Ariana Grande ‘No tears left to cry’- il video Blue Whale

Ariana Grande è la nuova Beta Kitten deprogrammata tramite le tecniche chiamate Monarch

Il video ‘No Tears left no cry’ è una dimostrazione di simbologia legata a questa programmazione oltre al gioco chiamato Blue Whale

I video musicali pop oltreoceano contengono della vera e propria spazzatura, difendete i vostri figli!

 

 

Abbiamo parlato spesso nel nostro blog che le immagini dei video rappresentano una realtà molto lontana dal significato del testo stesso. Non solo: vengono innestati dei simboli e delle immagini confacenti ad un dissonanza cognitiva molto accentuata. Inoltre elementi di magia nera e manipolazione mentale vengono inseriti sempre nei video indirizzati ai ragazzi più giovani.

Ariana Grande sarà per lo star system la prossima Lady Gaga. Ciò significa che avrà una spinta mediatica fortissima e sarà usata come testimonial per orientamenti favorevoli al NWO ed alle suo ideologie. Se ciò sembra fantasia, il primo sintomo che Ariana è divenuta la nuova marionetta è la morte del suo fidanzato Mac Miller. In circostanze come solito strane (dove vengono usati verbi come “potrebbe”, “sarebbe” e “suicidio” e luoghi ‘ripuliti’ prima dell’arrivo della polizia) il ragazzo di Ariana ha pagato con il suo sangue l’ingresso all’altare del successo della cantante pop. Noi siamo convinti che Mac Miller sia stato assassinato, come spesso accade per i compagni di chi frequenta certe persone, legate a rituali di questo tipo. Inoltre accade sempre, temporalmente parlando, in prossimità di video a carattere Monarch come questo. Muore Mac Miller ed esce questo video. Ovviamente è sempre una coincidenza.

Il video in questione mostra a tutti gli effetti la deprogrammazione della ragazza con simbologia affine al gioco del Blue Whale. Ciò dimostra che i primi criminali nel mondo della musica sono i produttori di questo video spazzatura. Sono ‘garbish’ ovviamente per il messaggio che contengono, in maniera sottile e vigliacca mostrano delle immagini che hanno a che fare con la programmazione Monarch esaminata molte volte.

Le immagini  qui sotto evidenziate  dimostranolo  “state of mind” di Ariana, ripetuto molte volte durante la canzone. La programmazione nasce dal cambiare la propria personalità indossando maschere preparate dagli Handler. Il video comunque fa respirare un’aria soffocante e confusa, molto lontana anche dalle atmosfere musicali della canzone.

 

ari1

Ariana deve scegliere chi essere: notare il suo viso senza alcuna forma ad indicare che la deprogrammazione della sua personalità è perfettamente riuscita. Hollywood ama le donne senza alcuna personalità adatte ad indossare “maschere” che rispecchino le loro volontà. Lady Gaga ed ancor prima Madonna sono stati esempi di star che hanno portato al pubblico più giovane messaggi non proprio incoraggianti.

Il mondo rovescio, il gettarsi da un palazzo o camminare sulle pareti era una pratica presente anche nel gioco chiamato Blue Whale! Infatti il malcapitato adolescente come ultima pratica doveva gettarsi da un tetto.  Ariana Grande ovviamente non potrebbe sapere cosa sta succedendo intorno a lei ma il successo si paga con il sangue a Hollywood!

 

ari3

La scena del suicidio sul mondo rovescio di Ariana

Se guardiamo anche i video di Sasha Fierce alias Beyoncé, notiamo questi tipi di incoraggiamento al suicidio che rappresentano anche la morte della cantante stessa. Ciò significa che la loro vera personalità è morta e che da ora in poi saranno quello che vorranno i loro padroni, i produttori e proprietari del marchio “ARIANA GRANDE”.

Ripetiamo che noi non abbiamo nulla contro queste cantanti che alla fine sono delle vittime e non sanno con chi hanno a che fare. Resta il fatto che come alcuni di voi ci hanno fatto notare, queste cantanti sono affascinate nel diventare ‘rich and famous’. Tuttavia essendo ingenue non sanno che sorta di persone siano i loro padroni. Di certo la morte di Mac Miller dovrebbe fornire ad Ariana un impulso a capire meglio.

Noi dal canto nostro possiamo spiegare ai nostri figli che questi video sono creati ad hoc non per incoraggiare ma per manifestare una manipolazione mentale ben definita.

 

Leggi anche

Blue Whale – il simbolo del controllo mentale – progetto Monarch

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Annunci

Manic Street Preachers- If you tolerate this your children will be next

I Manic Street Preachers  sono una delle band più criptiche dello star system

Il leader scomparso nel nulla Richey James Edwards cantava la sua rabbia contro il sistema guerrafondaio del mondo lasciando sempre una speranza

 

 

Richey James Edwards È stato dichiarato “presunto morto” nel 2008, e l’anno successivo la band ha pubblicato l’album Journal for Plague Lovers, con i suoi testi. Le parole di ‘If you tolerate this your children will next’ erano una sorta di profezia controi veterani che avevano sprecato le loro ilusioni?

