Bono Vox chi è veramente? Parte III- Il suo amico Soros e l’evasione fiscale

Bono Vox usato come spot commerciale per l’agenda Soros?

 

Get Out Your Own Way è fondamentalmente uno spot commerciale per chi?

 

 

 

Il video è un inno politico con tanto di esposizione dei suoi amici incappucciati al minuto 1:11. La cosa interessante è come sia stato osannato dal Sig. Soros, al World Economic Forum e dimostra il connubio tra lo star system e la politica mondiale.

Chi è amico di questo losco personaggio se non il suo fratello massonico, il Sig. Bono Vox?

Eccoli insieme in una recente intervista al World Economic Forum.  Bono ama parteciparare a queste manifestazioni che sono i soliti specchietti per allodole, non portano mai a nulla di fatto e peggiorano solo le condizioni mondiali.

 

 

bono soros

Bono e George Soros al  World Economic Forum

Chi è Soros e il ruolo di Bono Vox

George Soros è una delle persone più influenti che plasmano l’economia, la politica e le questioni sociali del mondo. Le sue Fondazioni Open Society operano con un budget vicino a un miliardo di dollari all’anno, sono fortemente implicate nelle politiche sociali di quasi tutte le nazioni del mondo, compresa l’Italia. Soros è anche un noto pedofilo, omicida nominato più volte nelle mail dell’inchiesta chiamata The Storm. Capito chi è veramente?

Una delle sue priorità sono le frontiere aperte. L’immigrazione incontrollata è gestita da lui e la sue organizzazioni.

Bono è molto vicino a Soros (ecco un video di lui che canta le sue lodi per 3 minuti). Get Out Your Own Way è fondamentalmente uno spot commerciale per l’agenda Soros. Questo è il motivo per cui è stato promosso durante i Grammy mentre altri brani e artisti sono stati ignorati.    Sebbene Bono ama vestirsi con gli indumenti della “carità”, non pratica ciò che predica.  Nel 2006, la band ha causato polemiche quando ha spostato le sue operazioni commerciali dalla nativa Irlanda ai Paesi Bassi per evitare di pagare le tasse. Nel 2017, Bono è stato menzionato per i  Paradise Papers e per aver investito in società che stavano evadendo le tasse. Bono Vox è un evasore conclamato, appoggia Soros per questa immigrazione che ci sta dilaniando a livello sociale, economico e finanziario. Pensateci la prossima volta che ascoltate Bono parlare con la sua solita saccenza. La musica è usata ancora una volta per raggiungere dei fini lontani dai significati della sua stessa essenza e viene manipolata senza ritegno per modificare le masse.

 

 

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Annunci

Trick or Treat: musica, cartoni anni’80 e magia

Un bellissimo viaggio tra i cartoni animati anni ’80 e ’90 rivisitati con stile senza perdere la magia

Questi sono i  Trick Or Treat con il disco Re-Animated

 

 

 

 

 

I cavalli di battaglia dei cartoni animati cult anni ’80 sono visitati in chiave metal fresca e gradevole. Re-Animated è un supportato dalla poderosa voce di Conti e dai talentuosi Venturelli e Benedetti. È un album versatile, capace di coniugare i fan dei cartoni con i metallers più esigenti. Una nota sulla canzone Il mistero della Pietra Azzurra, un cartone poco conosciuto ma molto bello, con la storia occulta degli Atlantidei. I Trick or Treat evocano un  bellissimo viaggio spensierato tra i  cartoni più storici della tradizione manga e non solo.

