Si tratta di una di quelle figure sconosciute ai più legata anima e corpo agli illuminati e al satanismo di Aquino e soci, ma anche all’industria aereospaziale in cui opera il Colonello Alexander con cui si è unito per anni nello studio dell’ufologia e del paranormale che molti dicono venga usato per coprire gli elementi più occulti degli esperimenti del gruppo e le loro pratiche sataniche”

 

Il film con la simbologia Monarch da sfondo evidenziata

 

Ancora una volta il collegamento tra la manipolazione Mk Ultra- Monarch e i mondi del cinema e della musica sono ben evidenti. Le pellicole anche datate mostravano un incoraggiamento a queste pratiche.

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte

 

Metallica – Mozart (Symphony No. 40 – MOZART HEROES- Metallica “Enter Sandman” Classic

Musicisti che amano la musica a 360°ed eseguono dei classici dell’hard rock e metal

 

I Mozart Heroes in una incredibile cover di una canzone storica dei Metallica eseguita con strumenti classici

 

 

 

 

 

Buon ascolto!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Un piccolo fuoriprogramma: “Una poltrona per due”- l’interpretazione

Un piccolo fuoriprogramma su questo articolo scritto da me e pubblicato gentilmente da Jervè della redazione del suo blog .

 

NESSUNA POLTRONA PER 2

una-poltrona-per-due

 

Un classico film che viene mandato in onda la vigilia di Natale è “UNA POLTRONA PER DUE” (TRADING PLACES) con Eddie Murphy e Dan Aykroyd.

Il film del 1983 diretto John Landis è una pellicola definita come commedia. Se da una parte si ride molto per le battute di Eddie Murphy dall’altra si assiste alle disavventure di Dan Aykroyd chiamato nel film Louis, che in pochissimi giorni si trova da ricco a nullatenente senza un dollaro in tasca, vittima di un complotto.

Quest’anno ho cercato di rivederlo, capire per rispondere alle seguenti domande: “Perché questo film è stato scelto per il classico film di Natale? Solo da noi viene mandato in onda oppure anche da altre parti?
Vediamo la spiegazione della stampa: “Non c’è Natale senza… Oddio, in realtà non c’è una cosa che rappresenti l’essenza del Natale senza creare contrasti, da panettone contro pandoro a presepe contro albero. Sono davvero poche le cose che mettono d’accordo quasi tutti e tra queste ce n’è una particolarmente cara al pubblico della televisione: la sera della vigilia con “Una poltrona per due” su Italia1 tv.

La commedia, una rivisitazione moderna della fiaba del ricco (l’uomo d’affari Dan Aykroyd) e il povero (il senzatetto Eddie Murphy) ambientata a Philadelphia, è un appuntamento fisso di tutte le vigilie.

E quando diciamo tutte intendiamo davvero tutte. Negli ultimi 18 anni, la pellicola di culto con Eddie Murphy e Dan Aykroyd è stato il film della vigilia per 11 volte. E gli altri 7 anni si è guadagnato la sera del 25 dicembre (come la prima volta, nel 1997) o serate vicine, come il 23 e il 26.

E pensare che non è neanche un film natalizio: nelle sale americane, tanto per capirci, uscì l’8 giugno del 1983. Ma ormai, a modo suo, è diventato un simbolo del Natale. Ma come mai tutto questo successo? «Scegliere sempre lo stesso titolo è un’intuizione che ho ereditato da chi mi ha preceduto – spiega la direttrice di Italia 1, Laura Casarotto – ma credo che funzioni perché a Natale vogliamo sentirci raccontare sempre la stessa storia: ai bambini si parla di Babbo Natale e anche i più grandi vogliono la loro storia».

