Myrkur – “Mareridt“ -oltre le aspettative

E’ questo il disco più innovativo del 2017?

Apriamo il 2018 con il platter più pazzesco che ci sia capitato per il molteplice turbinio di sensazioni suscitato!

myr1

La copertina del disco Myrkur Mareridt

 

Quando capitano sotto mano dei dischi di questo genere, non possiamo altro che pensare che c’e’ ancora innovazione e passione nella Musica. Un incredibile viaggio sonoro accompagnati da una voce pazzesca, ci portano per mano in luoghi magici fino a farci passare i brividi lungo la schiena. Come se fossimo stati abbandonati in una foresta incantanta Amelie Bruun canta e grida la sua speranza ma anche il suo dolore.

 

myr 2

La cantante e strumentista Amelie Bruun

 

Il disco è un ponte tra generi diversi. Le prime reminescenze che ci sono venuti in mente sono i primi The Gathering, con sonorita’ alla Sólstafir toccando cori pop, folk, incredibili fusioni con archi  e tastiere, sfiorando dei momenti  sulfurei e disperati. Una Musica senza etichetta eppure vincente davvero.

Qualcuno l’ha catalogato come un black metal commerciale ma non è nulla di tutto ciò. La bella danese mischia infatti sfondi sonori da remiscenze dal metal estremo, tanto che la one band è stata recensita da riviste del settore. Lei ci ricorda vagamente una wicca, una strega dei boschi dedita alla magia. La sensazione a volte è quella suscitata dalle atmosfere dei film horror ma magicamente trasformate in qualcosa di bello e positivo. Forse è anche difficile da spiegare la dualità di questo disco.

Ovviamente la bocciatura è stata dietro l’angolo  da parte di riviste specializzate metal, avendo valutato questo disco solo da punto di vista metallico ed estremo mentre il progetto è veramente bello ed emozionante. Mareridt incarna cosa potrebbe essere la musica estrema che tocca il pop, passando per il folk e questo ovviamente non piace ai puristi. Le chitarre ripetitive utilizzate per fare da muro per la voce di Amelie non potevano essere altrimenti semplicemente perchè il colore del timbro della cantante avrebbe riempito le nostre orecchie in maniera stupenda.

 

 

 

 

Tracklist

  1. Ravnens Banner
  2. Frosne Vind
  3. Må Du Brænde I Helved
  4. Latvian Fegurð
  5. Dybt I Skoven
  6. Nattens Barn
  7. Ulvesangen

 

Band

Amelie Bruun tutte le composizioni e gli strumenti

 

 

Un disco molto bello senza altri termini!

 

Buon ascolto!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Myrkur – “Mareridt“ -oltre le aspettative

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...