 

 

 

trick-or-treat-re-animated-2017-1200x1026

La copertina di Re-animated

 

 

 

Tracklist

01. Voltron (Intro)
02. Batman (feat. Roberto Tiranti)
03. Cinque Samurai (feat. Marco Basile)
04. What’s My Destiny Dragonball (feat. Giorgio Vanni)
05. Jeeg Robot D’Acciaio (feat. Giacomo Voli)
06. Jem (feat. Sara Squadrani)
07. Pokemon – Oltre I Cieli Dell’Avventura (feat. Marco Pastorino)
08. David Gnomo Amico Mio (feat. Damnagoras)
09. Prince Valiant (feat. Potowotominimak)
10. Il Mistero Della Pietra Azzurra (feat. Chiara Tricarico)
11. Daitarn 3 (feat. Michele Luppi)
12. Beyblade – Metal Masters (feat. Danny Metal)
13. Devil Man (feat. Steva Deathless)
14. Robin Hood (feat. Tomi Fooler)
15. Ken Il Guerriero (feat. Fabio Dessi)
16. Diabolik
17. King Arthur And The Knights Of Justice
18. Let It Go (feat. Adrienne Cowan)
19. Pegasus Fantasy (feat. Erabu Yurie)

Band

Alessandro Conti: vocals
Leone Villani Conti: bass
Guido Benedetti: guitars
Luca Setti: drums
Luca Venturelli: guitars

 

La musica unisce tutte le passioni, compresi i cartoni. Re-animated vale la pena ascoltarlo.

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Enrico Ruggeri, l’Anticristo, il futuro della musica e l’èlite

Enrico Ruggeri in un intervista dichiara cose molto profonde che noi vogliamo cogliere prontamente

Il nostro blog ha sempre aspettato che qualcuno tra i cantanti italiani storici, cominciasse a parlare di qualcosa di concreto. Molti, la quasi totalità, di loro hanno tenuto il silenzio su troppe cose non solo in ambito musicale. La musica come strumento istruttivo di risveglio ha bisogno del supporto di chi è dentro il sistema. Ruggeri tocca argomenti di una certa rilevanza che noi sosteniamo come blog da tanto tempo.

 

 

Strofa di Lettera dal Duca

“Io non capisco più
certe meschinità
le misere mediocrità
io vivo un’altra dimensione

Se chiudi gli occhi vedi l’infinito in te
superi i tuoi limiti più di quanto immagini
ti accorgerai che un mondo spirituale c’è
fuoco dentro all’anima che tutto intorno illumina”

Enrico Ruggeri, ospite con i Decibel a Domenica In Speciale Sanremo, al minuto 7:00 qui   dichiara:

“L’Anticristo è un protocollo comportamentale. Noi riteniamo che ci siano delle persone che stanno al di sopra di tutto, che decidono chi farà il presidente degli Stati Uniti, chi della Germania, dove avverrà la prossima guerra o la prossima carestia… e che naturalmente pilotino il mondo affinché il livello si abbassi. E anche nella musica accade, se pensi che ci sono stati dei momenti in cui Bob Dylan e John Lennon fermavano le guerre, probabilmente quelli lì hanno detto: “Ma ragazzi, ma noi ci dobbiamo far dire da John Lennon quali guerre fare? E’ meglio che il livello si abbassi” …con i risultati che vediamo adesso”.

La Parodi dimostra il suo ruolo di inbonitrice televisiva di basso livello,  interrompendo, ride mentre Ruggeri prova a parlare di queste cose. Siamo abituati a questo squallido modus operandi non solo della RAI ma di tutto il sistema televisivo.Ha deviato immediatamente, distraendo su un argomento davvero futile.

Il Music system ha comprato cantanti e trasmissioni televisive ma non può comperare la nostra coscienza. Ruggeri è un piccolo esempio da seguire.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Fonte video

Le regole magiche per essere un buon musicista

La composizione della musica riesce anche a farci guardare interiormente?

Cosa bisogna fare prima di cominciare?

 

bass1

 

Il nostro stato d’animo influenza la composizione, lo stile e anche la dolcezza delle note che stiamo per scegliere.

Cosa bisogna avere prima di metterci a suonare e decidere di creare qualcosa di nostro e che non sia una semplice cover? Le composizioni degli altri dovrebbero essere un gradino da raggiungere per cominciare ad essere noi stessi quando si crea nuova musica. Non si possono suonare cover per tutta la vita e la presunta mancanza di creatività molto spesso nasconde una lacuna a livello musicale di carattere tecnico.

