Halocraft – Chains For The Sea

‘Chains For the Sea’ è la terra di confine tra avanguardia, post rock e melodia

Gli Halocraft riescono a distinguersi da centinaia di band indie con un disco emozionante

 

 

 

Recensione

‘Chains For The Sea’ è un album pubblicato l’11 novembre dello scorso anno, reso disponibile nel 2019, dal gruppo greco Halocraft. Poco più di quaranta minuti, il disco ha nove tracce. Con armonie belle, appassionate e delicate, questo album è meraviglioso. C’è una bellezza genuina e una fragranza meravigliosamente poetica, profondamente legata alle sue melodie virtuose, che rende sicuramente questo lavoro interessante ed elegantemente espressivo degno del tuo tempo, nonostante alcune limitazioni minori e ovvie di band che nascono come indie.

Con un layout progressivo impreziosito da linee di chitarra gentili e creativamente maestose – anche se moderatamente inclini a una pretesa melodica iperbolica, ma genuina – c’è un meraviglioso grado di vivacità che gravita attorno all’asse sensazionale di una congiuntura musicale colorata, che si bilancia verso la fertile densità di la sua anatomia sonora. Il suono della band è fondamentalmente organico e riorganizza le sue volatili inclinazioni secondo un pragmatismo molto intuitivo.

La vivida gentilezza, calma e delicata delle sue armonie colorate è l’elemento più eccezionale presente in Chains For The Sea, sebbene il gruppo tende rapidamente a perdere la sua moderazione e ad essere eccessivamente dispersivo nello sviluppo continuo di un tessuto musicale rotante, che converge in un’atmosfera indefinitamente espansiva generata principalmente da melodie guidate da chitarra. Tuttavia, ciò che abbiamo qui è un risultato molto coeso, che non solo comprende la logica delle sue vicissitudini, ma mostra un insieme elaborato di tonalità sonore vividamente poetiche, che sono profondamente allungate con il suo infinito schema metodico, che non cerca mai la fine del suo universo personale di fragile malinconia. La traccia finale è vocale, chiude in uno stile elegante e sfuggente questa opera delicatamente realizzata.

Partendo da virtù audacemente pungenti e creative, evidenziate da una sensibilità che cerca seriamente lo splendore della propria serenità introspettiva attraverso le ondate di sinfonie formidabili e delicate, questo album è sicuramente un’esperienza sonora accattivante. 

halo

 

 

Tracklist

01. Under the Waves she Sleeps

02. The Daughter you’ve Always Wanted

03. Vertigo, the Desire to Fall

04. Chains for the Sea

05. In Orbit

06. Those who sow winds

07. It has Awaken

08. False Vacuum

09. She speaks of stars

 

Riferimenti

Genre: Post rock, experimental, instrumental

Artist: Halocraft Album: Chains For The Sea (November 11, 2018) Country: Giannitsa, Greece https://halocraftofficial.bandcamp.co…

 

 

Buon ascolto!

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

 

 Facebook

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...