A spingere il canale verso una programmazione “tradizionalista”, poi, c’è di sicuro anche una ragione economica: costa molto meno mandare in onda un classicone, al posto di spendere per i diritti di qualche nuovo titolo. Ma in tv si chiudono i programmi dopo una sola puntata se gli ascolti vanno male, quindi non bastano i costi contenuti per spiegare la scelta di Italia 1. Nonostante il film sia sempre lo stesso da anni, infatti, il gradimento rimane alto: l’anno scorso il film è stato visto da 1 milione e 845 mila spettatori (10.23% di share) e nel 2013 da 2 milioni e 354 mila (11.87%). Quasi il doppio, pur facendo le debite proporzioni legate alle fasce orarie, della media di ascolti del canale, che nell’ultimo anno si è fermata al 5,99% di share.

Agli ascolti si aggiunge il fenomeno di costume: su Facebook c’è addirittura una pagina con più di 3000 fan che si ritrovano per commentare in diretta l’evento. Così, anno dopo anno, Dan Aykroyd perde il lavoro come sempre, Eddie Murphy viene proiettato dalla strada al mondo dell’alta finanza e dopo mille peripezie tutto si conclude con un happy end, ma non prima che uno dei due protagonisti si ubriachi e cerchi di suicidarsi con addosso un abito da Babbo Natale: «È una contro-favola – continua Casarotto – con un lieto fine ma tanti elementi comici e dissacranti, come il resto della nostra programmazione natalizia, che comincia con il Grinch e finisce con i Gremlins».

Insomma, niente vischio e buonismo: il pubblico preferisce i cari, vecchi, anni ’80.

Bene, il film viene proiettato non solo nel nostro paese per la vigilia di Natale. A rotazione viene mandato in onda anche negli States. A questo punto ho capito che forse ho una versione un po’ diversa: dovevano transitare NECESSARIAMENTE un messaggio importante anche in questo insospettabile film.

 

Cosa trasmette UNA POLTRONA PER DUE a livello più profondo?

 

Una_Poltrona_Per_Due2

Confrontiamo la trama ufficiale

Film del 1983 diretto da John Landis. Trama: i due soci della Duke & Duke di Filadelfia, una delle società di brocheraggio più importanti d’America, fanno una scommessa, per un dollaro. Riuscire a scambiare le vite di due sconosciuti agli antipodi della società: un manager di successo, bianco con uno spiantato, senzatetto, nero. Il manager che verrà scelto è Louis Winthorpe III (Dan Aykroyd), uno dei più brillanti agenti di cambio della società Duke & Duke. Il nero senzatetto è invece Billie Ray Valentine (Eddie Murphy), falso reduce del Vietnam che viene arrestato dalla polizia. Billie Ray riuscirà, in breve tempo e con successo, a prendere il posto del brillante agente di cambio che invece si trasformerà in un deliquente di strada. La vita dei due sarà comunque destinata a cambiare di nuovo quando, insieme, scopriranno di essere stati i soggetti di un esperimento dai fratelli Duke.

La spiegazione Finanziaria del film è così esposta dal blog di IL POST.IT:

Cosa sono i Futures. I Duke avevano corrotto un commissario per farsi consegnare in anteprima un rapporto sui raccolti delle arance. Sapendo in anticipo come stava andando la produzione di arance, i Duke avrebbero potuto comprare dei contratti Futures per speculare in borsa. I Futures sono dei contratti per cui due parti si accordano per scambiare, in una data futura, una certa quantità di merce a un prezzo prestabilito. Nei Futures chi vende sta scommettendo che il prezzo della merce scenda in futuro: se così sarà, gli basterà comprare la merce sul mercato poco prima della data di scadenza e poi incassare la differenza di prezzo tra quanto l’ha pagata e a quanto la vende secondo il contratto. Chi compra fa invece la scommessa inversa: se il prezzo si sarà alzato, gli basterà rivendere subito dopo la data di scadenza quello che ha comprato con il Future e incassare la differenza. La scena finale. Vedendo in anticipo il rapporto sui raccolti di arance, i Duke potranno sapere se nell’immediato futuro il prezzo delle arance – in realtà nel film si tratta di un prodotto derivato, il succo di arancia – salirà o scenderà e quindi stipulare dei contratti Futures di conseguenza. Winthorpe e Valentine riescono a intercettare il commissario che deve consegnare il rapporto ai Duke e scoprono che nel rapporto c’è scritto che nonostante l’inverno rigido il raccolto delle arance è andato bene. Se il raccolto è andato bene vuol dire che ci saranno tante arance, quindi il loro prezzo scenderà immediatamente dopo l’annuncio ufficiale. Winthorpe e Valentine fanno arrivare ai Duke un falso rapporto con l’informazione inversa: i raccolti sono andati male e quindi il prezzo salirà. Ricevuto il rapporto i Duke investono tutti i loro soldi in contratti Futures come compratori, altri agenti di borsa li copiano e quindi il prezzo inizia ad alzarsi; a quel punto Winthorpe e Valentine vendono moltissimi Futures nei minuti precedenti all’annuncio ufficiale del ministro dell’Agricoltura. L’annuncio conferma quanto scritto nel rapporto: i raccolti delle arance sono andati bene. A quel punto tutti vogliono vendere e Winthorpe e Valentine sono ben contenti di comprare da tutti a prezzi ribassati – tranne che dai Duke, che perdono tutti i loro soldi.

La possibile interpretazione archetipica del film

Bene, dopo queste due spiegazioni interpretiamo archetipicamente il film UNA POLTRONA PER DUE: i due ricchissimi DUKE e DUKE broker affermati, sono persone fredde senza nessun personale affetto. Sono snob che affemano la loro ricchezza con parole di disprezzo per chiunque specie per i loro dipedenti.
Rappresentano una parte dell’elite che domina il mondo in questo momento: affaristi ricchissimi che operano in Borsa disonestamente e che abusano della loro posizione.
I Duke & Duke hanno alle loro dipendenze un losco figuro, chiamato Clarence Beekse che risulta beneficiario dei pagamenti dell’azienda e al quale lo stesso nipote dei DUKE, Louis Winthorpe III, non riesce a capire la sua funzione.

Infatti Beeks riesce ad incastrare in modo fraudolento Louis, corrompe la polizia, dichiara il falso piu’ volte e riesce ad ottenere delle relazioni sui raccolti prima che venga diffusa notizia ufficialmente. Segno che il Beeks ha a sua volta corrotto persone dello Stato per ottenere quelle informazioni preziose per i suoi datori di lavoro.

Il valore della vita per un dollaro

I fratelli Duke scommettono per un solo dollaro sulla vita di due persone, quella del nipote Louis e quella di Valentine. È questo il nocciolo del film e ben rappresenta lo status dell’elite che non da alcun valore alle vite delle persone.
Infatti utilizzando menzogne, corrompendo, fanno sembrare un ladro il loro stesso nipote davanti all’HERITAGE CLUB. Louis cade anche a livello esoterico, verso un risveglio che gli farà accorgere che effettivamente non ha nessun affetto vero intorno. Infatti la fidanzata lo lascia subito l’arresto e gli amici gli girano le spalle deridendolo proprio al Club Heritage. La risalita economica di Louis e’ accompagnato da un brusco risveglio che gli cambierà anche i modi di fare.

Continuando arriviamo al preavviso più vecchio che è stato inciso su pellicola sul famigerato 9- 11 (o undici settembre).

Infatti sono molte le pellicole esaminate che mostrano la data dell’undici settembre come preavviso di questo evento (in disonore) ma sono tutte successive a questa datata 1983!
Cercatele nei film, cercate nei blog ce ne sono molti .

 

Cosa contiene questa piccola parte del film? Vediamo:

 

  • Il taxi che si ferma ha sulle fiancate i numeri separati 11/9.
  • I due attori sono sotto le Torri Gemelle e viene fatta un’inquadratura dal basso verso l’alto.
  • Louis dichiara: “Nessun avvenimento precendente può prepararti alla carneficina al quale assisterai tra poco”. Il dialogo è applicato alla battaglia finanziaria che si sarebbe consumata da lì a poco ma le parole risultano sporporzionate all’evento stesso.