A prescindere questo occorre avere:

 

Un forte senso di se stessi;

Capacità di recupero emotivo, rialzarsi subito dopo una battuta di arresto;

Intuizione e comprensione, capacità di leggere prima degli altri certe dinamiche;

Essere pieni di nuove idee e soluzioni;

Essere capaci di grande focalizzazione e concentrazione;

Indifferenza ai giudizi altrui;

Impossibile da scoraggiare;

Mente fredda in situazioni di crisi personale o di scrittura;

Capacità di resistenza a forte momenti di stress quando non riesce un determinato risultato;

 

 

Quando l’idea non esce o la musica non ci rappresenta, lasciamo per un pò di tempo da parte quella canzone. La riprenderemo con la mente più lucida. Rispondendo alla domanda posta in apertura, la musica è un mezzo per farci guardare interiormente facendoci osservare i nostri stati emotivi. La creazione di una nuova canzone nasce da un sentimento vivo unito ad una percezione di noi stessi molto radicata tale da rendere unica una determinata composizione.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

A casa tutti bene- un film non solo da vedere ma da ascoltare

Il nuovo film di Muccino colpisce nel segno sia nella trama che nella scelta della musica

 

Drammi familiari amalgamati sapientemente a delicati sentimenti, sono l’asse portante di un film accompagnato da stupenda musica contemporanea, classica e italiana

In attesa dell’uscita ufficiale della colonna sonora scritta da Nicola Piovani non possiamo che invitarvi non solo a vedere il film ma ad ascoltarlo tale è l’intensità delle giuste scelte musicali.  La canzone del trailer è Bella senz’anima di Riccardo Cocciante ma per  tutto il film veniamo portati in un vorticoso turbinio di emozioni, da must della musica italiana (quella vera) e da scorci di pianoforte riconducibili alla classica più elegante.

 

 

Il trailer ufficiale del film

 

 

La canzone di Cocciante del trailer con quasi 15 milioni di visualizzazioni

 

 

Superbo davvero!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Dimostrazioni di controllo Mk-Ultra- Monarch nei video: Natalie Kills – Zombie

Come abbiamo anticipato nell’articolo

La musica come mezzo di risveglio interiore: come fare?

 

mostreremo video musicali con evidenze del controllo Mk Ultra e del progetto Monarch.

I video si contraddistinguono per la presenza delle seguenti caratteristiche :

 

  • Cantanti con evidenze di sdoppiamento della personalità;

  • Ricchezza raggiunta dall’artista esibita con vanto (macchine, denaro e donne);

  • Presenza di farfalle di vario colore ma tutte monarca;

  • Individui non riconoscibili che operano dietro le quinte, definite Handler e una vittima prescelta tenuta prigioniera;

  • Torture di vario genere;

    Oggi è il caso di Natalia Kills che in questo video viene torturata. Inoltre vengono mostrate sempre delle maschere che stanno ad indicare la manipolazione della personalità.

 

 

Testo e traduzione riga per riga

I’m in love with a zombie
Mi sono innamorata di uno zombie
Can’t keep it’s hands off me
Non può mantenere le sue mani di dosso
I think he’s looking at me
Penso che stia guardando me
But he’s looking right through me
Ma sta guardando attraverso di me

You think you’re so cool boy
Pensi di essere ragazzo così cool
Blood rushing through my veins now
Sangue che scorre veloce attraverso le mie vene ora
Do you want me for my body
Mi vuoi per il mio corpo
Do you want me for my brain
Mi vuoi per il mio cervello

I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
But his heart is so cold
Ma il suo cuore è così freddo
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
But his heart is so cold
Ma il suo cuore è così freddo

Cold, cold, freezing, freezing
Freddo, freddo, gelo, gelo
Got my heart beating, beating
Ottenuto il mio cuore battere, battere
Cold, cold, freezing, freezing
Freddo, freddo, gelo, gelo
Got my heart beating, beating
Ottenuto il mio cuore battere, battere

I’m in love with a zombie
Mi sono innamorata di uno zombie
When he put his hands on me
Quando ha messo le mani su di me
Saying truth to my body
Dire la verità al mio corpo
But when he don’t call me
Ma quando lui non mi chiamano