 

Testo

 

The future teaches you to be alone
The present to be afraid and cold

La frase-monito per l’attuale generazione, che non puo’ combattere una guerra.

‘So if I can shoot rabbits
Then I can shoot fascists’

Molti sostengono che questa sia la frase pronunciata da un allevatore che andò a combattere la guerra…

Bullets for your brain today
But we’ll forget it all again

La guerra civile spagnola fu “presto” dimenticata dall’inizio della seconda guerra mondiale

Monuments put from pen to paper
Turns me into a gutless wonder

Gli eroi nazionali che compaiono sui giornali fanno sentire i giovani (di oggi) dei “codardi” (gutless)

And if you tolerate this
Then your children will be next
And if you tolerate this
Then your children will be next
Will be next, will be next, will be next

Il “ritornello” e titolo della canzone si riferisce allo slogan del poster dei repubblicani spagnoli del tempo “if we tolerate this your children will be next”

Gravity keeps my head down
Or is it maybe shame
At being so young and being so vainHoles in your head today
But I’m a pacifist
I’ve walked La Ramblas
But not with real intent

Un riferimento ai tanti giovani che hanno sentito il dovere di aiutare il fronte repubblicano del tempo, partiti con molti ideali, ma non preparati a quella cosa che si chiama guerra

And if you tolerate this
Then your children will be next
And if you tolerate this
Then your children will be next
Will be next, will be next, will be next’And on the street tonight an old man plays
With newspaper cuttings of his glory days’

Qua ci si riferisce al comportamento dei veterani…

And if you tolerate this

Then your children will be next
And if you tolerate this
Then your children will be next
Will be next, will be next, will be next

 

Una canzone stupenda, senza tempo, dei Manic Street Preachers, una band affascinante ma quasi dimenticata dopo la scomparsa del loro leader.

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

‘Kashmir Kashmir’di Cesare Cremonini è un innocente video musicale?

Il video e il testo di Kashmir-Kashmir che messaggio contengono?

La musica allegra è supportata dal video oppure siamo di fronte ad altro?

 

 

 

Oramai è chiaro a tutti. Anche nella musica italiana niente è lasciato al caso. Cesare Cremonini fin dai tempi dei Lunapop ha percorso una carriera degna di un cantante che è cresciuto a livello di successo e pubblico.  Poi per tutte le star del mondo arriva quel momento in cui nel video il cantante non compare più, la casa discografica riempe di immagini quella canzone che tanto piace ai fan, volente o nolente. Questo è il caso di Kashmir-Kashmir, canzone dell’estate 2018, mandata in onda in tutte le radio. Le dissonanze cognitive emergono numerose nel video e non possiamo far finta che sia tutto un caso.

Cosa significa la dissonanza cognitiva

La dissonanza cognitiva è un concetto introdotto da Leon Festinger nel 1957 in psicologia sociale, e ripreso successivamente in ambito clinico da Milton Erickson, per descrivere la situazione di complessa elaborazione cognitiva in cui credenze, nozioni, opinioni esplicitate contemporaneamente nel soggetto in relazione ad un tema si trovano a contrastare funzionalmente tra loro.

Esempi ne sono la “dissonanza per incoerenza logica”, la dissonanza con le tendenze del comportamento passato, la dissonanza relativa all’ambiente con cui l’individuo si trova ad interagire (dissonanza per costumi culturali). Il video della Run multimedia Srl ( http://www.runmultimedia.it/ ) non è semplicemente innocente come si vuole far intendere. Anzi è inquietante. Per di più è costruito talmente bene che sembra quasi un eresia dichiarare che questo video passi ben altro come messaggio!

Le apparenze del video

I riferimenti simbolici constellano tutto il video. Prima di tutto le immagini sono riprese da ‘Tutti insieme appassionatamente‘. La donna che con la chitarra acustica suona in mezzo ai monti facendo canticchiare i bambini (7 come le note musicali) è derivato da questo video chiamato ‘DO-RE-MI’.

 

 

 

  • Do diventa «Doe: a deer, a female deer», la femmina del cervo
  • Re diventa «Ray: a drop of golden sun», il raggio di luce
  • Mi diventa «Me: a name I call myself», il pronome personale “me”

 

La prima manipolazione sui bambini sfruttando questa tema si ebbe appunto con questo video chiamato DO-RE-MI. Infatti la Disney capì che canticchiando si poteva far dire qualsiasi cosa ai bambini. La Disney era ed è una perfetta macchina di manipolazione dei piccoli. Elementi di magia e sessualità nascosta sono comuni alle fiabe disegnate in maniera innocente. La Disney è anche produttore di video musicali di star musicali dedite alla manipolazione Monarch come spesso abbiamo esaminato nel nostro sito.

Il video di Kashmir- Kashmir pertanto usa l’apparente innesto della gioia e della tranquillità dei monti. Il canticchiare e saltellare copiando ciò che dice la maestra che diventerà, dopo pochi frame, una Handler, sono dei simboli Monarch. Il video pertanto non è assolutamente innocente come sembra. Vi invitiamo a guardarlo in maniera disincantata e senza volume, per non distogliere il vero messaggio.

