Days of the New – Reissue

Days of the New, piccoli capolavori tenuti seminascosti al mondo, dove vivono emozioni vere

La band capitanata da Travis Meeks con la voce a metà tra Layne Staley e Jim Morrison

Il giovanissimo Travis ebbe una vita travagliata e stavolta non è un modo di dire. Abbandonato quattordicenne, si porta dietro una chitarra acustica e inizia a scrivere il suo dolore ma anche le sue speranze. Ed ecco il suo progetto tramutato in musica con i DAYS OF THE NEW nato nel 1995. I dischi pubblicati, tre, hanno il titolo identico e anche la copertina. Cambia lo sfondo e il colore.

Infatti, la discografia la troverete così:

  • Days of the New ( Orange or Yellow album)  anno  1997;
  • Days of the New ( the Green album or Days of the New II)   anno 1999;
  • Days of the New (the Red album or Days of the New III)  anno 2001;

La musica è innanzitutto acustica con la batteria e il basso come fu esattamente per lo splendido ‘Jar of Flies’ degli Alice in Chains. C’è alta intensità in tutte le canzoni dove si respirano un’aria Southern, tramonti sconfinati e dolori da estirpare. Travis canta in maniera incredibile, delicata e soffusa, una via perfetta tra il migliore Layne Thomas Staley degli Alice in Chains e a tratti, nei registri più bassi, Jim Morrison!

Ascoltando pezzi quali “Solitude”, “What’s Left For Me?”, “Face Of The Earth” o “Whimsical” si rimane emozionati davvero. I pezzi sono contenuti nel disco Yellow del 1997. I dischi sono stati premiati negli States con il Platinum nel 1997 e il Gold nel 1999. Procuratevi una copia, meritano davvero di essere presenti nella vostra collezione!

Musicaeanima

Seguici anche qui

Facebook

Supporta Musicaeanima

Musicaeanima ha come base un grande lavoro di ricerca. Da anni ci impegnamo a rendere fruibile un’informazione difficile da reperire nel mainstream. Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi sostenerci, te ne saremo grati per utilizzarlo e migliorare sempre di più il sito. Grazie di cuore se ci sosterrai!

€10,00

sponsored by Roadstar http://www.pangraziricambi.it

One thought

  1. Wow, grazie mille per aver parlato di questa band straordinaria con cui anche Mike Starr (RIP) degli Alice in Chains aveva suonato per un po’, è una vergogna che in Italia e neanche in certi paesi d’Europa in cui ho vissuto e collezionato riviste rock/metal nessuno si sia preso la briga di citarli una sola volta, eppure hanno scritto delle canzoni incredibilmente belle ed emozionanti, dove traspare tutto il doloroso vissuto di Travis Meeks ed anche il suo immenso talento.

    Altro che la merda musicale di oggi, giovani ascoltate il rock e il grunge anni 90 e sarei persone diverse, garantito!

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...