Halloween o Helloween?

Il migliore Halloween  ascoltando il disco degli Helloween  ‘Master of the rings’?

 

Perla della band teutonica uscito nel 1994 è ancora un platter estremamente godibile oggi

 

 

 

 

Tracklist

  1. Irritation (Weik Editude 112 In C) (Weikath) – 1:14
  2. Sole Survivor (Weikath/Deris) – 4:33
  3. Where the Rain Grows (Weikath/Deris) – 4:46
  4. Why? (Deris) – 4:11
  5. Mr. Ego (Take Me Down) (Grapow) – 7:02
  6. Perfect Gentleman (Deris/Weikath) – 3:53
  7. The Game Is On (Weikath) – 4:40
  8. Secret Alibi (Weikath) – 5:49
  9. Take Me Home (Grapow) – 4:25
  10. In The Middle of a Heartbeat (Deris/Weikath) – 4:30
  11. Still We Go (Grapow) – 5:09

 

Band

  • Andi Deris – cantante
  • Roland Grapow – chitarrista
  • Michael Weikath – chitarrista
  • Markus Großkopf – bassista
  • Uli Kusch – batterista

 

Buona festa pagana a tutti!

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Annunci

Kayne West, Nick Cannon, Mariah Carey e le dichiarazioni sconcertanti sul progetto Mk Ultra

Kayne West e Nick Cannon contrapposti dopo le ammissioni pubbliche sul controllo MK Ultra e Monarch!

Il mondo della musica è dominato da queste pratiche e le star lo ammettono!

 

Riporta un sito americano:

 

In un tweet su Kanye, Nick Cannon ha scritto: “MKULTRA is Real!”. Lo stesso Kanye West ha pubblicato numerosi tweet sul “Controllo Mentrale”.

Kanye West è l’ultimo di una lunga lista di celebrità passate al microscopio dei mass media dopo un grave esaurimento nervoso. Nel caso di Kanye, le cose stanno assumendo una più ampia dimensione socio-politica poiché è una delle rare celebrità che sostiene apertamente il presidente Trump. E Trump ha accolto favorevolmente questo sostegno a braccia aperte. Letteralmente..

La visita di Kanye allo Studio Ovale l’11 ottobre.

L’amore di Kanye per la “dragon energy” e il “MAGA” di Trump ha suscitato reazioni estreme da parte dei colleghi rapper e dei mass media in generale che lo accusano dei peggiori insulti: Venduto, zio Tom, traditore della razza, ecc.

Il rapper TI, che ha lavorato con Kanye in passato, si è scagliato sui social media:

“Mi fermo qui, sono ufficialmente fuori!!!! [F-] Trump e il suo ragazzetto. Un tempo è stato un piacere lavorare con te. Ora, mi vergogno di essermi associato a te. Questo è l’atto più ripugnante, vergognoso, imbarazzante, e hai schifosamente venduto l’anima per ottenere il potere. Hai iniziato a leccare il culo ad un livello completamente nuovo e mi rifiuto di associarmi a qualcosa di così vile, debole e sconsiderato rispetto all’effetto che questo ha sul bene superiore di TUTTA LA NOSTRA GENTE !!!! “

Notare il termine “la nostra gente”. Evidentemente TI si riferisce al loro circuito chiuso illuminato che regala il successo e che Trump sta demolendo tramite l’operazione definita The Storm. Si spiega anche l’astio contro il Presidente.

TI ha anche pubblicato un video di lui seduto nello Studio Ovale mentre una sosia di Melania Trump si spoglia per lui.

Il video era intitolato “Caro 45, non sono Kanye”.

La reazione contro Kanye si e` estesa alla stampa.

Un titolo dal The Guardian che chiede se Kanye West dovrebbe essere chiamato zio Tom – un termine dispregiativo usato per i neri che si “vendevano” ai bianchi. Personalmente non credo che il The Guardian dovrebbe chiamare qualcuno zio Tom.

Alcuni credono che il supporto di Kanye per Trump sia il risultato del suo essere mentalmente instabile. Il presentatore televisivo e rapper Nick Cannon ha espresso ulteriori opinioni alludendo all’MKULTRA.

“L’MKULTRA E` UNA REALTA`”

Dopo la visita di Kanye alla Casa Bianca, Nick Cannon ha pubblicato un tweet piuttosto incisivo che implica che Kanye è sotto il controllo mentale.

Mentre si potrebbe respingere questo tweet come un’altra celebrità che posta cretinate sui sociale media, il caso di Nick Cannon è diverso: conosce le cose. In effetti, Cannon è stato sposato per otto anni con Mariah Carey in uno degli esempi più eclatanti di controllo mentale dell’industria.

Nick Cannon con Mariah Carey e le sue gemelle ai Kid’s Choice Awards.

La storia di Mariah Carey è un tipico esempio di controllo mentale dell’industria. Nel 1993, all’età di 23 anni, Mariah si sposò con Tommy Mottola, il presidente di Sony Music (chiamato Criminale più volte da Michael Jackson). Mentre Mariah salì alle stelle in cima alle classifiche, il suo tumultuoso rapporto con Mottola – che era più di un gestore MK che un marito – ebbe le sue conseguenze sul suo benessere mentale. In effetti, Mottola controllava ogni aspetto della vita personale e professionale di Mariah. Ha monitorato ogni sua mossa e ha tenuto in clausura in una villa che ha finito per chiamare “Sing Sing” (il nome di una prigione di massima sicurezza a New York).