 

 

Fine parte I

Continua…

 

Leggi  anche

 

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

I Mantra e i suoni: come funzionano sul nostro cervello Parte II

Le ricerche internazionali cosa ci dicono circa l’effetto del suono sulla nostra parte “meccanica” del cervello?

Le vibrazioni come agiscono realmente fisicamente sul nostro corpo?

Musicaeanima ha raccolto degli articoli che ne parlano

Come funziona il nostro meraviglioso corpo umano

 

Musica, Cervello ed Emisferi

Una varietà di studi recenti si sono focalizzati sulla neurologia della musica, del rumore, della parola e sulle soglie dell’udito.
Dei ricercatori di Parigi hanno dimostrato che le note e le scale musicali vengono mediati primariamente dall’emisfero sinistro e la melodia dal destro. Studiando 22 soggetti destri, i ricercatori hanno trovato una significativa attività elettrica nell’emisfero destro in risposta a una melodia di Chopin. D’altra parte, una nota monotona ripetuta e una scala maggiore, producevano una maggiore attivazione dell’emisfero sinistro. La predicibilità delle note e delle scale, dicono gli autori, potrebbe coinvolgere la capacità dell’emisfero sinistro di capire le strutture, mentre la melodia potrebbe richiedere un processo integrativo e funzioni associative più complesse.

 

Il parlare automatico

Canticchiare una melodia a bocca chiusa non è solamente un atto del cervello destro, secondo alcuni ricercatori svedesi. In ogni caso canticchiare il tema di una rima infantile familiare richiede aiuto da parte dell’emisfero sinistro, forse per organizzare la memoria.
Il parlare automatico, la ripetizione continua dei giorni della settimana richiede sia la mediazione dell’emisfero sinistro per il controllo della bocca che la mediazione dell’emisfero destro per il controllo della laringe.
Apparentemente l’emisfero destro risponde anche ad informazioni che arrivano attraverso le orecchie e altri sensi. Sembra che i due emisferi partecipino in modo eguale nell’attivazione motoria prima del canticchiare a bocca chiusa o del parlare automatico.
Quando i soggetti ripetevano i giorni della settimana, il flusso di sangue nell’emisfero destro aumentava in modo significativo. Durante il canticchiare a bocca chiusa non si notava alcuna differenza nel flusso del sangue.

 

Riconoscimento della voce

Due ricercatori dell’UCLA riferiscono che il riconoscimento di una voce familiare attiva di più l’emisfero destro, mentre il distinguere tra due voci non familiari impegna il sinistro. Questo risultato sfida l’ipotesi, molto diffusa tra gli psicologici, che il riconoscimento e la discriminazione della voce siano compiti dello stesso meccanismo cognitivo. Riconoscere una voce familiare è un atto olistico, un accoppiare delle caratteristiche vocali uniche ad un nome o a una persona.
Questa funzione gestaltica viene, apparentemente, espletata maggiormente dal cervello destro. Ma l’ascoltare diverse voci non familiari ci richiede di discriminare tra accenti, nasalità e altre caratteristiche. Questo sembra richiedere le capacità analitiche dell’emisfero sinistro.

 

Cantare mentalmente stimola l’evoluzione del cervello

Due patologi di New York suggeriscono che canticchiare a bocca chiusa e cantare ripuliscono il cervello stimolandone il ‘drenaggio’.
Gridare e parlare a voce alta probabilmente servono allo stesso scopo. Karel Jindrak e sua figlia, Heda Jindrak, dell’ospedale metodista di Brooklyn hanno proposto che il canticchiare a bocca chiusa, cantare e altre vocalizzazioni ad alta voce stimolino l’equivalente di un sistema linfatico del cervello. Le vibrazioni della laringe e l’aria nel tratto vocale sono trasmesse parzialmente nel cranio, massaggiando, così, il cervello. Questo massaggio permette un maggior flusso di liquido cerebrospinale attraverso il cervello e aiuta a rimuovere materiale di scarto.

Gli Jindrak dicono che la loro teoria ha delle implicazioni per l’evoluzione: i CroMagnon potrebbero aver prevalso sui Neanderthal perché i loro cervelli potevano essere ripuliti. Le vibrazioni della laringe erano troppo deboli e di frequenza troppo bassa per poter portare in risonanza le massicce ossa craniche dei Neanderthal.
Gli Jindrak fanno notare che cantare è universale, negli esseri umani, quanto il parlare o la religione, eppure altri primati non cantano. Inoltre propongono che il giocare rumoroso dei bambini sia terapeutico.