And I know that he like me
E so che lui come me
‘Cause he chasing me nightly
Perche ‘a caccia di me ogni notte
And I want him to bite me
E voglio che lui a mordere me
‘Cause i know I’m gonna like it, like it, like it
Perche ‘so che mi piacera’, come se, come se

I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
But his heart is so cold
Ma il suo cuore è così freddo
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
But his heart is so cold
Ma il suo cuore è così freddo

Cold, cold, freezing, freezing
Freddo, freddo, gelo, gelo
Got my heart beating, beating
Ottenuto il mio cuore battere, battere
Cold, cold, freezing, freezing
Freddo, freddo, gelo, gelo
Got my heart beating, beating
Ottenuto il mio cuore battere, battere
Cold, cold, freezing, freezing
Freddo, freddo, gelo, gelo
Got my heart beating, beating
Ottenuto il mio cuore battere, battere
Cold, cold, freezing, freezing
Freddo, freddo, gelo, gelo
Got my heart beating, beating
Ottenuto il mio cuore battere, battere

Baby all I want is an answer
Tutti i bambini che voglio è una risposta
When I walk past ya
Quando passo davanti ya
Why you gonna act like I trespass
Perché ti comporti come ti ho trasgressione
Every boy wanna know, irresistible, kissable
Ogni ragazzo vuole sapere, irresistibile, da baciare
But you think I’m the invisible girl
Ma tu pensi che io sono la ragazza invisibile

Keep it down low
Abbassa la bassa
We be creeping, freaking
Abbiamo essere strisciante, spaventando
Got me feeling so I-a-a
Mi ha fatto sentire così io-a-uno
Trying to keep cool, heart beating
Cercando di mantenere il sangue freddo, cuore pulsante
You’re heart’s freezing
Sei congelamento del cuore
But I still want ya-a-a-a
Ma ho ancora vogliono ya-a-a-a

I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
But his heart is so cold
Ma il suo cuore è così freddo
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
I’m in love with a zombie (boy)
Mi sono innamorata di uno zombie (ragazzo)
But his heart is so cold
Ma il suo cuore è così freddo

Cold, cold, freezing, freezing
Freddo, freddo, gelo, gelo
Cold, cold
Freddo, freddo
Cold, cold, freezing, freezing
Freddo, freddo, gelo, gelo
Cold, cold

 

Lo zombie del quale si è innamorata è l’immagine della stessa cantante che è stata manipolata. Il termine “zombie” è come è viene considerata la massa popolare da parte dell’èlite. Così considerano anche Natalie Kills.

Viene proposta musica pop abbinata a video sempre più disgustosi. Conoscere il suo significato archetipico ci aiuta a non subire passivamente queste immagini proposte in maniera innocente.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Traduzione testo

 

In arrivo la tempesta: produttori perversi verso l’arresto!

Ora succedono cose davvero interessanti oltreoceano, taciute ovviamente dai servi dell’informazione italiana

Cosa sta accadendo di così importante da coinvolgere il mondo della musica?

 

ATTENZIONE PRIMA DI LEGGERE – ARGOMENTAZIONI ADULTE

 

“PEDOGATE BOMBSHELL: How the FBI Protected an ‘Olympic’ Pedophile” titola un giornale americano

Mentre tutti sono intenti in Italia a screditare il Presidente Trump, noi invece non possiamo che rilevare la sua volontà nel fare piazza pulita di tutta la gente perversa che infesta la Casa Bianca. Il giro orrendo ha un inizio ed una fine. Ci riferiamo ai vertici del FBI, passando per eminenti personaggi legati alla Regina d’Inghilterra e i loro parenti, passando ancora una volta per vari reali sparsi nel mondo. La fine si chiama Vaticano e di mezzo, udite udite, ci sono dei personaggi che reggono le fila e l’intrattinemento del mondo cinematografico e musicale. Sconcertati?

