Rancid ‘And Out come the Wolves’

Parlando con un blogger ci ha fatto notare che nessun album dei Rancid era stato recensito da noi

Quindi ci stiamo prendendo l’onore di recensire questo capolavoro seminale del punk moderno

 

Rancid-And-Out-Come-The-Wolves-640x640


Quando ho ascoltato per la prima volta Rancid nel 1995, ho visto il video di “Time Bomb”, e immediatamente ho cambiato canale, perché odiavo la voce del cantante e pensavo che fossero inutili. Qualche settimana dopo, è arrivato il video di “Ruby Soho”, ed essendo un bassista, la linea di basso ha attirato la mia attenzione. Presto sono andato a comprare il vinile e rimasi folgorato. Sembravano dei Clash moderni ma con un bassista davvero fuori dai canoni!

 


Questo è probabilmente l’album dei Rancid più famoso, accanto a “Let’s go” o “Indestructable”. La canzone di spicco dell’album è senza ombra di dubbio “Maxwell Murder”, per l’eccezionale assolo di basso. “Roots Radicals” è anche una delle canzoni principali dell’album, con un assolo piuttosto orecchiabile alla chitarra. “Time Bomb” è più comunemente la canzone finale dei Rancid nei concerti. Un’altra canzone che spicca nell’album sarebbe “Olympia, Wa” con un piccolo riff di chitarra che ti martella per tutta la canzone. “The Wars End” e “Old Friend” sono altre due preferite, anche se “Old Friend” è molto simile a “Time Bomb”. Ho parlato del basso e della chitarra, ma ho evitato il canto, i testi e la batteria per qualche ragione! La batteria è perfetta per la cronaca, poiché Brett ha scelto dei fill-in perfetti. I testi, se ne capisci qualcuno, sono stati scritti bene da Tim. Mi piacciono particolarmente i testi di “Ruby Soho”. Anche se ammetto che i Rancid non hanno uno dei più grandi cantanti di sempre per questo genere, lo compensano con i loro riff sorprendenti e orecchiabili insieme alla loro energia ed entusiasmo sul palco. Il mix finale risulta adeguato ricordando dei moderni Sex Pistols.

A parte i piccoli difetti, questo è il miglior album dei Rancid  e rappresenta una generazione , una fusione tra i Clash anni ’80 e il nuovo punk moderno, accompagnata da una ritmica unica nel suo genere.

 

Tracklist

  1. Maxwell Murder – 1:25
  2. The 11th Hour – 2:28
  3. Roots Radicals – 2:47
  4. Time Bomb – 2:24
  5. Olympia, WA. – 3:30
  6. Lock, Step & Gone – 2:25
  7. Junkie Man – 3:04
  8. Listed M.I.A. – 2:22
  9. Ruby Soho – 2:37
  10. Daly City Train – 3:21
  11. Journey to the End of the East Bay – 3:11
  12. She’s Automatic – 1:35
  13. Old Friend – 2:53
  14. Disorder And Disarray – 2:49
  15. The Wars End – 1:53
  16. You Don’t Care Nothin’ – 2:28
  17. As Wicked – 2:40
  18. Avenues & Alleyways – 3:11
  19. The Way I Feel – 2:34

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

 

 Facebook

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...