Kurt Cobain: 5 aprile 1994-2018

Sono passati ventisei anni dal 5 aprile 1994

Nessuno ha mai dimenticato quella strana mattina di primavera

Quello fu un giorno particolare per un ragazzo adolescente che rimase colpito e impietrito dalla notizia data alla radio alle 8,15 del mattino. Non credeva che Kurt fosse morto così. Quell’adolescente ero io e dopo ventisei anni, mi ricordo di Kurt, dopo averlo visto al concerto a Roma, energico al massimo, con l’adrenalina dentro e non un depresso cronico. Ancora oggi non credo che sia morto in quel modo.

I Nirvana ci regalarono un disco che cambiò la musica per sempre con “Nevermind” dove la rabbia giovanile ne faceva da padrona. Quello fu un disco che segnò gli anni ’90.

 

 

 

nevermi

La copertina di Nevermind

 

 

Il primo telegiornale americano che ne diede la notizia

 

 

 

Un piccolo omaggio a Kurt, per ricordarlo con affetto.

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

2 Thoughts

  1. C’ero anche io al concerto a Roma al Palaghiaccio di Marino ma non era affatto energico, anzi….mi stupi’ proprio questa cosa. Che lo ricoverarono al Rome American Hospital te lo ricordi? Io si perché fu la conferma per me, dopo il concerto, che non stesse bene…

    Piace a 1 persona

    1. Al palaghiaccio si fece supportare da un altro chitarrista e stava accusando il suo tour manager di aver organizzato un ritmo insostenibile di concerti. Infatti avevano all’epoca anche dei concerti un giorno dietro l’altro, dopo aver fatto molti show televisivi negli States. Era stanco ma non per questo non riuscì a cantare con energia. Era di fondo scocciato di questa situazione obbligata. Per quanto riguarda questo ricovero Kurt Cobain tornò nella capitale tra il 2 marzo, dopo un concerto al Terminal 1 dell’aeroporto Flughafen di Monaco di Baviera, annullando la seconda data prevista nella città tedesca per il giorno successivo perché affetto da bronchite e a una forte faringite: a Roma il frontman dei Nirvana incontrò la moglie Coutney Love e la figlia Frances Bean. Nella mattina del 4 marzo Cobain fu ricoverato per overdose dopo aver ingerito diverse compresse di Rohypnol, un potente ansiolitico, assunto in combinazione con alcol – champagne, nello specifico. Dopo cinque giorni di ricovero presso il Rome American Hospital, il cantante, autore e chitarrista fece ritorno negli Stati Uniti, annullando il resto della tournée europea.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...