 

Risultati immagini per qanon trump

 

Qanon, il Deep State, lo Shadow State e Mr. Trump

Esistono dei documenti che descrivono la reale situazione americana che influenzano molte cose, comprese le fila dello spettacolo. Come avevamo scritto in nostri molti articoli esiste un giro orrendo che si muove tra lo star system musicale e altri personaggi veramente poco raccomandabili. Questi giullari di corte praticamente organizzano feste, cene con bambini e filmano pellicole snuff per i politici, avvocati, senatori ed altri amici ricondicibili sia alla Clinton che a Mr. Obama. Questi soggetti vengono invitati regolarmente al Vaticano. Ci riferiamo ai fratelli Podesta, sospettati di aver fatto scomparire anni indietro Madeleine Beth McCann.

Nei nostri articoli avevamo evidenziato che Marina Abramovic, insieme ai fratelli Podesta tramite gli spettacoli delle pizzerie COMET, organizzava orrendi rituali che facciamo fatica anche a descrivere per la loro crudezza.

 

I nostri articoli denuncia

Marina Abramovic invece di essere indagata o arrestata, viene osannata dai media!

 

Lady Gaga, Marina Abramovic e il party aberrante con gli Illuminati

 

 

Il futuro che vogliamo

 

Trump sta facendo qualcosa di veramente rivoluzionario arrestando questa massa di gente che fa cose orribili ai minori. Vediamo come si evolverà la situazione e come proveranno a nascondere dei fatti così gravi. Ricordiamo che la situazione di Weinstein era un piccolo antipasto rispetto alle portate che dovranno venire.

Leggi anche:

Il caso Harvey Weinstein: solo la punta dell’iceberg?

 

Tic-tac: la sveglia sta per suonare anche per il music-biz?

 

Restiamo sintonizzati! La calma prima della tempesta perfetta.

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte

 

.

La Musica Italiana vera che fine ha fatto?

Come è diventata veramente la Musica Italiana?

Che cosa rappresenta oggi nel 2018?

E’ importante qualificare il termine MUSICA ITALIANA in quanto e’ cambiato notevolmente nel tempo. Se partiamo dagli anni ’50 ad oggi cosa notiamo della scena nostrana? Ha cambiato identità.

Le band storiche e i cantanti che hanno mantenuto il loro marchio di fabbrica quante sono? Poche? Nessuna ? La musica italiana è stata annientata?

Il passato

Per rispondere a queste domande osserviamo il passato:

Parlare di  MUSICA ITALIANA significava parlare di Modugno, Mina, De Andre’, Battisti, Baglioni o la napoletana. Tutto questo tipo di musica è praticamente sconosciuto ai giovani ragazzi di oggi. I tempi sono cambiati ma gli esordi di questa musicalità è questa.
In America oggi l’Italia e’ ancora rappresentata dalla canzone “O’sole mio” seppur accostata ovviamente a Laura Pausini, Nek e altre nuove proposte.

O’sole mio

Scritta da Giovanni Capurro e Eduardo di Capua conosciuta come miglior interpretazione italiana da Enrico Caruso , e’ la canzone ITALIANA più cantata al mondo.

 

 

 

O’ Surdato nnmmurato

‘O surdato ‘nnammurato (in italiano: Il soldato innamorato) è una delle più famose canzoni in lingua napoletana, scritta dal poeta santegidiano Aniello Califano.

Il testo fu scritto da Aniello Califano e musicato da Enrico Cannio nel 1915. La canzone descrive la tristezza di un soldato che combatte al fronte durante la Prima guerra mondiale e che soffre per la lontananza dalla donna di cui è innamorato. Molto famosa è l’interpretazione di Anna Magnani, nel film La sciantosa.

 

 

La musica italiana come si sta evolvendo?