Nel 2004, Michael Jackson disse che Tommy Mottola era “un diavolo” mentre descriveva la situazione di Mariah Carey:

“E Tommy Mottola è un diavolo!

Non dovrei dire quello che sto per dire adesso. Per favore, non filmare quello che sto per dire, ok? Ma chi se ne frega registralo pure!

Mariah Carey, dopo aver divorziato da Tommy, venne da me piangendo. Stava piangendo così tanto che ho dovuto abbracciarla forte. Mi ha detto: “Questo è un uomo malvagio, e Michael, quest’uomo mi segue”. Mette sotto controllo i suoi telefoni, ed è molto, molto malvagio. Lei non si fida di lui. È un essere umano orribile. Non possiamo permettergli di farlo ad altri grandi artisti, semplicemente non possiamo. “

È una coincidenza che tutto ciò che circonda Mariah durante quegli anni abbia coinvolto farfalle monarca – il principale simbolo del controllo mentale monarch?

L’album di Mariah “Butterfly”, pubblicato nel 1997 (un anno prima del suo divorzio con Mottola).

Negli anni successivi al divorzio di Mottola, Mariah attraversò un crollo mentale, che spesso accade dopo anni di controllo mentale basato sul trauma. Non diversamente da Britney Spears e altri, questo periodo è iniziato con “comportamenti irregolari”.

Il 21 luglio 2001, la Carey ha fatto una bizzarra apparizione allo show di Carson Daly, che ora è tristemente definito “Ice Cream Meltdown”. Cominciò con Mariah che spingeva un carrello per il gelato mentre indossava una camicia da uomo di grandi dimensioni. Poi si spoglio` e chiese a Carson Daly di “rapirla”. Ha poi parlato di come aveva bisogno di terapia e che “non aveva soldi in banca”. Daly, visibilmente scosso ha annunciato: ‘

“Signore e signori, Mariah Carey ha perso la testa.”

Sei giorni dopo, Carey ha postato messaggi inquietanti sul suo sito web:

“Non so cosa sta succedendo nella mia vita”

Alcuni giorni dopo è stata ricoverata in ospedale per 14 giorni.

“Il 26 luglio, è stata improvvisamente ricoverata in ospedale, citando” un’esaurimento estremo “e” un esaurimento fisico ed emotivo “. La Carey è stata ricoverata in un ospedale non dichiarato nel Connecticut, e rimase ricoverata in ospedale e sotto cura del medico per due settimane, seguito da una lunga assenza dl pubblico. ”
– Wikipedia, Mariah Carey

La Carey è stata ricoverata in ospedale per la stessa ragione di Kanye ed è rimasta sotto “cure mediche” per circa lo stesso periodo di tempo presso “l’ospedale non rivelato”. Oggi a Mariah viene ufficialmente diagnosticato lo stesso problema mentale di Kanye: disturbo bipolare.

Nick Cannon è stato sposato con Mariah tra il 2008 e il 2016. Durante questo periodo, ha esibito il tipico comportamento di una schiava MK: “Non in se`” e sotto effetto di droghe pesanti. Se qualcuno può attestare che l’MKULTRA è reale, è Nick Cannon.

L’ESAURIMENTO DI KANYE

Il 20 novembre 2016, Kanye è stato ammanettato e portato di corsa al centro medico dell’UCLA dove ha trascorso dieci giorni sotto cure mediche.

Mentre la diagnosi ufficiale era “psicosi temporanea” dovuta alla disidratazione e alla privazione del sonno, le rivelazioni fatte da persone vicine a Kanye implicavano un problema molto più grave. Infatti, più di tre mesi dopo che Kanye è uscito dall’ospedale, il collaboratore di lunga data Malik Yussef ha rivelato durante un’intervista che la sua “memoria stava tornando”. Yussef ha detto a Popsugar:

“Sono stato a casa sua seduto con lui per circa sei, sette ore, parlando della sua salute e del suo recupero. La sua memoria sta tornando, il che è molto buono. [Sta] guarendo, passando del tempo con la sua famiglia. “

Quindi Yussef ha indicato che, in seguito al suo ricovero forzato, Kanye ha sofferto di una grave perdita di memoria e che, tre mesi dopo, non si era ancora completamente ripreso. Considerando questi fatti, è naturale chiedersi: cosa è successo in questi dieci giorni in ospedale e cosa potrebbe causare una perdita di memoria così prolungata?

Qui c’è qualcosa da considerare: lo strumento principale del controllo mentale basato sul trauma è la terapia con elettroshock (ECT) e l’effetto collaterale principale dell’ECT ​​è la perdita di memoria.

“La perdita di memoria è l’effetto collaterale principale associato al trattamento ECT. La maggior parte delle persone sperimenta quella che viene chiamata amnesia retrograda, che è una perdita di memoria degli eventi che portano al trattamento stesso incluso. La perdita di memoria di alcune persone è più lunga e maggiore con. Alcuni hanno difficoltà a ricordare gli eventi verificatisi nelle settimane precedenti il ​​trattamento o nelle settimane successive al trattamento. Altri perdono ricordi di eventi ed esperienze nel loro passato.

