Terrorvision- Regular urban survivors

A differenza del nome stesso della band, i Terrorvision crearono un disco rock assolutamente fresco e divertente

Regular urban survivors è un disco ancora godibile

 

 

Il senso dell’umorismo e dei doppi sensi non erano mai mancati ai Terrorvision. Se il nome del monicker poteva apparentemente richiamare band di metal estremo, per loro era in realtà l’inverso. Infatti gli atteggiamenti umoristici della band contagiavano le loro copertine, i loro testi e i loro video. Usciti nel periodo più fiorito del grunge, dove la disperazione aleggiava nei testi dei vari Nirvana dell’epoca, loro si proposero con questo platter contrario alla moda.

Seguendo l’indubbio successo di “How to Make Friends and Influence People“, i Terrorvision hanno raggiunto il loro picco della carriera con “Regular Urban Survivors” del 1996. Rimanendo sintonizzati con l’umorismo che la band ha infuso in tutta la loro musica, il progetto è stato spinto nella promozione come una colonna sonora di un film fittizio in stile James Bond.

terror5

Le locandine dell’epoca in stile film

C’è un sacco di umorismo nel rock groove che la band ha perfezionato nei loro dischi precedenti fino a questo piccolo gioiello. Il disco ha dei riff sbarazzini ed allo stesso tempo dei testi intelligenti. C’e’ l’inno alla sbronza in in ‘If I Was You ‘ e l’arrivo degli alieni in ‘Conspiracy’. Insomma tutto quello che cominciava a risultare depressivo i Terrorvision lo rovesciarono con un disco godibilissimo ancora oggi. ‘Enteralterego‘ ha forse il testo più delirante ma divertente di Regular Urban Surivivors seguita dalla quasi brit-pop ‘Superchronic’ con i wha-wha grunge dell’epoca.

 

terrorcop

 

 

La copertina del disco

 

terror2

Il retro del cd

 

Tracklist

  1. “Enteralterego” – 3:21
  2. “Superchronic” – 2:50
  3. “Perseverance” – 3:11
  4. “Easy” – 3:10
  5. “Hide the Dead Girl” – 3:03
  6. “Conspiracy” – 3:15
  7. “Didn’t Bleed Red” – 4:10
  8. “Dog Chewed the Handle” – 2:50
  9. “Junior” – 3:29
  10. “Bad Actress” – 4:12
  11. “If I Was You” – 2:02
  12. “Celebrity Hit List” – 3:05
  13. “Mugwump” – 3:39

 

Passando tra qualche chitarra acustica, i fuzz alla Oasis, qualche tratto punkeggiante leggero e i cori dei ritornelli, c’è un’aria di freschezza compositiva in tutto il disco. Nel complesso si tratta di una raccolta di brani hard-rock, divertente ed estremamente orecchiabile.
Acquisto consigliato!

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Annunci

3 pensieri su “Terrorvision- Regular urban survivors

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...