La cultura POP americana in primis, le decisioni delle case discografiche e poi Sanremo hanno cambiato profondamente il concetto di MUSICA ITALIANA.
I piu’ grandi musicologi del mondo tra i quali Lomax fece queste osservazioni: con le sue registrazioni ha scoperto buona parte del blues (Muddy Waters, tra i tantissimi altri), i padri del jazz (Jelly Roll Morton, ripescato in un infimo albergo), molta musica sudamericana, e ha reso consapevoli gli spagnoli di possedere un tesoro chiamato flamenco.
Bene, proprio Lomax nel 1954-55 riuscì a organizzare un viaggio in Italia, sponsorizzato dalla Bbc, insieme a un giovane ricercatore (da quel momento in poi considerato il fondatore dell’etnomusicologia italiana) Diego Carpitella. Registrazioni nelle strade, nelle piazze, nelle case di paese: dai canti dei pescatori calabresi di pescespada ai cori della Liguria.
Sorpresa: secondo Lomax “il paesaggio sonoro italiano era il più ricco, vario e originale” da lui mai incontrato, come ha ricordato la figlia Anna.
Lomax riteneva la tradizione musicale italiana la più interessante in Europa. Il resoconto del viaggio si legge nel libro autobiografico L’anno più felice della mia vita (Il Saggiatore) e si ascolta nella serie dei dischi Italian Treasury. Accessibilissimi, e a tutti sconosciuti meno agli specialisti.
Lomax riteneva la tradizione musicale italiana la più interessante in Europa. Bene: Sanremo l’ha distrutta?
E qui viene il bello, o meglio, il giallo, o meglio il noir. Lomax entusiasta, dopo aver incontrato Alberto Moravia e Francesco Rosi, e dopo aver fornito le sue registrazioni a Pier Paolo Pasolini (che le userà per Decameron, senza citarlo), andò a parlare alla dirigenza Rai. Citò l’esempio delle piccole stazioni radio negli Usa, che trasmettevano musica del posto finanziandosi con la pubblicità locale. Il dirigente, il maestro Giulio Razzi, nel frattempo sorrideva.

 

Le scelte delle RAI

Fu una scelta precisa della Rai, puntare su Sanremo (di cui Razzi era uno degli organizzatori) per la tv. La più potente e centralista azienda culturale italiana decise di concentrarsi sulla canzone derivata dalla tradizione Usa di Tin Pan Alley, il popolare italiano venne tolto di mezzo dai media prima ancora di entrarci. Risultato di questa scelta di paradigma: il pop della penisola nacque facendo fuori le proprie radici, e imitando la canzone Usa.

Quindi l’approdo del mainstrean americano tramite le radio e Sanremo, ha creato il nuovo concetto di musica italiana POPolare!

 

Non più un POPolare italiano ma assolutamente americano! La canzone italiana com’era concepita e’ stata abbandonata per far largo a blandi imitatori della canzone americana. Osservate i nomi, i grandi nomi in voga adesso: quanto rassomigliano a blandi canovacci di musica americana?

 

Ritornerà una canzone italiana vera? Non sappiamo.

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

Fonte corsivo

Il nome di chi ha potere su Sanremo e il suo conflitto di interessi

Chi c’e’ stato dietro questa manipolazione di Sanremo 2018?

Sanremo è uno show privato o un festival pubblico?

Chi ha fatto passare come normalità quanto accaduto quest’anno?

 

 
Dietro l’organizzazione di Sanremo, c’e’ un impresario di nome Ferdinando Salzano ha divorato ogni spazio, ed è lui il vero vincitore di questo festival. Il direttore artistico Baglioni è “suo”, di Ferdinando Salzano con la sua F&P Group, come più di venti artisti tra cui la quasi totalità degli ospiti italiani (Baglioni, Pausini, Pelù, Nannini, Antonacci, Mannoia per dirne alcuni). Questa onnipotente agenzia di impresariato determina il bello e cattivo tempo nell’ambito delle manifestazioni musicali.