La perdita di memoria generalmente migliora in poche settimane dopo il trattamento con ECT. Come con i farmaci psichiatrici, nessun professionista o medico può dirvi con certezza quale tipo di perdita di memoria si verificherà, ma praticamente tutti i pazienti subiscono una perdita di memoria. A volte la perdita di memoria in alcuni pazienti è permanente “.
– PsychCentral, rischi della terapia elettroconvulsiva (ECT)

Un altro fatto da tenere in considerazione: Kanye ha ricevuto questi “trattamenti” nella stessa struttura in cui Britney Spears e Amanda Bynes sono state rinchiuse durante i loro glitch MKULTRA.

Poco dopo il suo rilascio dall’ospedale, Kanye si e` ossigenato i capelli. Gli schiavi MK sono spesso identificati con capelli biondi (usando tinture o parrucche).

FUORI DAL SUNKEN PLACE?

Nel 2018, Kanye riemerse nello spazio pubblico, sostenendo che era “Out of the sunken place” (lontando dal posto affondato).

l tweet di Kanye su Sunken Place.

L’espressione “sunken place” deriva dal film uscito nel 2017 e si riferisce allo stato di dissociazione del personaggio principale dopo essere stato ipnotizzato da una donna che utilizzava un trauma passato.

La tecnica del cucchiaino e della tazzina usata anche nel film “Get Out”

 

 

Meme di Kanye nel “Sunken Place” sono emersi dopo che e` stato accusato di essere sotto il controllo dei bianchi per aver sostenuto Trump.

Come puoi vedere, ci sono state molte discussioni su Kanye e il controllo mentale. Sai chi altro ha parlato di Kanye e del controllo mentale? Kanye.

I TWEET SUL CONTROLLO MENTALE DI YE

Kanye (che ora si fa chiamare Ye) ha postato su Twitter diversi video criptici dal titolo “Mind Control”. Nell’ultimo video della serie, va contro il controllo mentale dei social media e di massa e della loro agenda nascosta.

Uno screenshot del tweet “Mind Control”.

Quindi, è ancora sotto controllo mentale? È controllato da – come dice Nick Cannon – “diavoli” che lo “usano come un burattino”? Su Twitter, molti sono in disaccordo con la valutazione di Cannon.

È possibile che in realtà abbia infranto la programmazione? Ha assistito in prima persona al lato oscuro dell’industria e ora sta prendendo posizione contro di essa? E` semplicemente un comico? Potrebbe essere un mix di tutto. Non penso di sapere la risposta esatta. Tuttavia, sono sicuro di questo: ha attraversato qualcosa di oscuro e inquietante durante il suo ricovero ed è uscito come una persona cambiata. I veri “diavoli” erano in clinica.

 

 

Fonte

Fonte 2

The Prodigy ‘The Fat of the land’

Prodigy ‘The Fat of the Land’è un capolavoro senza tempo

 

Anticipando e mescolando dei suoni unici nel suo genere è un must ancora oggi

.

Nell’epoca degli anni ’90 alcuni dischi hanno letteralmente cambiato il corso della musicalità,della concezione stessa di far musica abbattendo delle barriere che fino ad allora era impossibile prevalicare. Questo disco riuscì in quest’opera a dir poco incredibile. Cosa caratterizza questo platter in particolare?

The Fat Of The Land fu sostanzialmente il manifesto d’incontro tra le culture musicali apparentemente lontane tra l’elettro-psichedelia, la techno più corposa e il break-beat suburbano e le chitarre distorte.

 

Le canzoni

Nel suo incedere prorompente con suoni e beat,  Smack My Bitch Up è la porta d’ingresso verso un mondo fatto di energia allo stato puro con una contaminazione mai sentita prima. Mindfields è una canzone intelligente con un giro di sitar che può non rimanere a vita in testa!

Diesel Power è  un hip-punk pregno d’industrial, affidato all’ossessivo rap di Maxim Reality. Le allucinazioni in slow-motion di Serial Thrilla e l’ethno-core di Narayan segnano il contatto con le forme più pure rispettivamente di jungle e acid-house, aprendo contemporaneamente le porte alla melodia. Spiazzante risulta anche Climbatize che suona come un tecno-tribale.
La passione per il punk emerge  in Breathe, alienante e sfrenata cavalcata di puro elettro-rock, con un Flint che domina linee di basso taglienti e  break energici che conferiscono una energia pazzesca. Funky Shit segna invece il contatto con i contemporanei Chemical Brothers, (parleremo anche di loro prossimamente) sia nell’uso dei sample vocali abbinati alla grancassa roboante.

Le ultime due tracce sono invece i due classici dei  Prodigy: la conclusiva  Fuel My Fire, inno vero e proprio punk  e  Firestarter che rappresenta ancora oggi la bandiera dello ‘scavalcamento’ musicale. Si può azzardare, si può osare e si può modificare lo status musicale a 360°!  The Fat of the land è questo e a prescindere che ci piaccia o meno, il merito a questo monumentale vessillo al cambiamento va riconosciuto. L’intelligenza mostrata nel dosare e modificare ogni singolo suono rappresenta la musica nella sua parte più minuziosa. Se da una parte il rock può essere istintivo, dall’altra il caos musicale delle nuove tendenze può accompagnare questa simbiosi.

