Artisti scomparsi

Chris Cornell la lista dei sospettati aggiornata

La giustizia per questo incredibile caso di omicidio arriverà?

Chris Cornell è stato ucciso ci sono le prove e una lunga lista di persone che sapeva

 

chris1

Il giornalista americano mette nero su bianco la sua opinione e promette una battaglia legale per portare alla sbarra gli autori di questo omicidio mascherato da suicidio

 

Sospetti e complici

Chris Cornell e Vicky si sono separati dall’inizio del 2016. Viveva in Florida e lei viveva con i bambini a New York. Il divorzio era imminente e avrebbe lasciato Vicky senza soldi a causa di un accordo prematrimoniale. Aggiungilo alle rivelazioni sulla paternità dei loro due figli: Toni e Chris Jr. Vicky hanno firmato un accordo con il Diavolo e hanno aiutato a incastrare Chris per omicidio, aveva 60 milioni di dollari di ragioni per farlo. L’amore era finito da tempo, l’amore non è mai stato reciproco, era tutto dalla parte di Chris. Il principale sospettato dell’omicidio è Martin Kirsten, con una storia di ricatti e violenze. Le voci lo collegano alle squadre di uccisione d’élite del Mossad e come pilota occasionale per il pedofilo Jeffrey Epstein. Ha frequentato la top model Heidi Klum, che ha lavorato per Lex Wexner, entrambe coinvolte nella debacle di Epstein. Direttamente coinvolti nella pianificazione dell’omicidio: David Geffen, Ron Burkle e Eric Esrailian. Courtney Love (fornitore di barbiturici), Linda Ramone, JD King e Antonia Vassiliades sono complici. Persone come Tom Hanks, James Franco, Jeremy Renner, Taylor Momsen, Courtney Love, Anna Vissi, Diana Jenkins, Billy Idol, Tom Morello, Brad Pitt, Henry Kissinger, Hillary Clinton, Ron Laffite, Jared Leto, George Clooney, Mike Shinoda, Talinda Bennington, Eddie Vedder, Bono, Sting, Elton John, Daron Malakian, Serj Tankian, Ciro Orsini, Nikos Karvelas e Lord Mandelson sono a conoscenza dell’omicidio. Alcuni prima, altri dopo il fatto. Brad Pitt è stato imbavagliato dalla Cabala, minacciato con la sua famiglia e si è riparato nell’alcool dopo l’omicidio diChris.

Anime zittite

Vicky ha anche intrapreso azioni legali e immorali contro la band, i Soundgarden – Cercando di rubare la loro parte delle ultime canzoni registrate. Ha inseguito la figlia di Chris con Susan Silver, Lily Cornell – L’ha portata fuori dal testamento e l’ha isolata dai suoi fratelli e dagli eventi in onore di suo padre. La persona che è stata più vicina a parlare è Ben Sheperd, lui e Chris Cornell erano molto vicini. Si è espresso contro l’omicidio in privato, ma non parlerà in pubblico. Chester Bennington stava indagando sull’omicidio fino alla sua morte e aveva copie del libro nero su cui Chris stava lavorando per esporre. Kato Khandwala, Anthony Bourdain, Kate Spade, Ines Zorreguieta e Avicii hanno subito un destino simile. Chris Cornell è morto per strangolamento: aveva nove costole rotte, segni di legature irregolari, una ferita sanguinante alla testa e una camicia strappata. I segni di legatura suicida sono SEMPRE uniformi. Tutti segnali di uno scontro prima della sua morte mentre lottava per la sua vita. Ha preso due pillole di Ativan, niente di straordinario, ma poi qualcuno ha fatto scivolare una sostanza barbiturica nella sua bevanda. Droghe usate come capro espiatorio per le stronzate suicide e per renderlo vulnerabile a un attacco. La guardia del corpo lavorava da sola o assistita dalle guardie di sicurezza vestite da poliziotti che le scortavano all’MGM. I testimoni ricordano che Chris era infastidito dalla presenza dei “falsi” poliziotti, e uno di loro lo ha malmenato prima dello spettacolo. Questo evento gli ha fatto riaprire la ferita alla testa, Vicky lo aveva ferito poche notti prima durante il loro ultimo scontro. 

 

La strada è lunga e in salita tuttavia le cose stanno andando avanti. La speranza che pian piano riescano ad incastrare documentalmente chi è reputato di essere autore e complice dell’omicidio di Chris Cornell. Certamente non possiamo farlo noi dall’Italia tuttavia continueremo a tenervi aggiornati sulla questione.