Ma non è sproporzionato all’evento dell’11 settembre! Infatti ascoltate bene le parole ed applicatele a quel giorno e guardate le due torri. Qual’è l’ulteriore conferma del preavviso della data? Appena  i due attori entrano dentro la Borsa, viene inquadrato l’orologio e a che ora sono posizionate le lancette? Alle 9 e 11!

Conclusioni

Ma come mai vengono indicati sempre questi numeri? Perché proprio le Twin Towers? Facendo finta che sia tutta una combinazione perché proprio quei numeri e quel luogo?
L’esperienza ci insegna che molti film hanno “preavvisato” (in disonore) quello che sarebbe accaduto.

Il film è il mezzo principale per il transito di messaggi nascosti. Cercate e vedrete che tutte le opere cinematografiche di un certo rilievo, prima su tutte THE TRUMAN SHOW, transitano messaggi VERITIERI mascherati da fantasia. Ancora una volta ci troviamo davanti alla verità spacciata per divertimento, un’arma arcontica di cui consiglio di tener conto ogni volta vedete un dvd. La cosa sconcertante che la pellicola e’ del 1983, non pensiamo che sia una coincidenza visto che molti altri film imprimevano nel nostro immaginario questa data chiamata “9/11”.

Personalmente osservare in questo modo il film ci insegna ad aguzzare la vista per bene e a non dormire esotericamente parlando. La morte  sociale, la rinascita del protagonista e la dualità rappresentata in copertina mostrano il percorso esoterico di ritorno alla vita. I personaggi principali, i Duke, rappresentano l’èlite bancaria senza alcun sentimento umano che usano la vita delle persone.

Riguardate il film con questi occhi, anche se il finale lo conoscete tutti, ricordate che tutte le pellicole che vengono proposte dal sistema a rotazione in maniera regolare, contengono MESSAGGI fondamentali a livello archetipico ed esoterico.

Non voglio demonizzare questo film anzi, “Una poltrona per due” rimane un grande cult, definito come commedia ma di fatto nasconde qualcosa in più!

 

 

 

David

Seguici anche qui

 

 

L’inchiesta delle IENE: il mondo deviato della musica approda nel mainstream italiano

Sono passati  ormai pochi giorni dopo il servizio de Le Iene Show sul ragazzo abusato e il nome del possibile cantante violentatore, famoso italiano

 

abusi iene

La Iena Veronica Ruggeri

Come abbiamo indicato dopo il caso Weinstein era solo questione di tempo. Noi non sappiamo se effettivamente il ragazzo in questione abbia detto o meno la verità, ma in ogni caso ha descritto un MODUS OPERANDI ben preciso.

Le Iene anche in questo caso, hanno lanciato il sasso e nascosto la mano dicendo a metà le cose. Inoltre il loro esperto chiamato in causa faceva la diagnosi psicologica al ragazzo molestato come se dovessero certificare lo stato mentale. Tralasciando questo, il sistema sta crollando. Dopo aver tenuto la bocca chiusa, i sopravvissuti ad esperienze drammatiche cominciano nell’opera di disclosure mondiale. L’èlite musicale e cinematografica è alle strette e dal mondo dello spettacolo si arriverà a quello politico. Se questo è scioccante, questo spaccato di realtà vissuto da questo ragazzo è solo un assaggio.

I passaggi fondamentali

 

Ecco le parole di Matteo a Le Iene:

il cantante mi ha invitato nella sua stanza, ha iniziato ad accarezzarmi, fino a che non mi ha aperto i pantaloni. Io sono rimasto ghiacciato, immobile, mi sono reso conto che mi avrebbe fatto una cosa che non mi sarebbe piaciuta.

Matteo continua il racconto in lacrime:

ad un certo punto ha tirato fuori dalla tasca un preservativo, mi ha fatto girare e mi ha penetrato. Sono stati i 5 minuti più brutti della mia vita. Io non provavo alcuna attrazione verso di lui. Quando ha finito, mi ha chiesto di andare via perché stava arrivando la moglie.