Il disco continua oggi a suonare:

  • valido
  • variegato
  • potente
  • danzereccio
  • sporco
  • industriale
  • tecno
  • acid
  •  mai spiacevole o distruttivo.

 

Tracce

  1. Smack My Bitch Up – 5:42 (Liam Howlett, Maurice Smith, Cedric Miller, Keith Thornton, Trevor Randolph)
  2. Breathe – 5:35 (Liam Howlett, Keith Flint, Maxim)
  3. Diesel Power – 4:17 (Liam Howlett, Keith Thornton)
  4. Funky Shit – 5:16 (musica: Liam Howlett)
  5. Serial Thrilla – 5:11 (Liam Howlett, Keith Flint, Skin, Arran)
  6. Mindfields – 5:40 (musica: Liam Howlett)
  7. Narayan – 9:05 (Liam Howlett, Crispian Mills)
  8. Firestarter – 4:40 (Liam Howlett, Keith Flint, Trevor Horn, Anne Dudley, J. J. Jeczalik, Paul Morley, Gary Langan, Kim Deal)
  9. Climbatize – 6:36 (musica: Liam Howlett)
  10. Fuel My Fire – 4:18 (Donita Sparks, Bill Walsh, James, Ross Knight)originariamente interpretata dai L7
The Added Fat EP – CD bonus nella riedizione del 2012
  1. Smack My Bitch Up (Noisia Remix) – 5:53
  2. Firestarter (Alvin Risk Remix) – 3:18
  3. Breathe (Zeds Dead Remix) – 4:36
  4. Mindfields (Baauer Remix) – 3:51
  5. Breathe (The Glitch Mob Remix) – 4:25
  6. Smack My Bitch Up (Major Lazer Remix) – 5:05

Formazione

  • Liam Howlett – sintetizzatore, programmazione
  • Leeroy Thornhill – sintetizzatore, programmazione
  • Maxim – voce (tracce 2 e 6)
  • Keith Flint – voce (tracce 2, 5, 8 e 10)
Altri musicisti
  • Shahin Bada – voce aggiuntiva (traccia 1)
  • Jim Davies – chitarra (tracce 2, 8 e 10)
  • Kool Keith – voce (traccia 3)
  • Crispian Mills – voce (traccia 7)
  • Saffron – voce aggiuntiva (traccia 10)

 

Capolavoro!

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

I Mantra e i suoni: come funzionano sul nostro cervello – Parte III

Le ricerche internazionali cosa ci dicono circa l’effetto del suono sulla nostra parte “meccanica” del cervello?

Le vibrazioni come agiscono realmente fisicamente sul nostro corpo?

Musicaeanima ha raccolto degli articoli che ne parlano

 

Ascoltare col corpo per espandere la dimensione dell’udito. Uno strumento essenziale per l’evoluzione

E’ stata recentemente scoperta la “prospettiva uditiva“, un modo di percezione dei suoni che può essere paragonato alla scoperta della prospettiva tridimensionale durante il Rinascimento.
Sandra Seagal, una psichiatra di Los Angeles, ha scoperto che questa differente modalità di ascolto può essere acquisita imparando a ricevere le vibrazioni sonore con l’intero corpo.

“Si ascolta con l’intero strumento umano come se fosse suonato dai suoni che gli giungono. E’ come essere una particella nella nuova fisica. Ti senti risuonare come un punto focale in un campo di relazioni molto più vasto.”

Seagal considera la prospettiva uditiva come “uno strumento essenziale per l’evoluzione”.
Ha il potenziale per facilitare la comprensione e l’armonia tra sposi, genitori e figli, insegnanti e studenti, supervisori ed impiegati e anche tra i leader delle nazioni.
Le affermazioni della Seagal sono state confermate sia nella sua pratica privata di psicologa sia in vari casi di consulenze per scuole e aziende.
Le ipotesi della Seagal sono state verificate analizzando i dati emersi dalle persone da lei sottoposte ad apprendimento della nuova tecnica dopo essere state sottoposte ad analisi elettronica della voce.
La prospettiva uditiva rende l’individuo in grado di sentire/ascoltare le altre persone così come sono, indipendentemente da quello che ci dicono. “Le nostre funzioni mentali, emozionali e sensoriali sono codificati nella voce in modo determinato proprio come lo sono le informazioni genetiche nei nostri geni.”
Ogni individuo, secondo la secondo la Seagal, è centrato in una delle tre seguenti funzioni basilari della personalità.

Gli individui con un centro emotivo dominante vedono il mondo valutando le loro relazioni personali. Gli individui con una sfera mentale dominante percepiscono il mondo attraverso le informazioni e le idee che considerano più valide.

