La programmazione di Neverland e Michael Jackson – le prime conclusioni

Molti ci chiedono il punto della situazione ad oggi sulla questione Michael Jackson, Neverland e il documentario uscito da poco tempo

 

Cosa si può pensare di questa vicenda?

 

lm

 

Lungi dal dare un giudizio sommario, sì è vero, no è falso, possiamo comunque delineare dei pensieri sulla questione dopo il delirante documentario da poco uscito.

Anche se i giornali mainstream erano ansiosi di descrivere Michael Jackson come una “drogato maniaco folle” che ha attirato i bambini nel suo letto, le cose erano chiaramente più complesse di quanto descritto. C’erano persone dietro a lui. Malevole, manipolative, fraudolente,  malvagie e perverse. Sono le persone che erano sadiche nel controllo della sua stessa vita, che ha trasformato il giovane cantante dei Jackson 5 nel bizzarro, fisicamente e mentalmente alterato Michael Jackson che conosciamo oggi. Oltre ad essere uno schiavo in un sistema malato, è stato utilizzato per attirare più vittime nel mondo orribile del controllo mentale.

Neverland Ranch è stato più che la casa di Michael Jackson, è stata una luogo surreale di depravazione mentre prestava servizio di una specie di “Ambasciata internazionale” per la programmazione definita Peter Pan.

 

mottola.jpg

Il produttore Mottola accusato da Micheal Jackson dei fatti di Neverland

 

Ci si potrebbe chiedere: Jackson era un partecipante attivo in tutto questo? Era  forse programmato di farlo? Era semplicemente un altro schiavo in giro per il ranch, completamente all’oscuro di ciò che stava realmente accadendo? Solo una manciata di persone che conoscono la verità effettivamente. L’assordante silenzio sul potente Mottola, del suo amico finito in carcere Spector, il dottor Luke (che ha distrutto la vita di Ke$ha) sono una realtà che risponde più di quanto si possa pensare.

Una cosa è certa: quando Jackson ha iniziato a capire chi fosse veramente Mottola (ricordiamo è libero e tranquillo senza alcuna accusa reale) Neverland e la riconnessione con la realtà, quando la sua programmazione ha iniziato a distruggere la sua coscienza, lo ha spinto a parlare, è stato pompato di farmaci fino a quando ha smesso di respirare. Oppure Michael ha finto la sua morte per sfuggire a quel giro maledetto?

I gestori del Ranch oggi dove sono? Sono scomparsi nell’ombra. Mottola cosa ha dichiarato circa la questione? Nulla perchè non c’è stato un solo giornalista capace di affrontarlo. Provate a trovare in rete un’intervista al padrone assoluto della Sony che parli esplicitamente del suo ex pupillo.

 

Rispondendo alla domanda di apertura è chiaro e palese che Michael è stato volutamente infangato, la sua residenza è stata riempita di prove ma dall’esterno e non sappiamo se sia veramente morto o meno. Attendiamo che le forze dell’ordine americane indaghino nella direzione di Mottola.

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

 

 Facebook

 

Annunci

2 commenti

  1. Premesso che penso che Michael, ragazzo di colore con carisma e grande seguito di fans, mettendosi contro i poteri forti si é fatto terra bruciata, peró, mentre il concetto di “programmazione” sugli adolescenti lo capisco, riferito ad adulti che a loro volta poi programmano adolescenti con le loro azioni non lo condivido, deresponsabilizza. La stessa disciplina e determinazione che l’ha condotto ad essere Unico nel ballare e cantare e nel metter su un impero di denaro, poteva usarla anche in altre scelte… ?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...