 

Musica ai miei orecchi

Un recente studio nello stato di Washington suggerisce che il godere la musica altera il grado di cambiamento temporaneo di soglia (diminuzione dell’acutezza auditiva) a cui la persona è soggetta mentre l’ascolta. Dieci studenti maschi che dicevano di amare la musica pop/rock e dieci che dicevano che non gli piaceva furono esposti, per dieci minuti, sia a musica che a rumore.
Furono quindi studiati a 90 secondi di intervallo per la risposta a frequenze di 4 e 6 kilohertz. I risultati hanno mostrato che quelli che amavano la musica avevano un cambiamento di soglia molto più piccolo di quelli che non la godevano. Inoltre, nel secondo gruppo si registrò uno spostamento più drammatico in risposta alla musica che in risposta al rumore. Questi risultati sono stati osservati soltanto alle frequenze più alte di 6 kilohertz, il che suggerisce che l’intervallo di spostamento più piccolo predice un recupero più veloce dell’udito. H.A. Dengerink crede che gli effetti del rumore possano essere moderati anche dall’atteggiamento. A questo proposito cita studi che mostrano come dei lavoratori di un ovile erano molto meno disturbati dai loro supervisori che dal costante scampanio, malgrado lavorassero molto più vicino al rumore.
Tuttavia, Dengerink dice di essere cauti perché il godere o il tollerare la musica o il rumore forte dà solo una protezione limitata dai danni all’udito. A lungo andare una perdita dell’udito è inevitabile. È importante per i ricercatori scoprire la connessione tra effetti a breve e a lungo termine.

 

Fumare altera l’udito

Uno studio correlato dimostra che i fumatori tendono ad avere uno spostamento di soglia dell’udito più piccolo dei non fumatori, specialmente quando vengono stimolati dal rumore o da esercizi. Secondo Dengerink e collaboratori, 18 soggetti, metà non fumatori, venivano controllati per lo spostamento di soglia dopo essere stati esposti per 10 minuti a del rumore, per 10 minuti a esercizi fisici e, quindi, per 10 minuti ad entrambi simultaneamente. I fumatori sperimentavano consistentemente meno spostamenti dei non fumatori e il battito del loro cuore e la pressione sistolica del sangue aumentavano di più, specialmente nel periodo dell’esercizio. Questo indica che la nicotina può aiutare a produrre gli stessi spostamenti dell’esercizio fisico abbassando la risposta fisiologica. Uno dei fattori chiave potrebbe essere l’aumento del flusso sanguigno cocleare, poiché una diminuzione del flusso è stata correlata ad un cambiamento di soglia temporaneo. Tuttavia, dice Dengerink, ci potrebbe essere dell’altro. Altri risultati: gli effetti più forti del rumore avvenivano nell’intervallo di ottava al di là di 2 kilohertz e, come in studi precedenti, una temperatura più alta della stanza è stata correlata con spostamenti più alti.

 

Il rumore altera le papille gustative

Dopo il rumore, dicono dei ricercatori francesi, i cibi dolci sono più dolci. Un aumento del desiderio per i dolci potrebbe essere legato allo stress causato dal rumore. Precedenti studi hanno dimostrato che lo stress mobilizza le endorfine stimolanti l’appetito e la dopamina.

 

Stress, voce e computers

La complessità di una prova e lo stress da superlavoro hanno un impatto significativo sul parlare, secondo uno studio dell’U.S. Navy. Durante una prova complessa, il tono e il volume si alzano e il parlare diventa rapido. Questo pone dei problemi per i nuovi sistemi di computer che saranno in grado di essere pilotati dal riconoscimento della voce. La voce di un pilota potrebbe essere alterata da stress quali superlavoro durante il volo, accelerazione, vibrazioni, rumore.
Nello studio che riportiamo 60 studenti piloti dicevano ripetutamente i numeri da zero a nove mentre erano impegnati in due altre prove. La prima richiedeva che il pilota tenesse la sua mira su un bersaglio fisso sia con una manopola a mano che con un pedale. Sembra che parlare durante questa prova aggiungesse molto poco al carico di lavoro. La seconda prova era molto più impegnativa. Gli aviatori dovevano scrivere una serie di lettere e di cifre dette attraverso una cuffia in un orecchio mentre dovevano ignorare quelle dette nell’altro orecchio. Ripetere i numeri nello stesso tempo affaticava molto di più i piloti, e le loro voci cambiavano significativamente.

 

Rumore e impotenza

Dei rumori controllabili e incontrollabili sono stati usati come generatori di stress da dei ricercatori di Baltimore nella speranza di imparare qualcosa di più sul meccanismo implicato nella ‘impotenza acquisita‘. Le persone non erano molto disturbate, nell’arco di 30 minuti, da un rumore che potevano far smettere, ma la stessa quantità di rumore, quando non erano in grado di controllarla, li lasciava disturbati e alterati neurofisiologicamente. Alan Brier e collaboratori pensano di poter avere identificato i correlati neurobiologici del senso di impotenza che si pensa sia implicato nella depressione. La maggior parte dei modelli precedenti erano basati su ricerche su animali e quindi non potevano correlare cambiamenti oggettivi con cambiamenti di umore.
Delle persone in buona salute mentale dovevano ascoltare un suono forte (100 decibel) in due differenti situazioni. Nella prima erano in grado di far smettere il suono premendo un bottone.
Nella seconda situazione premere il bottone non aveva nessun effetto, ma i soggetti non lo sapevano. Per due volte durante la sessione gli venne dato un messaggio che li spingeva a ‘continuare a tentare più forte’. I soggetti riferivano i loro stati d’animo prima di iniziare la sessione. Dopo il suono incontrollabile riferirono un aumento di depressione, di senso di impotenza, ansietà e tensione. “La mancanza di controllo su uno stimolo anche solo mediamente sgradevole può produrre cambiamenti significativi in soggetti sani”, concludono i ricercatori. Essi fanno inoltre l’ipotesi che ‘stressori’ di rumore incontrollabili dovrebbero produrre cambiamenti ancora più forti in persone depresse o maniaco-depressive. Infatti, risultati preliminari mostrano una risposta particolarmente forte nelle persone con disordini affettivi. I ricercatori hanno in progetto di paragonare le reazioni di queste persone in periodi di remissione e in periodi acuti.

 

Il suono del pianto

Secondo lo psicologo Philip Zeskind il tono (frequenza sonora) del pianto di un bambino può fare da avvertimento per problemi neurologici. Zeskind ha misurato il grido di neonati a 2000 cicli al secondo, descritto come insopportabile e stressante dagli adulti. Il pianto normale varia tra i 450 Hz (disagio di media intensità) e i 600 Hz (dolore forte). Il pianto a 2000 Hz, che suona come il fischio di un teiera, viene sentito, talvolta, durante le prime 48 ore vita. Raramente continua nel primo mese di vita eccetto che dopo nascite difficili ed esposizioni prenatali a alcool, nicotina e altre droghe.

 

Suono, luce, sincronizzazione del cervello

Quando il cervello viene stimolato otticamente (per es. luce stroboscopica), acusticamente o elettromagneticamente in una determinata frequenza, succede che subentri la cosiddetta reazione conseguente alla frequenza (Frequency Following Reponse o FFR): le parti del cervello che ricevono questi stimoli, tendono a sincronizzarsi sulla stessa lunghezza d’onda del segnale che ricevono: ciò significa per es. che una situazione di rilassamento di onda ALPHA può essere prodotta attraverso toni ritmici con la loro frequenza EEG corrispondente…

Anche i due emisferi del cervello (il sinistro atto al pensiero logico e razionale, quello destro invece al pensiero associativo e sede di emozioni e fantasia) possono essere indotti attraverso stimolazioni esterne ad “ondeggiare” con la stessa frequenza, cosa che può portare a nuovi pensieri e deduzioni e ad uno stato di rilassamento ed equilibrio.
Attraverso la risposta conseguente alla frequenza (FFR) e la sincronizzazione degli emisferi cerebrali (HEMYSYNCH) vengono effettuate variazioni sull’elettroencefalogramma verso le onde ALPHA equilibrando i due emisferi del cervello. Ne conseguono rilassamento fisico, tranquillizzazione psicologia ed armonia.

Molti dei fenomeni finora descritti (reazione conseguente alla frequenza, produzione di sostanze chimiche neurotrasmettitrici, crescita ed evoluzione del cervello, crescita delle connessioni nervose e perciò anche dell’intelligenza) possono essere indotti con l’aiuto di queste Brain Machines (ndr. musica subliminale con infrasuoni e battiti binaurali).
A questo scopo vengono impiegati segnali ben definiti (di natura ottica, acustica o elettromagnetica) con parametri variabili (frequenza, intensità, lunghezza d’onda e fase).

Osservando bene attorno a noi, riconosciamo che la vita è costituita sempre da due poli contrastanti. Giorno-notte, sotto-sopra, destra-sinistra, uomo-donna, positivo-negativo, caldo-freddo, ecc. Anche nel nostro cervello nei due emisferi, esiste questa polarità con diversa funzione.
La stessa polarità si può notare nel sistema neurovegetativo tra il simpatico (che ha come funzione lo scaricare l’energia e condurre la decomposizione nel processo di trasformazione delle sostanze) e del parasimpatico (che ha la funzione di trattenere l’energia, ricostruirla, recuperarla).
Anche nello studio dell’agopuntura, nella parte molto ramificata della rete di meridiano, notiamo che esiste una polarità tra yin e yang.
Più grande è la tensione tra i due poli, maggiore è l’azione tra il caricare e lo scaricare. Succede così che da quest’azione di tesi e di antitesi, nasca una sintesi, la quale produce a sua volta, una nuova tesi, continuando il gioco.

Si può dunque ricreare questa nuova unità anche con l’ausilio del sincronizzatore, sia che ne siamo coscienti oppure no. In questo caso la macchina della mente (ndr. musica subliminale con infrasuoni e battiti binaurali) è veramente un aiuto nell’aiutare.

La maggiore parte delle persone nella società occidentale utilizza il suo cervello nello stato di veglia in modo che le onde Beta risultano predominanti. Questa gamma d’onde se da un lato è tipica del pensiero analitico e che ha attitudine alla soluzione dei problemi (qualcosa cioè che in una società di lavoro meccanizzato ed altamente specializzato risulta quasi inevitabile) dall’altro lato è però associabile ad uno stato di continua tensione, preoccupazione e paura.
Perciò non deve assolutamente stupire se i molti vantaggi della capacità di sottrarsi alla fase Beta in favore di Alpha, riguardano problemi di varia natura, sia in ambito medico che psicologico. Tenere in allenamento queste capacità è uno degli scopi di tutte le tecniche di rilassamento tradizionali e moderne.