Gli individui centrati sulle loro sfere sensoriali, meno comuni nell’Occidente, sono molti  in Oriente. Essi percepiscono il mondo biologicamente attraverso la “saggezza del corpo”. Essi sono i tipi caratteriali più accomodanti e meno inclini a voler cambiare il mondo. Secondo Seagal, ognuna di queste funzioni caratteriali sono almeno dormienti se non attive in ognuno. Sono poche le persone che hanno pienamente integrato le loro funzioni. Questa integrazione fa parte del dovere evolutivo dell’individuo. L’aspetto meno evidente, ha detto Seagal, è normalmente quello cruciale per il proprio senso di ciò che è significativo ed appagante. Essenzialmente, ha detto Seagal, il disegno sottostante è immutabile quanto l’eredità genetica. “La costituzione di base può essere modulata, ma i tentativi di ristrutturarlo sono una violazione dell’integrità personale. L’equilibrio, la completezza può essere nutrita come può essere storpiata. Non puo’ essere ricostituita. Ogni funzione caratteriale vibra all’interno di un particolare suono o raggio di frequenze. La gente puo’ essere istruita per sentire le differenti risonanze nelle voci di altre persone mentre le ascoltano.
La vibrazione di frequenza alta, mentale, risuona in cima alla testa.
La vibrazione di frequenza media, emozionale, è tracciabile sulla fronte.
La frequenza di vibrazione bassa è sentita in mezzo agli occhi e sulle tempie.

Quando istruisce la gente a sentire queste frequenze, Segal utilizza musica rappresentativa: Paganini (mentale), Chopin e Beethoven (emozionale), Mozart e Bach (sensoriale). Gli apprendisti ascoltano in uno stato di consapevolezza vasta.: gli occhi non competamente a fuoco ma allo stesso ternpo consci della periferia mentre l’attenzione è centrata su di un punto sopra la testa.

 

Il dna diventa musica

 

Si tratta di sinfonie musicali ottenute ricopiando le sequenze delle quattro unità chimiche che formano la molecola del DNA, spiega David Deamer, biofisico dell’Università di Davis, il primo a tradurre i geni in musica.

Ogni unità di Dna rappresenta un’aria musicale autonoma, aggiunge Susan Alexander, compositrice e docente di musica alla California State University, proprio come nelle Quattro Stagioni di Vivaldi o nella Nona sinfonia di Beethoven. La molecola che determina le caratteristiche genetiche di ciascun individuo varia da persona a persona e le sinfonie sono perciò infinite, dato che la configurazione delle quattro componenti chimiche è sempre diversa. Alcuni individui hanno un Dna musicale noioso, lento e ripetitivo, continua Deamer, altri invece possono suggerire musiche simili al jazz, altri al blues, le possibilità sono davvero infinite.
In America è già iniziata la corsa alla scoperta dei propri geni in musica, basta andare in un laboratorio medico, farsi determinare la struttura del proprio Dna e affidare i risultati a un compositore. Deamer dice che gli americani vanno pazzi per questa nuova esperienza di poter finalmente dire: “Questa è proprio la mia musica!”.

 

Fonte

Fonte 2

The Sound of Silence- la canzone senza tempo

Una canzone che suscita sensazioni forti  potrebbe essere” The Sound of Silence” di Simon  & Granfunkel

Intimista, soffusa, delicata e profonda in pochi minuti racchiude uno dei singoli piu’ riprodotti della storia rock musicale

 

 

Hello, darkness, my old friend

I’ve come to talk with you again

Because a vision softly creeping

Left its seeds while I was sleeping

And the vision

That was planted in my brain

Still remains

Within the sound of silence

In restless dreams I walked alone

Narrow streets of cobblestone

Beneath the halo of a street lamp

I turned my collar to the cold and damp

When my eyes were stabbed

By the flash of a neon light

That split the night

And touched the sound of silence

 

And in the naked light I saw

Ten thousand people, maybe more

People talking without speaking

People hearing without listening

People writing songs that voices never share…

And no one dare

Disturb the sound of silence.

 

“Fools,” said I, “you do not know

Silence like a cancer grows.”

“Hear my words that I might teach you,

Take my arms that I might reach you.”

But my words like silent raindrops fell,

And echoed in the wells of silence.

 

And the people bowed and prayed

To the neon god they made.

And the sign flashed out its warning

In the words that it was forming.

And the signs said: “The words of the prophets

Are written on the subway walls

And tenement halls,

And whisper’d in the sound of silence.”

Ciao, oscurità, vecchia amica

sono qui per parlarti di nuovo

perché una visione arrivando dolcemente

ha lasciato i suoi semi mentre dormivo

e la visione

che si è fissata nella mia mente

rimane ancora

dentro il suono del silenzio

In sogni senza riposo io camminai da solo

in strade strette acciottolate

nell’alone di luce di un lampione

sentii il mio colletto freddo ed umido

quando i miei occhi furono abbagliati

dal lampo di una luce al neon

che spezzò la notte

e intaccò il suono del silenzio.

 

E nella luce fredda io vidi

diecimila persone, forse più.

Persone che parlavano senza dire nulla

persone che ascoltavano senza capire

persone che scrivevano canzoni che le voci non potevano cantare assieme

e nessuno osava

disturbare il suono del silenzio

 

“Pazzi” dissi io “voi non sapete

che il silenzio cresce come un cancro”

“Ascoltate le parole che io posso insegnarvi.