Ecco, nella patria del conflitto di interessi, anche la musica leggera e l’amato Festival di Sanremo diventa un grande inciucio che si vorrebbe far passare in sordina.
Il giudice e burattinaio supremo Ferdinando Salzano, è “proprietario” del giudicato Moro, futura gallina dalle uova d’oro presumibilmente incoronata da un piazzamento tra i primi posti.
( vincitore preannunciato anticipatamente in barba al regolamento ndr)
Ma è proprietario anche di Baglioni, che ha scelto la commissione esaminatrice. In pratica, tutti fanno parte della stessa “onorata famiglia”.
E non solo: l’intero Festival è stato un immenso spot di casa Salzano pagato dai contribuenti (anche se in attivo grazie alla pubblicità), con i suoi artisti messi lì per favorire il maggior guadagno e promozione possibili, dal presentatore fino ai tre riciclati ex Pooh, in sfregio alla concorrenza e all’etica di un settore delicato come la musica, che con le sue migliaia di realtà valide e che faticano ad emergere, meriterebbe un ben diverso trattamento.


Chi erano gli artisti presenti all’Ariston che hanno Salzano come management per i concerti?

Claudio Baglioni
Fabrizio Moro
Red Canzian
Riccardo Fogli
Roby Facchinetti
Noemi
Annalisa
Laura Pusini
Piero Pelù
Ron
The Kolors
Paola Turci
Ornella Vanoni
Biagio Antonacci
Gianni Morandi
Mario Biondi
Elio e le storie tese
Giusy Ferreri
Il Volo
Fiorella Mannoia
Gianna Nannini
Max Pezzali
Nek
Francesco Renga

 

Ecco un elenco di link esterni al nostro blog dove si potrà verificare ed approfondire l’argomento:
– il sito della F&P: http://www.fepgroup.it/artisti.html
– dagospia: http://m.dagospia.com/friends-partners-agenzia-di-baglioni-…
linkiesta: http://www.linkiesta.it/…/sanremo-a-baglioni-e-solo-…/35720/
– il corriere : http://www.corriere.it/…/claudio-baglioni-questa-piccola-gr…
– Il giornale: http://www.ilgiornale.it/…/pausini-morandi-sul-palco-sanrem…
– Il sole 24 ore: http://www.ilsole24ore.com/…/guida-minima-conflitti-d-inter…

 

 

 

Ad ognuno le sue considerazioni. Più che Sanremo poteva chiamarsi F&P show!

 

David

 

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte

La programmazione di Neverland parte IV – la strana vendita dei quadri

Poco tempo fa,  è stata effettuata una massiccia asta per liquidare alcuni degli oggetti più preziosi al ranch di Neverland

La cosa particolare è il materiale venduto. Sono dei  quadri dove viene mostrato un Michael Jackson amato dai bambini ma allo stesso tempo, come avevamo indicato per Manson, hanno a che fare con la programmazione Monarch anche se in maniera diversa.

 

Come il pifferaio magico che viene seguito dai bambini

 

This painting was one of several that depict Jackson as a modern version of the Pied Piper.

Sopra Michael e sotto il pifferaio magico che adesca i bambini

The story of the Pied Piper - also known as the Pan Piper - used his magical flute to lure children out of town. Interesting fact, the god Pan and Peter Pan all played flute.

 

I riferimenti sessuali sui bambini e il collegamento a Peter Pan, simbolo del progetto Mk Ultra

 

Childhood and sexual discovery.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A painting of Peter Pan leading children to Neverland ... and dissociation.

 

La cosa importante è che osservando la casa PRIMA dell’arrivo della polizia, questi quadri non c’erano. Molto probabilmente chi ha architettato la distruzione di Michael, Mottola in primis, ha volutamente inserito questi riferimenti esoterici ma per la programmazione Mk Ultra. Infatti nella loro perversione, accusano chi è essa stessa vittima di tali abusi. In quel sistema, chi abusa fa passare da vittima il carnefice e viceversa. Mottola è tranquillo e sereno mentre Michael non sappiamo che fine abbia fatto realmente.

Michael è stato volutamente far apparire come il Pifferaio Magico mentre di fatto era una vittima della manipolazione mentale Monarch.

 

Leggi anche

Dossier Michael Jackson e Neverland: l’inizio

 

Neverland: dove finisce la menzogna ed inizia la verità? Michael Jackson era innocente?

 

La programmazione di Neverland – Parte II

 

La programmazione di Neverland parte III – l’irruzione della polizia

 

Continua…

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook