Conception ‘State of Deception’ la recensione

In uscita il ritorno dei Conception

Raffinato progressive in ‘State of Deception’

 

 

Recensione

I Conception sono un nostro vecchio amore musicale. Come tale li ricordiamo con piacere per quel capolavoro chiamato ‘Parallel minds secondo album del gruppo progressive metal pubblicato il 1993. Quel disco li delineò per una classe superiore sia nei riff che nelle vocalità, diversamente da molti altri. Soprattutto colpiva l’immensa l’eleganza delle composizioni. Dopo, il mainstream non ha sostenuto il loro successo, facendoli praticamente scomparire per un oltre un decennio. Ed eccoci quindi a ‘State of Deception’ del 2020, dopo l’ EP d’interludio ‘My Dark Symphony’del 2018.
Le emozioni che dominano questo disco sono molteplici. Dopo due minuti di introduzione chiamata ‘In Deception‘, la canzone di apertura ‘Of Raven And Pigs’dà il via all’album e rappresenta forse un nuovo corso dei Conception. Segue ‘Waywardly Broken‘ è un passo nella giusta direzione, in particolare le parti in versi e chitarra. ‘No Rewind‘ segue le orme della traccia di apertura ma è semplicemente una canzone  migliore.’The Mansion‘ è una bellissima power ballad con una bellissima performance vocale di Roy, integrata dalla voce ospite di Elize Ryd degli Amaranthe.
Questo è secondo noi il momento clou assoluto dell’album. Il brano successivo è intitolato ‘By The Blues‘, è più una canzone melodica hard rock, abbastanza atipica per Conception ma in realtà funziona abbastanza bene.  ‘Anybody Out There‘ prende un’altra direzione con il suo approccio da colonna sonora teatrale e il ritornello ci ricorda vagamente i  Pink Floyd. Un altro punto forte. La prossima è ‘She Dragon‘e questa è probabilmente una delle migliori tracce dell’album. Chiude il disco ‘Feather Moves‘ remastered del precedente EP ‘My Dark Symphony ‘forse anche evitabile. Tutto sommato, State Of Deception è un buon album,  molto meglio di quanto temessimo. Sicuramente ha degli alti e bassi ma sicuramente contiene una qualità superiore a tanti album progressive blasonati.
conception-state-of-deception-2020-700x711

Tracklist

1. In Deception
2. Of Raven And Pigs
3. Waywardly Broken
4. No Rewind
5. The Mansion (featuring Elize Ryd)
6. By The Blues
7. Anybody Out There
8. She Dragoon
9. Feather Moves (remastered)

 

Un ottimo ritorno.

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

 Facebook

 

 

 

 

2 Thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...