Prendete le mie braccia così che possa raggiungervi.”

Ma le mie parole cadevano come goccie di pioggia silenziose,

e ne usciva l’eco dai pozzi del silenzio.

 

E la gente si inginocchiava e pregava

al dio neon che aveva creato.

E l’insegna lampeggiava il suo messaggio

con le parole che lo formavano.

E il messaggio era: “Le parole dei profeti

sono scritte sui muri della metropolitana

e negli androni dei palazzi,

e diventano sussurro nel suono del silenzio.”

 

Consigli per gli acquisti senza tempo!

 

 Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

‘Kin’ Soundtrack by Mogwai

La colonna sonora per il film thriller ‘Kin’ creata dai Mogwai è musica per l’anima

 

 

Mogwai, nati come indie rock alternative o post rock hanno già suonato per creare delle colonne sonore.  ‘Zidane: A 21ST Century Portrait‘ e il più recente ‘Atomic’ sono stati i loro primi lavori. Per ‘Kin’ la band britannica suona per tutto il film creando un feeling unico. Delicata, intrecciata con ricordi sommessi ma anche adatto per un thriller è una colonna sonora da ascoltare come un disco per viaggiare nell’anima.

Consiglio per gli acquisti e per gli amanti del cinema!

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Bono Vox chi è veramente? Parte IV- Al concerto di Milano

Bono Vox da anni è non solo amico dei mondialisti come Soros ma è in piena dualità Monarch

Facendo finta che sia tutto una fantasia ecco cosa dichiara una testata italiana del suo concerto:

 

Il leader degli U2, nelle vesti del suo alter ego satanico Mac Phisto, nel salutare Milano al termine dell’ultimo dei 4 live al Forum ha dichiarato: “La mia gente sta arrivando in Europa, il mio consiglio in Italia è Matteo Salvini”

Matteo Salvini? È il diavolo. Parola di Bono degli U2 nella sua versione malvagia, il satanico MacPhisto, al quarto e ultimo concerto della band irlandese al Forum di Assago. Il cantante da sempre ha posizioni politiche e sociali molto nette a favore dell’immigrazione e dell’europeismo e spesso fa sostenere posizioni populiste e sovraniste a MacPhisto, il suo alter ego diabolico, che tra l’altro è contro l’Europa: “Parlate tutti lingue diverse, vi siete fatti due guerre mondiali”, aveva sogghignato già nel primo concerto al Forum. Nell’ultimo è andato anche più pesante: “La mia gente sta arrivando in Europa”” ha detto elencando alcuni movimenti populisti come i Democratici svedesi e alludendo poi, senza nominarli, al primo ministro ungherese Viktor Orban e al Front National francese.

 

Bono sostenendo Soros vuole più immigrazione e meno sovranità ovvero quello che l’èlite desidera. E’ da notare l’uso del suo alterego, che abbiamo nominato spesso anche in occasione del pizzagate. Ovviamente il suo personaggio doppio non è un sosia positivo. Anzi notate lo sguardo e come si pone.

 

Ad ognuno il suo personale giudizio.

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte citata

Cliff Burton- Storia di un bassista eterno

Cliff Burton il primo grande bassista dei Metallica sembra ancora vivo nella memoria

 

Negli ultimi anni della sua vita ha fatto parte dei Metallica ma Cliff Burton aveva costruito una reputazione come uno dei più grandi bassisti già dell’epoca

Burton, nato il 10 Febbraio 1962, è stato come un’anomalia nella scena thrash metal. Il musicista era modesto ed indossava pantaloni a zampa d’elefante, mentre i suoi contemporanei preferirono attillati jeans neri – e suonava come un chitarrista solista sul palco eseguendo partiture di origine classica con le distorsioni!

Sull’ album di debutto della band gli fu data data l’occasione di mostrare le sue abilità sul brano strumentale “(Anestesia) Pulling Teeth”.

Il 27 settembre del 1986, la sua vita è stata tragicamente stroncata in un incidente tour bus 12 miglia a nord di Ljungby, Svezia. Aveva solo 24 anni.

Qui ci sono alcune cose che non sapete sul re delle quattro corde.

Come il frontman dei Metallica James Hetfield, il primo strumento musicale che Cliff ha imparato a suonare e’ stato il pianoforte. Aveva iniziato solo a 6 anni. Molta musicalità espressa sulle 4 corde effettivamente ha reminescenze classiche. Orion è un esempio:

 

