L’omicidio di Chris Cornell – la lista dei sospettati

Indipendentemente da cosa crediamo della morte di Chris Cornell, la storia resa pubblica non ha semplicemente senso

 

Come avevamo scritto in precedenza la sua guardia del corpo e la ex moglie sono sempre più invischiati nella morte di Chris Cornell

 

Pubblichiamo una  serie di articoli  da parte di un altro giornalista che scrive delle cose molto sensate. (La traduzione è quella automatica e può contenere degli errori).

 

Chi ha beneficiato davvero della scomparsa di Chris Cornell?

 

marty

A destra la guardia del corpo Martin Kirsten accusato di aver picchiato Chris

 

È passato un anno da quando Chris Cornell, la mia più grande ispirazione musicale, è stato dichiarato morto il 18 maggio 2017 all’MGM Grand di Detroit — Rock City — dopo aver eseguito un concerto con Soundgarden, e qui sto scrivendo un blog di follow-up per quello che ho scritto solo pochi giorni dopo la sua morte (ecco il link: //reneeyoungdecamillis.wordpress.com/…/chris-cornells…/) per dirti che ci sono ancora più domande senza risposta nella sua indagine sulla morte: un’indagine che sembra essere terminato prematuramente con la fin troppo facile decisione del suicidio. Le numerose domande che mi ero posto allora non hanno ancora ricevuto risposta e tutte le dichiarazioni e le azioni della sua vedova, Vicky Karayiannis Cornell, dalla sua morte hanno posto solo più domande nella mente delle persone. Sì, ho detto “persone” perché nel corso dell’ultimo anno ho trovato centinaia di persone che ponevano molte delle stesse domande che ho posto. E insieme abbiamo unito le forze e raccolto molte prove a supporto della conclusione a cui mi ero appoggiato nel mio primo blog: troppi dettagli indicano un fallo-gioco come la potenziale causa della morte di Chris Cornell e presumibilmente si è verificato un grande insabbiamento. Ciò che viene nascosto è la grande domanda che tutti noi abbiamo.

Prima di andare oltre, voglio innanzitutto ringraziare alcune persone, che non nominerò a causa della loro paura delle ripercussioni di Vicky Karayiannis Cornell e sua madre Toni Karayiannis (Toni Vasil su Instagram) e chiunque altro sia presumibilmente dietro la morte di Chris, che mi ha aiutato a raccogliere tutte le prove che sto per scatenare e che mi hanno dato il necessario supporto lungo la strada. Insieme abbiamo condotto una sorta di indagine di base per arrivare in fondo alla morte prematura di Chris Cornell e scoprire la verità dietro ciò che realmente ha portato alla sua caduta finale.

Torna al caso:

Ora, prima di tutto, devo affermare che con la morte di Chris Cornell – UN’INDAGINE SUGLI OMICIDI NON È MAI STATA EFFETTUATA. Devo ripeterlo un po ‘più forte: UN’INDAGINE SUGLI OMICIDI NON È MAI STATA EFFETTUATA !!! Quando la polizia trova un cadavere in cui si sospetta il suicidio, devono prima escludere l’omicidio come causa della morte prima che possa essere dichiarata una sentenza suicida. Sì, nel caso della morte di Chris Cornell, il PD di Detroit afferma che l’omicidio è stato escluso, ma è stato escluso in meno di due ore. Il suicidio è stato dichiarato entro quelle due ore dopo il tempo riportato della morte di Chris. Come si può condurre un’indagine sull’omicidio adeguata e approfondita in quel poco tempo? Risponderò a questa domanda per te: NON POSSONO. Il detective del caso, l’investigatore Charles Weaver del Detroit PD, prese solo due dichiarazioni: una di Vicky Cornell, la vedova di Chris, e una di Martin Kirsten, la guardia del corpo di Chris, e Inv. Weaver non ha mai esaminato quelle dichiarazioni per verificare che fossero veritiere. Inoltre, non ha mai recuperato il cellulare di Chris Cornell o il suo computer, entrambi presenti sulla scena ed entrambi quegli oggetti avrebbero dovuto essere presi come prove nelle indagini sugli omicidi che avrebbero dovuto svolgersi. Inoltre, il rapporto sulla tossicologia è tornato in meno di un mese, il che è molto veloce nel grande schema dei rapporti sulla tossicologia e i risultati ci dicono che Chris Cornell non era troppo ubriaco, né aveva sostanze illegali nel suo sistema, né aveva alcol nel suo sistema. Quindi il presupposto che molte persone avevano – e lo sono ancora oggi – riguardo al fatto che Chris fosse così fuori di testa dalle droghe da indurlo a togliersi la vita è COMPLETAMENTE ERRONEO. E anche l’altro presupposto, quello in cui la gente pensa che Chris abbia perso la sua battaglia per la dipendenza e si sia tolto la vita, è anche falso. Allora perché allora la sua morte è stata dichiarata suicida? Il PD di Detroit non è disposto a dire al pubblico perché sostengono le loro decisioni suicide.

Con qualsiasi indagine per omicidio i principali sospettati sono:

1) il coniuge (Vicky)

2) la prima persona a “scoprire” il corpo della vittima (Martin Kirsten, la guardia del corpo)

3) l’ultima persona a vedere viva la vittima (presumibilmente Martin)

4) la persona che ha più da guadagnare dalla morte della vittima (Vicky, David Geffen)

5) chi ha più da perdere nel caso in cui la persona rimanga viva (presumibilmente Vicky, presumibilmente David Geffen – se le voci di Chris che vogliono cambiare direzione musicale sono vere, e / o se le accuse delle azioni illegali di David Geffen sono vere – insieme alla possibilità che Chris sia venuto a conoscenza delle presunte azioni illegali di Geffen)

6) chiunque abbia avuto un risentimento, o abbia combattuto con, al momento o vicino al momento della sua morte (presumibilmente Vicky: stavano combattendo al momento della sua morte, ci sono accuse che sono stati separati e che hanno divorziato al momento della sua morte, e ci sono accuse che Chris ha scoperto della presunta frode di Vicky (è noto che Vicky ha abusato di ingenti somme di denaro donate alla Chris e alla Vicky Cornell Foundation, una fondazione creata per aiutare a proteggere i bambini dagli abusi.) e le sue altre varie pratiche commerciali losche pochi giorni prima della sua morte; presumibilmente Geffen, per i motivi che ho menzionato sopra; potenzialmente Martin – se Martin che irrompesse nella stanza di Chris avesse effettivamente trovato Chris vivo e incazzato perché non riusciva a trovare pace e tranquillità , che avrebbe potuto generare un inatteso alterco che si è concluso con la morte accidentale di Chris, messa in scena come un suicidio, una delle tante teorie.)

7) qualsiasi persona che avrebbe voluto danneggiare la vittima per qualsiasi motivo: guadagno monetario, prevenzione di perdite monetarie, autoconservazione, chiusura di un informatore, ecc. (Presumibilmente Vicky, presumibilmente Geffen)

 

 

Continua…

Musicaeanima.com

 

Seguici anche qui

 Facebook

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...