Gli effetti positivi del training autogeno, yoga e meditazione, su lavoro e prestazioni, sono a tutt’oggi praticamente indiscussi. Le Brain Machines ottengono effetti simili in tempi sostanzialmente più brevi e sono facilmente utilizzabili, per es. nelle pause lavorative.

Ora il programma di John Selby si attiva automaticamente dopo un determinato tempo di attività e permette all’utente di usufruire di pause rigenerative fatte di esercizi e rilassamento attraverso stimolazioni ottiche ed acustiche mirate. Con il bilanciamento dell’attività cerebrale vengono inoltre influenzate positivamente le reazioni di difesa di situazioni patologiche nel trattamento delle psicosi maniaco-depressive e delle tossicodipendenze.

L’effetto di maggior rilievo in proposito è la produzione di endorfine naturali da parte del corpo.

Tale bilanciamento è in grado infine di favorire l’intelligenza, l’apprendimento, la creatività (attraverso la stimolazione delle onde gamma-theta), la soluzione di problemi di management e la capacità di godere del rilassamento nel tempo libero.
La “cultura del corpo” e la “cultura della coscienza” potrebbero insieme essere la base della cultura del terzo millennio.

 

Fonte

Fonte 2

Musicaeanima – un sito di quale genere musicale?

Un breve articolo in merito alla musica contenuta in questo sito che state leggendo

 

Alcuni ci scrivono circa l’identità del  genere contenuta in Musicaeanima e noi rispondiamo semplicemente

 

Qui trovate LA MUSICA in tutte le sue forme. Se sfogliate le categorie nel menù (in alto a destra della testata) non troverete solo dischi e singoli recensiti. Troverete di più.

La musica per quanto ci riguarda abbraccia tutti i generi. Abbiamo un mondo intorno alla melodia che riguarda mille argomentazioni: la salute, il nostro risveglio, l’arte, il rapporto con lo star system.

Per i generi particolari abbiamo in rete abbondanza di siti specializzati in un sol tipo. Qui  invece non ci dobbiamo sorprendere se troviamo tra i dischi consigliati l’ultimo genere thrash metal ed allo stesso tempo un singolo anni ’90 pop, passando per la lounge a 432 Hz !

Conta l’emozione, conta il significato e il motivo per il quale e’ consigliato un determinato disco.

 

Imparare ad ascoltare molti generi ovviamente non e’ vietato da nessuno  come  avere un genere preferito, aiuta a conoscere la musica a 360 °. Questo conta se si vuole crescere  come recita il primo motto di Musicaeanima: “LA MUSICA COME CRESCITA PERSONALE”.

Ecco perche’ troverai articoli della musica anche legati all ‘esoterismo, alla meditazione, all’archeologia, alla salute fisica e a quant’ altro ti possa sorprendere per i suoi contenuti. La musica contiene un percorso iniziatico che ti puo’ sorprendere. Pertanto state sintonizzati!

Ringraziando il numero crescente di lettori

 

Con affetto

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

David Raggi Memorial in Musica -Evento 22-23 settembre a TERNI

David Raggi, ragazzo scomparso in maniera assurda in pieno centro a Terni  il 12 marzo del 2015, viene ricordato con il Memorial Musicale chiamato il ‘Sogno di Rebecca’

La manifestazione si terrà i prossimi 22 e 23 Settembre nella sede dell’Accademica Musicale ternana MUSICAL ACADEMY

 

 

locandina_programma DAVID RAGGI

 

La manifestazione, che si terrà i prossimi 22 e 23 Settembre nella sede dell’Accademica Musicale ternana MUSICAL ACADEMY, consisterà in un percorso itinerante tra MUSICA, ARTE e SPETTACOLO che vedrà la partecipazione di artisti locali e non, con inizio alle 17:00 di sabato 22 e termine domenica 23 settembre con uno spettacolo finale dalle ore 21:00 circa.

L’evento ha lo scopo di devolvere l’incasso all’associazione “IL SOGNO DI REBECCA”A.P.S. una bambina di 14 anni ternana di nome Rebecca Antonelli affetta da una Rara Forma Tumorale Recidivante Linfoangioma Mediastinico Laterocervicale Sinistro, che l’ha vista costretta a sottoporsi sino ad oggi a ben 6 interventi chirurgici e ad innumerevoli cure.

Rebecca oggi è in attesa di una nuova importante operazione per la quale necessitano circa 47.000 dollari al “Children Hospital” di Cincinnati (U.S.A.), il tutto documentato e saggiamente messo a disposizione dalla famiglia che sin dal 7°mese di gestazione della mamma, segue amorevolmente la bambina portandola in diverse strutture nazionali ed estere per cercare di poter trovare una soluzione risolutiva positiva per la guarigione della figlia.

 

1° Memorial “David Raggi – Nel Sogno di Rebecca”

22 – 23 Settembre 2018

MUSICAL ACADEMY – Via G. Benucci 19/21, 05100 Terni

Telefono: 0744 195 0104

Evento FB: https://www.facebook.com/events/677793559280696

 

La musica  quella buona, per scopi nobili.