Cliff ha cominciato a suonare il basso all’età di 13 anni, dopo la morte del fratello maggiore Scott. Secondo i suoi genitori, Burton, ha dichiarato: “Ho intenzione di essere il miglior bassista per mio fratello” e si mise a suonare fino a sei ore di pratica al giorno – anche dopo l’adesione i Metallica nel 1982 che ovviamente era un onore ed un onere non da poco conto. Cito’ Geddy Lee, Geezer Butler, Lemmy, Stanley Clarke e Phil Lynott come le sue ispirazioni. “Lemmy ha avuto un influenza nel modo in cui usa la distorsione”, ha rivelato. L’amore per il wah wah e’ un marchio di fabbrica di Cliff. Mentre il suo amore per il rock del sud è stata ben documentata, Burton è stato anche un grande fan dei REM, Peter Gabriel, Yes e The Police. Amava anche la musica classica, in particolare Bach, che ha inserito in alcune suoi contributi ai Metallica. Quando ebbe un posto di lavoro per noleggio di attrezzature da giardino, il soprannome di Burton è stato ‘Cowboy’, perché portava sempre un cappello di paglia.
La prima band di Burton sono stati chiamati EZ-Street, dal nome di uno strip bar. Gli altri membri della band includevano i futuri Faith No More come Mike Bordin e Jim Martin. “E’ stato abbastanza stupido, in realtà”, ha detto Burton. “Abbiamo fatto un sacco di cover, solo merda floscia.”
Burton era inoltre in una band chiamata Trauma prima di entrare Metallica. Una delle canzoni che hanno registrato con lui è nella compilation Metal Massacre 2.

Burton consigliò a Hetfield il titolo per l’album di debutto dei Metallica ovvero ‘Kill Em’all’! E ‘stato originariamente chiamato “Metal Up Your Ass” con delle opere d’arte in copertina tipo un coltello che spuntava da un gabinetto (!!!) ma i distributori di dischi si rifiutarono pensando che questo poteva danneggiare sia la distribuzione che l’immagine stessa dei Metallica. Effettivamente nel periodo storico degli anni ’60 e ’70  il modo di suonare cosi distorto non esisteva e pure le copertine erano “carine” e basta. Quindi anche le copertine dovevano “urtare” e in tutta risposta, Burton disse: “Basta chiameremo il disco “ Kill em’all”!». Anche la copertina era esplicita e il risultato lo vediamo ancora oggi.

L’intro di” Damage, Inc.” è stata scritta ed eseguita da Burton. “Si tratta di otto o 12 tracce di basso, un sacco di armonie e distorsioni sovrapposte”, ha spiegato. Guarda questo video da Andriy Vasylenko per capire.

Cliff aveva contribuito alla stesura dei seguenti brani dei Metallica: “Anestesia (Pulling Teeth”),” Fight Fire With Fire”, “Ride The Lightning”,” For whom the bell tolls”,” Fade To Black”, “Creeping Death”, “The Call Of Ktulu”, “Master Of Puppets” e” Orion”. Gli e’ stato accreditato postumo alla sua morte … “And Justice For All” e “To Live Is To Die”.

Nei primi mesi del 1986, Burton ha rivelato che la sua canzone preferita era “Master Of Puppets”. “La mia canzone preferita è Master,”, ha detto a Harald Oimoen in una rara intervista. “Penso che sia la migliore canzone dei Metallica ancora. I testi anche sono i migliori.”

 

cliff 1
Nel 2013 la società Aria ha rilasciato il basso Aria Pro II Cliff Burton Firma. Suo padre Ray ha detto: “Che bella strumento e un meraviglioso omaggio a Cliff”.
James Hetfield ancora oggi spesso indossa un anello teschio d’argento che originariamente apparteneva a Cliff.
Una lapide è stata posta dai fan nei pressi del luogo dell’incidente in Dörarp, Svezia. E’ stata pagata dalle donazioni dei fan ed è iscritta con il testo ‘Non puo’ il regno della salvezza portarmi a casa“’ da “To Live Is To Die” da l’album “And Justice For All”. Una targa è anche nell’ingresso della sua vecchia scuola elementare, che si trova in California a Castro Valley .
Ogni volta che un artista muore cosi giovane ci poniamo mille domande ma se vogliamo Cliff vive ogni volta che ascoltiamo le sue canzoni. Cliff cambiò la percezione del basso ed applicò delle scale di origine classica in canzoni thrash metal. E’ ancora amato oggi e con merito.

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Pizzagate e lo star system: i media italiani cominciano a parlarne con quali toni?

Il Pizzagate è una realtà, l’arresto di Weinstein è la prima parte di uno scossone mondiale a tutto lo star system

Asia Argento è la nostra star invischiata in rapporti strani con minorenni e la stampa (di parte) scrive in maniera discriminante sul pizzagate.

Qanon è un carro armato che avanza e i poveri giornalisti costretti ad asservire i loro capi scrivono questi articoli definendo “complottismo” il pizzagate

L’articolo integrale di una famosa testata italiana che denigra e rende acqua zuccherata un fenomeno disgustoso:

 

C’è la teoria del complotto che crede che gli attentati dell’11 settembre siano stati preparati dagli stessi americani. Quella secondo cui lo sbarco sulla Luna sia solo una messinscena della Nasa. Ma ora una nuova teoria cospirazionista fa impallidire quelle già note. E son gli americani, cervellotici, a ordirla. Un nome all’origine di tutto: QAnon. Dietro a questo un mare di tesi bizzarre della destra statunitense, tanto care ai sostenitori di Trump, proliferate sul web. A farne le spese diversi vip, tipo Tom Hanks, pilastro della Hollywood liberale, accusato di essere un pedofilo. E pure Obama e i Clinton, tacciati di tenere le redini di un giro di pedofilia.