Leggi anche

L’ambigua Vicky Karayiannis vedova di Chris Cornell

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Telegram

Fonte

Supporta Musicaeanima

Musicaeanima ha come base un grande lavoro di ricerca. Da anni ci impegniamo a rendere fruibile un’informazione difficile da reperire nel mainstream. Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi sostenerci, te ne saremo grati per utilizzarlo e migliorare sempre di più il sito. Grazie di cuore se ci sosterrai!

10,00 €

sponsored by Roadstar http://www.pangraziricambi.it

20 commenti

  1. Questa storia assume sempre più i contorni di un vero e proprio thriller…e non dimentichiamo che Chester Bennington è morto proprio il giorno del compleanno di Chris, il 20 luglio 2017, ovvero 2 mesi dopo la morte di Cornell, e che sia morto proprio quel giorno parla di messaggio a chi doveva recepirlo.

    Ribadisco il mio totale disprezzo e disgusto per la vedova Cornell, che tutto è tranne che inconsolabile e non mi è mai piaciuta dal primo giorno, e mi auguro davvero che i suoi figli e quelli di Bennington abbiano presto giustizia, perché restare orfani da giovanissimi non è mai una bella cosa, soldi o non soldi, specie se i padri erano persone che oltre alla fama volevano anche giustizia per i bambini.

    Piace a 1 persona

  2. Salve, vorrei chiedervi dove avete preso le informazioni in merito alla sua autopsia perchè in rete non c’è nulla che dichiari quanto voi dite. Non lo sto chiedendo in modo polemico ma per rafforzare quanto penso e sostengo anche io. Grazie Valentina

    Piace a 1 persona

    1. Buongiorno, siamo in contatto con il giornalista americano che segue il caso Cornell. Il mainstream ha cancellato praticamente tutto, In calce all’articolo trova la scritta FONTE e vi linka al suo sito dove potete guardare gli aggiornamenti sul caso molto complicato in questo momento. Grazie a voi

      "Mi piace"

  3. Buonasera, mi dispiace molto per quanto sto per scrivere, ma sono quasi 4 anni che faccio ricerche sulla vicenda, riuscendo ad accedere a tutti i documenti legali, compresa l’autopsia ed ai forum, agli articoli, ai video, compresi quelli dei medium in connessione medianica con Chris Cornell e Chester Bennington.
    Devo, purtroppo, affermare che siamo ancora molto lontani dalla Più alta Verità sulla morte di Chris e forse non vi accederemo mai.
    Il giornalista (di origini Italiane, cresciuto in California e che attualmente vive in Costa Rica) con il quale siete in contatto, non è affidabile, non mi voglio dilungare, ma la sua narrativa non è supportata da nessuna prova, neanche indiziaria. La separazione da Vicky, poi, è un pettegolezzo, non ci sono documenti di sorta al riguardo, anzi ci sono foto e video, legati a manifestazioni ufficiali, in più paesi, compresa l’Italia, che li ritraggono insieme, nel periodo che lui afferma fossero separati. Ho il forte sospetto che qualcuno sappia cosa sia successo davvero (non necessariamente menzionato nella lista del cronista) e che la narrativa ufficiale sia fuorviante, ma ciò che viene riportato sopra è per lo più disinformazione .
    Come devota fan di Chris, che ammiro ed amo dal profondo del mio cuore, cito una frase di una canzone dei Pearl Jam, che riflette, in parte, la mia personale opinione:
    ” The Queen of Collections took your time
    Sadness comes ‘cause some of it was mine”.

    "Mi piace"

    1. La ringraziamo per il suo commento. Lei afferma che il giornalista ‘non è affidabile’ sulla base di cosa afferma questo? Nel corso del tempo ha postato audio, i documenti ufficiali del tribunale, alcune foto dei rilevamenti e sinceramente non ci sono apparse come ‘poco affidabili’.

      "Mi piace"

  4. Non voglio insistere, ho solo espresso la mia opinione a valle di una lunga e imparziale ricerca, visto che non sostengo alcuna tesi né teoria complottistica. Un piccolo esempio: la vostra fonte, ha appena smentito la partecipazione ad un certo progetto, da parte di Chris e Chester, che per anni ha sbandierato come una delle chiavi per la risoluzione del caso. Anche accusare una moltitudine di artisti e personaggio di spicco di pedofilia o affiliazione agli Illuminati, servendosi esclusivamente di collage di foto, peraltro già pubbliche, a mio avviso, è manipolazione, poiché nel mucchio ci mette anche quelli realmente accusati, denunciati ed in attesa di giudizio. Lungi da me polemizzare, ma ho avuto a che fare con persone di questo genere per abbastanza tempo e volevo dare il mio umile contributo.