Noi ci saremo!

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte

 

Sentire la Musica per guarire

Per la maggior parte delle persone la musica è una piacevole e momentanea forma di intrattenimento

Eppure già in passato Pitagora affermava che la musica è in grado di calmare le passioni e di guarire gli ammalati

 

music77

Un articolo integrale spiega:

Questo non dovrebbe sorprenderci dato che la musica è frequenza e la nuova potente medicina quantistica che si sta affermando usa proprio le frequenze come unica forma di terapia. Recenti studi dimostrano che esiste una forte correlazione tra la musica e lo sviluppo di alcune capacità mentali.
Laurel Trainor, direttore dell’Institute for Music and the Mind e i suoi colleghi hanno confrontato i bambini in età prescolare che avevano seguito lezioni di musica con quelli che invece non avevano praticato la musica. Il risultato è stato che chi aveva studiato musica e canto mostrava una maggiore risposta cerebrale. La sua ricerca ha indicato che la formazione musicale sembra modificare corteccia uditiva del cervello. Trainor afferma anche un anno o due di formazione musicale migliora la memoria e l’attenzione, cosa che invece può non avvenire se si ascolta semplicemente la musica in modo passivo.

Effetti Cognitivi

Il ricercatore Gottfried Schlaug dell’Università di Harvard ha studiato gli effetti cognitivi della formazione musicale scoprendo che esiste una correlazione tra la formazione musicale nella prima infanzia e una maggiore abilità motoria e uditiva e miglioramenti nella capacità di ragionamento verbale e non verbale.
Gli scienziati hanno anche scoperto che diversi strumenti musicali sembrano causare una modifica diversa all’interno del cervello. I cambiamenti nel cervello dei cantanti si verificano in luoghi leggermente diversi rispetto a quelli visti per i pianisti o chi suona la chitarra.
Secondo Schlaug “i risultati suggeriscono che una formazione musicale nei bambini con dislessia può anche rimediare ai loro deficit di linguaggio.” Infatti è stato osservato che gli individui stonati spesso hanno un fascicolo arcuato ridotto o assente, che sarebbe un tratto di fibra nervosa che collega i lobi frontali e temporali nel cervello. Lo stesso fenomeno di fascicolo arcuato ridotto o assente è stato associato a vari problemi linguistici come l’afasia e dislessia nei bambini.
Recentemente uno studio del Massachusetts Institute of Technology ha effettuato uno studio in cui è emerso che esistono dei neuroni che si attivano solo in presenza delle note musicali. Il Dott. Josh McDermott del MIT ha affermato:“Abbiamo trovato un gruppo di cellule nervose del cervello umano che rispondo in modo selettivo alla musica. E’ possibile che [questi neuroni] emergano nel corso dello sviluppo, in risposta alla massiccia esposizione alla musica durante la vita.”
“Il fatto che sembra esistere una popolazione neuronale che risponde in modo altamente selettivo alla musica è un’indicazione dell’importanza delle note per gli esseri umani” ha concluso il ricercatore americano.
Glenn Schellenberg presso l’Università di Toronto ha effettuato una ricerca per dimostrare se l’abilità musicale rende una persona più intelligente. Tali valutazioni riguardanti i bambini sono sempre difficili a causa dell’influenza di altri fattori, quali il reddito e l’istruzione dei genitori. Tuttavia è stato scoperto che l’ascolto passivo della musica sembra migliorare i risultati dei test cognitivi, almeno nel breve periodo. Seguire lezioni di musica per i bambini porta invece ad un miglioramento cognitivo duraturo.
Le informazioni fornite in questo articolo provengono da Inside Science News Service, che è sostenuto dall’Istituto Americano di Fisica.
Per approfondire sulla musica di guarigione leggi Perché la Musica a 432 Hz ristabilisce l’armonia e la guarigione nel nostro corpo e Il potere degli 8Hz – Sviluppo facoltà e percezioni eccezionali e MONUMENTI E RISONANZE ACUSTICHE – IL POTERE E MISTERO DELLA VIBRAZIONE.
Nell’antica Grecia, il dio Apollo era la divinità della musica e della medicina. Esistevano templi di guarigione che usavano la musica come forza principale per armonizzare corpo e spirito.

Buon ascolto ♩♪♫♬

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte

Whale Fall – Sondersongs

Whale Fall ‘Sondersongs’ emoziona ancora una volta

I musicisti di Los Angeles ci fanno catapultare in suoni incredibilmente coesi e diversi per atmosfere uniche

 

 

 

‘Sondersongs’ è il disco dopo il magnifico album del 2014 dei The Whale Fall ‘The Madrean’. Immediatamente ci si chiede come possano seguire la loro intensità emotiva. La band si ripeterà semplicemente? Il prossimo album rivelerà i limiti della loro visione artistica?


Chiaramente, Whale Fall è una forza con cui fare i conti. Sondersongs riesce a suonare la quintessenza della band mentre si viaggia verso nuove e brillanti rive emozionali. Le influenze dell’album spaziano dal rock al prog, dal folk al classico – a volte all’interno della stessa canzone, come il beat rock di “Decades” si intreccia alla delicata chitarra di Ali Vazi.

