L’ambigua Vicky Karayiannis, vedova di Chris Cornell, denunciata dai Soundgarden

Chi è veramente Vicky Karayiannis vedova di Chris Cornell?

Davvero è una vedova inconsolabile oppure oltre essere sospettata della morte del cantante sta utilizzando i fondi impropriamente?

 

I Soundgarden l’hanno denunciata in ogni caso!

 

vick5

 

Premessa

Scrivevamo quanto segue lo scorso anno e molti troll ci hanno attaccato difendendo la ‘povera’ vedova. Tuttavia abbiamo una nostra ben chiara idea dell’intera faccenda ed è molto lontana da quanto raccontato dalla stampa mainstream.

“Molti pensano che Vicky e suo fratello stiano usando i fondi della Fondazione voluta da Cornell per la tutela dei bambini per fare la bella vita. Fonti sempre crescenti  inoltre credono che Vicky sia effettivamente coinvolta nella morte di Chris Cornell con la complicità del fratello e della guardia del corpo. Non c’e’ nulla di sbagliato nel fare dei viaggi intorno al mondo ma ciò che appare fuori luogo è l’atteggiamento avuto da Vicky  poco prima della morte di Chris. Anche dopo la sua scomparsa,  la vedova ha mostrato pubblicamente un dolore poco consono perchè contemporaneamente si mostrava in scatti sorridente, nei luoghi visitati per svago. La tomba lasciata incolta è un piccolo esempio ma ritenuto molto offensivo alla memoria del cantante scomparso.”

La denuncia dei Soundgarden

Bene, ciò premesso è accaduto quanto segue come riportano altre testate:

La band accusa Vicky Cornell di aver impiegato a scopi personali gli incassi del concerto tributo di gennaio. Per la vedova di Chris, non è la prima denuncia.

Lo scontro tra i membri rimanenti dei Soundgarden e Vicky Cornell, vedova di Chris, era già iniziato lo scorso anno. Vicky aveva accusato la band di detenere i diritti su sette brani inediti del marito, registrati prima della sua morte, brani ottenuti tra l’altro a seguito di pressioni psicologiche sulla famiglia Cornell.

Ora, la band è tornata all’attacco denunciando Vicky di truffa per utilizzo “personale” di entrate destinate alla beneficenza.

Nella causa, presentata mercoledì presso il tribunale distrettuale del distretto meridionale della Florida, Kim Thayil, Matt Cameron e Ben Shepherd affermano che il gruppo avrebbe stipulato un “accordo non scritto” con Vicky Cornell per esibirsi a titolo gratuito in occasione del concerto I Am the Highway: A Tribute to Chris Cornell, tenutosi lo scorso 16 gennaio.

L’evento sarebbe dovuto servire a raccogliere fondi per la Fondazione benefica Chris e Vicky Cornell ma, secondo l’accusa, i ricavi (pari a milioni di dollari) sarebbero stati utilizzati dalla Fondazione per scopi personali.

 

Restiamo sintonizzati su questa vicenda alla quale teniamo particolarmente.

Leggi anche

L’ambigua Vicky Karayiannis vedova di Chris Cornell

 

L’omicidio di Chris Cornell – la lista dei sospettati

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Facebook

 

Fonte 1

Supporta Musicaeanima

Musicaeanima ha come base un grande lavoro di ricerca. Da anni ci impegnamo a rendere fruibile un’informazione difficile da reperire nel mainstream. Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi sostenerci, te ne saremo grati per utilizzarlo e migliorare sempre di più il sito. Grazie di cuore se ci sosterrai!

€10,00

 

2 Thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...