Consigli per gli acquisti

Nuove Uscite- Kauan ‘Ice Fleet’ il viaggio

Il nuovo straordinario capitolo dei Kauan in un viaggio incantevole e sognante

Kauan

Kauan ‘Ice Fleet’ la recensione

I Kauan per chi li conosce sa cosa aspettarsi. Pathos, musica inspirata a territori sconfinati e tanta emozione per questo combo russo. Ovviamente per chi non conosce la band, possiamo descrivere musicalmente, un emozionante riassunto delle esplorazioni della band nel corso degli anni, con una maggiore enfasi su Sorni Nai e Kaiho. Il tipico mix di suoni che ondeggiano su sintetizzatori atmosferici e tocchi di pianoforte malinconici crea ancora una volta le fondamenta di questo epico disco diviso in sette parti che rappresenta il continuum di questi due splendidi predecessori.

Svolgendosi lentamente, “Enne” si sente come un gentile preludio a questa maledetta vicenda, che porta al vertiginoso “Taistelu“. I potenti strati della tastiera guidano tutti gli strumenti, fino a lasciare il posto a una dolorosa coda di pianoforte. Due canzoni dentro e stai a malapena grattando la superficie del disco. Il metallo del destino e i ringhi infernali fanno ritorno qui, anche se a piccole dosi. Dopo una bella preparazione, Anton esegue la sua voce inquietante su “Maanpako” avvolto in un riverbero nebuloso, insieme a lavaggi urgenti di riff di chitarra e solisti di piano celesti. Vorrei che includessero una quantità maggiore di momenti come questi, ma i ragazzi hanno optato per lo più per segmenti ariosi e melodici. Mentre andiamo avanti, il pezzo forte “Raivo” è il taglio più intenso qui, che vanta chitarre ricche e sintetizzatori vaganti. I motivi sonori di ritorno contribuiscono alla coesione di questa imponente epopea, mentre il netto cambiamento a metà può essere facilmente considerato il culmine della storia. Adoro quanto siano finiti gli ultimi minuti della canzone. Le parti calme si intrecciano perfettamente con quelle furiose, riflettendo gli alti e bassi della narrazione. Nel frattempo, “Ote” e “Hauta” segnalano gradualmente il calo, condividendo un giro di belle voci pulite, così come un paio di grandiosi, martellanti build-up.

Kauan ha scavato in profondità per creare questo ultimo viaggio sonoro, ispirandosi a una lettera degli anni ’90 pubblicata su una rivista russa che richiedeva maggiori informazioni su una certa spedizione geologica del passato. Negli anni ’30, nel tentativo di creare nuove rotte commerciali intorno all’Oceano Artico, nacque il villaggio di Tiksi nel nord della Russia. Mentre si faceva esplodere il permafrost per creare i moli, è stata trovata una carcassa di nave. La scoperta è stata strana, soprattutto perché non c’erano città nelle vicinanze. Funzionari governativi sono stati impiegati per raccogliere informazioni e il registro del capitano è stato prima confiscato. Chiunque avesse osato chiedere informazioni sarebbe stato mandato in altri cantieri o, peggio, in gulag. Decenni dopo, il nipote di un operaio lì, che ha anche scritto la suddetta lettera, cercava risposte. L’arco narrativo della storia richiede quasi una colonna sonora del quintetto. Ovviamente, non hai bisogno di ricercare la trama dietro le canzoni di Ice Fleet per godertela, ma questi dettagli sicuramente si aggiungono all’eccitazione circostante Mantenendo un tono mesto, questa è la fine, tutti a Ice Fleet sono morti. Non c’è niente di bello nel modo in cui sono andate le cose e il ritratto di Kauan dei momenti chiave del viaggio è stupendo. Lo mantengono abbastanza astratto in modo che tu sia libero di immaginare l’itinerario e le conseguenze. In modo simile ai dischi precedenti, ci vogliono un certo numero di ascolti per capirlo veramente, ma ne vale sicuramente la pena. Sfortunatamente, nessuno ha rivelato alcuna risposta riguardo all’equipaggio sulla nave o alla sua destinazione. Tuttavia, si ipotizza che membri dell’esercito imperiale russo e vari aristocratici stessero fuggendo dalle loro case negli anni ’20. Lasciando Murmansk, probabilmente erano diretti in America via Vladivostok.

Tracklist

1. Enne 04:24
2. Taistelu 05:09
3. Maanpako 05:47
4. Kutsu 05:13
5. Raivo 08:11
6. Ote 07:25
7. Hauta 05:18

Musicaeanima

Seguici anche qui

Telegram

Supporta Musicaeanima

Musicaeanima ha come base un grande lavoro di ricerca. Da anni ci impegniamo a rendere fruibile un’informazione difficile da reperire nel mainstream. Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi sostenerci, te ne saremo grati per utilizzarlo e migliorare sempre di più il sito. Grazie di cuore se ci sosterrai!

5,00 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...