A sostegno di QAnon anche diversi nomi celebri americani, tipo la conduttrice televisiva Roseanne Barr

Cerchiamo di capire meglio cos’è la tentacolare teoria del complotto della destra trumpiana conosciuta come QAnon.

Cos’è e com’è nato QAnon

Tutto è cominciato il 28 ottobre 2017, quando “Q” è emerso dalla palude di internet sul sito 4chan, dove gli utenti possono pubblicare liberamente e in forma anonima e dove sono nati diversi fenomeni del web.
In una discussione intitolata “Calm Before the Storm” (La calma prima delle tempesta) e nei post successivi Q ha diffuso e consolidato la sua leggenda: si è presentato come un membro del governo, con accesso a informazioni di massima sicurezza, a conoscenza di una battaglia segreta per il potere che coinvolge Donald Trump, il “deep state” (lo stato profondo), Robert Mueller direttore dell’Fbi che sta indagando sul Russiagate, i Clinton, una catena pedofila e compagnia bella. 

Q ha continuato a pubblicare contenuti, sia su 4chan che su 8chan, promuovendo la community “QAnon”, che decodifica i messaggi di Q e cerca di capire la vera verità celata dai poteri forti. 

A provare, secondo i seguaci di Q, che Q è davvero un pezzo grosso vicino a Trump, ci sarebbe anche una foto che Q ha postato, che dovrebbe essere stata scattata niente meno che dall’Air Force One, l’aereo presidenziale. L’immagine alquanto sfocata mostra dall’alto le isolette sorvolate dal presidente durante il suo viaggio in Asia nel novembre 2017.

Cosa sostiene la teoria di QAnon

La comunità QAnon è per lo più a favore di Trump e contro lo “stato profondo”. Sostiene tesi tanto strambe quanto pesanti. Secondo QAnon lo “stato profondo” vorrebbe boicottare Trump perché ha messo in piedi una lotta sotterranea contro i potenti americani, invischiati in una tresca di pedofilia

Secondo il Guardian, come ogni teoria cospirazionista QAnon “è abbastanza flessibile da adattarsi a qualsiasi nuovo sviluppo che possa smentirla”. E ancora: “è probabile che più leggi su di essa, più ne resterai confuso. Immagina un mix volatile di Pizzagate, InfoWars e il panico satanico degli anni ’80, moltiplicato per la potenza di internet e con una spinta in più data da una manciata di celebrità conservatrici”.

QAnon in effetti ricorda abbastanza il Pizzagate, teoria cospirazionistata sfatata, diventata virale durante la campagna elettorale presidenziale americana del 2016, che voleva che i Clinton al centro di un sordido giro pedofilo che aveva come base la pizzeria Comet Ping Pong di Washington (folle idea nata da uno scambio di mail tra il proprietario della pizzeria e John Podesta, presidente della campagna elettorale di Hillary Clinton). 

Le bizzare tesi di QAnon

Secondo QAnon, non sarebbe Trump ad avere strani rapporti con la Russia ma sarebbero stati i Clinton e Obama a intessere relazioni ambigue coi russi; Trump avrebbe finto legami con Putin solo per far avviare le indagini del Russiagate. Alcuni vip di questo sporco sistema dello “stato profondo” sarebbero già sotto il controllo della polizia, forse tramite braccialetti elettronici (a sostegno di ciò le immagini di Hillary infortunata con tutore al piede e addirittura di John Cain, sempre con tutore post lesione tendine d’Achille: il tutore? per nascondere i braccialetti). 

L’ultimo sotto le grinfie di QAnon è stato Tom Hanks. Lunedì 30 luglio, chi ha cercato il nome dell’attore su YouTube si è imbattuto in una brutta sorpresa: il titolo del video in cima alla ricerca era “Sarah Ruth Ashcraft says Tom Hanks is a pedophile” (Sarah Ruth Ashcraft dice che Tom Hanks è pedofilo). Tra gli altri risultati in testa: “Tom Hanks’ Alleged ‘Sex Slave’ Speaks Out” (Le rivelazioni del presunto schiavo del sesso di Tom Hanks). I primi cinque risultati – e otto tra i primi 14 – erano variazioni sul tema della pedofilia, intervallati dagli hashtag #QAnon, #Pizzagate e #Pedogate. Evidentemente chi c’è dietro a QAnon sa muoversi bene con gli algoritmi di ricerca di YouTube. 

I vip sostenitori di QAnon

Ci sono anche alcune celebrità a credere a QAnon. Tipo Roseanne Barr, l’attrice di Pappa e ciccia fan di Donald Trump. Prima di venire licenziata dalla sua sitcom per il suo tweet razzista contro Valerie Jarrett (paragonò a una scimmia l’ex consigliera di Obama), Barr ha twittato vari “cinguettii” che invocavano QAnon. Alludevano alla presunta esistenza di centinaia di circoli pedofili (uno di questi: Hollywood) che Trump sta smantellando.

Tra i vip al seguito di QAnon anche Curt Schilling, ex giocatore di baseball diventato fervente sostenitore di Trump. 

 

 

Ad ognuno le sue valutazioni personali. Il pizzagate è una realtà comprovata e non una fantasia. Se questo si chiama “giornalismo” in Italia…

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

 

Fonte citata