 

Le origini di queste deviazioni

 

Lo stupro o l’abuso di persone praticamente sconosciute, minorenni è una pratica ritualistica di origine massonica e deviata. Non si tratta quindi solo di omosessualità minorile ma riguarda la freddezza e la brutalità. Quello stesso cantante, il nome ad oggi non è stato rivelato, è poi andato in televisione per essere inneggiato ed onorato.

Provocare dolore a persone che non ci hanno fatto nulla ha origine da una pratica Mk-Ultra. Sostanzialmente si sfoga il sadismo e si prova piacere nel dolore emotivo o fisico. Rimaniamo in attesa di sviluppi anche se molto probabilmente i media ignoreranno tutto come solito. Infatti la loro complicità nel coprire i personaggi famosi è netta.

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte

 

Fonte

Star Wars Main Theme – Galactic Empire

Mentre al cinema fa discutere il controverso Star Wars Episodio VIII, ecco una singolare esecuzione del Theme principale, da parte dei Galactic Empire (Cantina Band)

 

 

 

 

 

Buon Ascolto!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

Monumenti e risonanze : Il tempio di Salomone e il bodyprint

Dopo aver visto il potere delle Piramide a livello acustico, leggiamo ancora in merito ad altri tipi di particolarità sonore utilizzate nel passato

 

Il Tempio di Salomone e il mistero del Bodyprint

 

 

Hiram Abif, per esempio, era l’architetto del Tempio di Salomone. Riguardo alla sua morte si racconta che fu ucciso da due suoi operai perché non voleva rivelare i segreti di mastro muratore e della “parola segreta”, ossia il nome di Dio.

 

hiram

Hiram Abif sulla sinistra

 

I Templari, indagando riguardo alla vicenda che sapeva di metafora, trovarono i manoscritti degli Esseni di un antichissimo rituale risalente all’epoca dei primi Faraoni.

Si celebrava una cerimonia, quando il faraone era sul punto di morire, allo scopo di trasmettere il suo potere al successore. Si nota, nella storia, una partecipazione degli Hyksos, che si pensa fossero semiti, apparsi in Palestina e in Siria, che in seguito raggiunsero il controllo sull’intero Egitto. Verso la fine del periodo Hyksos vi fu uno scontro tra la dinastia legittima, rappresentata da Seqenenre ed Apepi I, sovrano degli Hyksos, noto col nome di Apophis, il maligno dio serpente egizio.

È Seqenenre a morire come l’architetto. Quando Emil Brugsh rinvenne la mummia del re dovette constatare che presentava la fronte spaccata, una frattura dell’orbita destra, del naso e lo sfondamento dell’osso mastoideo, fino alla prima vertebra del collo. Come era stato descritto nella storia riguardante Abif.

Le affinità massoniche

Simbolicamente tutto questo si ripete in una cerimonia massonica. Quindi esistevano segreti relativi ad una cerimonia di iniziazione che comprendeva la morte simbolica dell’iniziato, seguita dalla sua resurrezione, strettamente collegata alla rettitudine morale, simbolizzata nell’edificio del Tempio, come in Egitto. Manoscritti orientali parlano di un maestro di nome Yuz Asaph, che per alcuni corrisponderebbe allo stesso Gesù, sopravvissuto alla crocifissione, che viaggiò in oriente per portare il messaggio alle dieci tribù di Israele, identificate con il popolo Afgano e con gli abitanti della zona del Kashmir.

La tomba di Asaph si trova a Srinagar e si dice che contenga i resti del presunto Gesù.

A questo punto il nostro viaggio ci porta in India, ai piedi dell’Himalaia, vicino al Kailash, nella Valle del Kashmir, alla porta del Tempio dei Giudei, ove si troverebbe l’impronta del “Signore”. Siamo davanti ad una porta che si apre davanti a impensati scenari, le cui strade si diramano in varie direzione verso l’infinito. Sono strade che portano a concludere che se alla base di tutto esiste una bassa frequenza, una serie di ultrasuoni che producono vibrazioni simpatiche, si può cercare di fornire alcune spiegazioni riguardo ad alcuni fenomeni, o quantomeno ipotizzare che tali frequenze o vibrazioni siano il mezzo per provocare tali fenomenologie.