    Piace a 1 persona

    1. Noi questo lo capiamo pero’ occorre essere obiettivi: solo la corruzione della Polizia poteva far credere che un uomo alto quasi 1,90 si potesse impiccare allo stipite della porta. Punto 2- Il corpo di Chirs era pieno di ecchimosi segno che era stato picchiato 3-la sua morte è stata accompagnata da altri due artisti a distanza di pochissimo tempo come Avicii e Bennington, entrambi avevamo rapporti con Chris. 4- la vedova di Cornell ha mostrato subito comportamenti non coerenti con la dipartita del marito. Facendo finta che anche questo giornalista abbia torto (ricordiamo che molte star sono coinvolte nel caso Epstein ed è stato scritto nero su bianco e non è quindi un’accusa fantasiosa) in ogni caso ci sono evidenze che il raccontato della Polizia e dei media fa acqua da tutte le parti. Questo conta ed inoltre che, se anche si prova a battere una strada, sia quella della giustizia e della verita’ è sempre onorevole. Farlo significa anche aiutare i figli in vita.

      "Mi piace"

  5. Mi ripeto, la narrativa ufficiale è molto lacunosa, quanto dichiarato non coerente ed il silenzio di molti assordante, senza contare le mille sfaccettature dell’intera vicenda, ad esempio che la polizia di Detroit è storicamente famosa per la sua corruttibilità e la sua mancanza di efficacia e di professionalità.
    Altrimenti non staremo, dopo tanto tempo, a confrontarci.
    Quanto emerso finora nei casi Epstein e Weinstein è sconcertante, ma non sono d’accordo che avallare un atteggiamento diffamatorio così ampio, sia corretto o addirittura onorevole e soprattutto sposta l’attenzione dal vero obiettivo di arrivare alla verità e/o aiutare i figli di Chris, tacciati dallo stesso freelance, ancora una volta molto superficialmente, di non essere legittimi.
    Vi ringrazio per avermi dato la possibilità di esprimermi.

    "Mi piace"

    1. Sono alquanto d’accordo su quanto stai obiettando sul fatto che la questione attorno alla morte di CC sia ancora molto in alto mare. Niente è come sembra, e la mia personale sensazione, dettata in larga parte da ricerche personali fatte negli anni, e dettagli importanti che sembrano non esser stati presi in considerazione, è che sia la versione del suicidio che quella dell’omicidio siano piuttosto controverse.

      "Mi piace"

      1. Grazie per il commento. Tuttavia la tesi del suicidio la riteniamo poco attendibile e poco credibile per due ragioni fondamentali:
        1- le fratture e le ecchimosi sul corpo e sul cranio di CC evidenza di una lotta prima della morte. Un suicida si picchia da solo prima di farlo?

        2- il contesto: CC e’ morto in maniera molto ravvicinata nella timeline sia a Benninghton che ad Avicii. Accidenti tre suicidi nel giro di pochi mesi, che record!

        "Mi piace"

      2. Si certo, ma far passare un omicidio per suicidio andava eventualmente fatto meglio….dubito che dei ‘professionisti’
        ( come sembrerebbe essere Kirsten) facciano degli errori così grossolani come quelli lasciati sulla scena..
        Ritengo che qui ci sia una doppia mistificazione dei fatti, sia nel caso del suicidio che dell’omicidio. Ribadisco, la questione è assai poco chiara.
        Ci sono poi altri dettagli piuttosto interessanti che nessuno sembra aver preso in considerazione, ma che al momento vorrei tenere riservati .

        Piace a 1 persona

      3. Ma molte volte non sono grossolani, sono spavaldi. Si sentono intoccabili e lasciano le cose così come sono perché tanto nessuno li perseguirà per i reati.

        "Mi piace"

  6. Si d’accordo…ma lasciare scene così compromesse per quanto intoccabili possano essere e sentirsi, è veramente poco credibile quando si parla di professionisti di squadroni addestrati….
    Prima o dopo, qualche scheggia impazzita e qualche variabile incalcolabile vanno ipotizzate. In ambienti tanto corrotti, i soldi o altro possono corrompere in un senso o in un altro. E questa gente lo sa bene.

    "Mi piace"

    1. Si ma tanto un capro espiatorio ce l’hanno sempre. Anche se materialmente al 99% è stato la sua guardia del corpo a massacrare CC, la regia è un’altra dietro. Stanno sempre tranquilli a meno che Martin, parli.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...