La lineup di Sondersongs presenta sia strumenti archetipici rock / pop (chitarre, basso, batteria, tastiere) sia quelli (violoncello, sax, cornetta, flicorno, trombone) più associati alla musica classica, jazz o anche alla band, legati insieme al piano acustico e una spruzzata di “atmosfere” (accreditata al bassista / chitarrista Erik Tokle). Il genere è inteso come ‘cinematico’ come i Tuatara ma i confini vanno stretti a questi musicisti.

La risonanza di Sonder è evidente in tutto l’album, che mira a catturare in forma musicale l’intersezione e l’interazione della coscienza umana – dal suo lato più forte e collettivo al più caldo e intrecciato. Forse sorprendentemente dato l’argomento, è un album corto rispetto ai suoi predecessori: un set di 43 minuti, dieci canzoni abilmente progettato da Eric Palmquist (Bad Suns, Night Riots) e masterizzato da Pete Lyman di Infrasonic Sound (Tom Waits, Chris Stapleton).

Tracklist
1. True Places 00:00
2. Decades 04:38
3. Asunder 09:52
4. Holarctica 11:24
5. Cast Against Type 19:05
6. Reservoirs 21:35
7. El Llanto en Llamas 26:28
8. The Sondersong 28:03
9. This Cat Has No Moral Compass 34:05
10. Blue Hour 41:18
Buon ascolto!

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Miley Cyrus Pizzagate: senza veli e l’Instagram scomparso

Miley Cyrus cancella tutte le foto in fretta riconducibili al codice #pizzagate?

La ragazzina prodigio della Disney ha inserito per anni decine di foto per mostrare il codice pizzagate?

Stranamente viene cancellato tutto il suo Instagram subito dopo l’arresto di Weinstein?

 

Anche qui solo coicidenze?

 

 

 Le foto rimosse

Il ratto mostrato sul palco ha un doppio significato. Il topo ruba il formaggio normalmente e non la pizza ma mostra esattamente come si muovono gli abusatori: nelle fogne e sottoterra. Esattamente come denunciò anche l’attore Macaulay Culken. In gergo criptato i ratti sono gli handler che abusano dei minori, la pizza sono i bambini. Sono come i ratti perchè utizzano strutture sotterranee. Miley Cyrus ha consapevolmente o inconsapevolmente inserito dei codici riconducibili all’abuso dei minori!

Miley Cyrus per chiunque conosca la sua storia è passata da innocente ragazzina nella serie Hanna Montana a cantante pop depravata. Il passaggio mostra essenzialmente che è stata manipolata tramite il programma Monarch Mk Ultra. Chiunque abbia a che fare con la Disney in un modo o in un altro fa questa fine. Il padre di Miley, Billy Ray Cyrus, pare essere scomparso dalle scene da quando sua figlia ha cominciato a mostrare questi segni di dissociazione.

Il codice Pizza è ormai una realtà e anche la cantante è consapevole oppure compiacente nel mostrarlo. Appena l’inchiesta si è allargata ( subito dopo l’arresto del produttore Weinstein)  ecco la cancellazione delle foto.

Qui la notizia dell’Instagram cancellato :

Miley Cyrus Deleted Her Entire Instagram, and Fans Are Freaking Out

 

 

Il codice Pizza viene smascherato e tutte le star si affrettano a cancellare i loro profili? Crediamo ancora che sia tutta una storiella?

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

 

‘Sulla mia pelle’ -Soundtrack

‘Sulla mia pelle’ è il film sugli ultimi istanti  della vita di Stefano Cucchi

 

Una musica adeguata può raccontare tale dolore?

 

 

 

Un pugno nello stomaco di inaudita violenza. Di quelli che ti lasciano piegato in due, senza fiato.

Anche per questo non è facile scrivere di un film come “Sulla mia pelle”, dedicato alla terribile vicenda di cronaca di Stefano Cucchi, il 31enne romano morto nell’area detenuti dell’ospedale Pertini di Roma dopo una settimana di custodia cautelare, mentre era nelle mani dello Stato.

Duro, violento – ma senza bisogno di mostrarla, quella violenza – e mai banale. La colonna sonora ripercorre i momenti salienti della pellicola con altrettanta efficacia. Le note di piano ripercorrono con sommesso dolore le parti del cammino del giovane detenuto. Lasciando da parte ogni forma di giudizio, se quanto riprodotto sia la realtà dei fatti, non nascondiamo una certa emozione nell’ascoltare la musica anche dopo aver visto il film. Le note della ‘Sonata al chiaro di luna’ usate dai Mokadelic sono forse le più incisive e raccontano più di quanto si possa fare a parole.

Compositori:

Sulla mia pelle · Mokadelic Sulla mia pelle (Original Soundtrack) ℗ GDM Music srl Released on: 2018-09-12

Alberto Broccatelli Composer: Alessio Mecozzi Composer: Cristian Marras Music Publisher: GDM Music srl Composer: Luca Novelli Composer: Maurizio Mazzenga

 

Buon ascolto!

 

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Fonte citata