Le trasmissioni radio televisive, le comunicazioni telefoniche, utilizzano già queste onde di frequenza che viaggiano nell’etere, avvalendosi poi di satelliti e ripetitori che amplificano e trasmettono il segnale in ogni punto del pianeta. Un radio messaggio inviato anni fa nello spazio per farci conoscere agli altri ipotetici abitanti dell’universo, sembra abbia già avuto una risposta sotto forma di Crop Circle.

I crop circle

Indirizzando determinate frequenze in un preciso punto si potrebbe far assumere, dall’erba o dalle spighe di grano, precise figure, interferendo con le onde elettromagnetiche del luogo e dei vegetali?

Abbiamo detto che queste onde, frequenze, o “vibrazioni simpatiche”, possono influenzare e alterare le onde cerebrali, si può facilmente desumere, o forse qualcuno preferisce “ipotizzare”, che utilizzando una frequenza si può trasmettere nella mente di una persona, sintonizzata sulla stessa lunghezza d’onda, immagini visibili solo dal soggetto interessato pur trovandosi in mezzo ad altri. Così si crea il noto fenomeno delle “visioni”? Non è poi molto assurdo: ognuno di noi possiede certo una “frequenza personale”, quella che è stata definita “bodyprint”, le frequenza della vibrazione del nostro corpo, un impronta corporea personale che può essere monitorata attraverso un satellite.

La radioestesia pone in risalto tutto questo e fornisce una prova indiretta che questo corrisponde al vero, evidenziando che ognuno di noi reagisce in modo diverso al cambiamento climatico, al vento, al caldo, al freddo, alle radiazioni cosmiche, ai colori, ai suoni. Si è venuta a stabilire una nuova forma di riconoscimento, dal momento che si manifestano variazioni individuali nel nostro organismo, in relazione al campo elettromagnetico nel quale siamo immersi.

Concludendo, siamo circondati e viviamo in mezzo a “frequenze”, solo trovando quella a noi più consona troveremo il perfetto equilibrio. Dobbiamo presupporre che gli antichi ne erano a conoscenza, come dimostrano i monumenti che ci hanno lasciato in eredità; forse essi avevano trovato la “giusta frequenza”, quella che governa e regola l’intero universo e le forze che in esso interagiscono.

Nel Tempio di Salomone, grazie agli scritti di Hiram Abif,  erano utilizzati fondamenti di musica adattati per i rituali di carattere massonico, usati ancora in tutto il mondo.

 

 

 

Corsivo  e foto David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Fonte

I Metallica e i dischi rimasterizzati – la rinascita di Saint Anger?

In uscita in formato CD e su You Tube delle versioni remixate dei Four Horsemen tra le quali  Saint Anger

 

A parte un grandioso Master of Puppets che non aveva bisogno di presentazioni, abbiamo dell’incredibile forse per il disco più brutto dei Metallica ovvero Saint Anger.

Se la maggior parte dei fans lo consideravano un esperimento malriuscito, con l’assurda batteria suonata e mixata in maniera inascoltabile per volere di Lars Ulrich, ora nel nuovo remix le cose cambiano. Il disco ha un nuovo suono e appare molto meno inascoltabile rispetto alla versione originale. Anche alcune chitarre sono state modificate insieme ai cori.

 

Il remix di Saint Anger

 

 

Buon ascolto!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Musica ed umorismo: John Lennon oppure Harry Potter?

La seguente storia fa ridere da una parte e piangere dall’altra

Praticamente un tipo ha appeso nella casa questo quadro di John Lennon

john lex

 

e la sua amica ha detto:” Bello il quadro di Harry Potter!”

Risate a parte, l’ignoranza musicale attuale è devastante.

Fire

Buona musica!

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook