Singoli Musicali

Il simbolismo nero di ‘Donda’ di Kayne West

Il simbolismo occulto del nuovo disco rappresenta perfettamente Kanye West nel 2021

 


L’attesissima uscita dell’album “Donda” di Kanye è stata preceduta da tre “feste di ascolto” piene di simbolismo. Ecco uno sguardo al significato occulto di questo circo rituale.

Kanye West è chiaramente impigliato nella rete dell’élite occulta e, con il passare degli anni, diventa solo più ovvio. E, quando è stato ammanettato e mandato con la forza all’UCLA Medical Center nel 2016 per sottoporsi a “ricovero psichiatrico involontario”, non è più stato lo stesso.

In effetti, da quel bizzarro evento e dai mesi di recupero che ne sono seguiti, Kanye è stato circondato da un’aura di confusione che sembra influenzare ogni aspetto della sua vita, inclusa la sua musica. E Donda è un perfetto esempio di quella confusione. Mentre questo album consiste principalmente di canzoni cristiane, la raffica di simbolismo che lo circonda punta direttamente all’élite occulta.

Il rilascio di Donda è stato preceduto da tre “feste di ascolto” che erano in realtà eventi enormi che si sono svolti negli stadi. Erano tutti pieni di simbolismo rituale che rivelava l’oscura verità dietro gli inni cristiani di Kanye. Per capire quel simbolismo, dobbiamo prima capire il contesto generale dietro di esso.

UNA RETE AGGROVIGLIATA

Kanye con sua madre Donda West.

L’album Donda prende il nome dalla madre di Kanye che morì in strane circostanze nel 2007. Donda West, che aveva 58 anni, perse inaspettatamente la vita un giorno dopo aver subito una liposuzione, un’Addominoplastica e una riduzione del seno. È morta a casa il giorno successivo a seguito delle complicazioni dell’intervento.

“Il giorno dopo i suoi interventi chirurgici, la madre di West avrebbe “avuto mal di gola, dolore e tensione al petto, prima di collassare in prima serata. Un amico a casa ha chiamato il 911 e la West è stata portata in ospedale, dove è stata dichiarata morta al pronto soccorso”. Donda è morta il 10 novembre 2007”.– Bazaar, Kanye West ha appena annunciato che il suo nuovo album è legato alla morte di sua madre

Dopo tutti questi anni, un alone di mistero circonda ancora la morte di Donda. La vera causa della sua morte non è mai stata determinata in modo definitivo e le varie parti coinvolte nella morte (in particolare il chirurgo plastico Jan Adams) sono state tutte accusate di averla uccisa.

Queste bizzarre circostanze hanno contribuito alle voci sempre più intense secondo cui Kanye avrebbe sacrificato sua madre per la continua fama nel settore. Donda non era solo la madre di Kanye, ma era anche la sua manager che era attivamente coinvolta in tutti gli aspetti della sua carriera. Dopo la sua morte, alcuni hanno notato che il lavoro di Kanye è stato infuso di immagini occulte. Sebbene sperimentare la morte di un genitore sia una parte triste ma naturale della vita, non c’era nulla di “naturale” nella morte di Donda. E questa cosa sembra consumare dall’interno Kanye ogni giorno.

In un’intervista del 2015 con Q Magazine, a Kanye è stato chiesto cosa ha sacrificato per il successo. La sua risposta: “Mia mamma”. Ha aggiunto: “Se non mi fossi trasferito a Los Angeles, sarebbe viva. Non voglio andare troppo lontano perché mi farà piangere”.

Questo senso di colpa sembra aver influito profondamente sulla salute mentale di Kanye. E, da allora, è solo sprofondato più a fondo nel mondo oscuro dell’élite occulta. A peggiorare le cose, è diventato uno dei tanti uomini che sono usciti distrutti dopo la sua associazione con il clan Kardashian. Dopo il suo “ricovero psichiatrico involontario”, le persone a lui vicine hanno affermato che Kanye ha sofferto di perdita di memoria per mesi, il che significa che ha subito trattamenti estremi come la terapia con l’elettroshock.

Lo stesso Kanye ha affermato di essere nel “luogo sommerso” – un riferimento al film Get Out in cui il personaggio principale viene ipnotizzato e si dissocia con la realtà. In breve, tutto fa pensare che sia sotto controllo mentale usando le tecniche MKULTRA. L’anno scorso, Kanye ha chiarito che voleva staccarsi dai Kardashian. Ha persino accusato la famiglia di aver tentato di rimandarlo in “ricovero psichiatrico involontario“.

Si è staccato dai Kardashian e dall’élite occulta in generale? Il simbolismo di Donda punta fortemente al NO.

COPERTINA SIMBOLICA


Tutto di Donda potrebbe essere interpretato in due modi opposti. A prima vista, l’album sembra essere un tributo alla madre di Kanye. Tuttavia, l’intro dell’album – che è solo qualcuno che ripete il nome Donda innumerevoli volte – è immediatamente scoraggiante. In effetti, sembra che qualcuno stesse cercando di tormentare un Kanye pieno di sensi di colpa per la morte di sua madre.

La maggior parte delle canzoni di questo album potrebbe essere caratterizzata come rap cristiano. Tuttavia, quasi tutto il simbolismo che lo circonda punta direttamente ai modi satanici dell’élite occulta che controlla Kanye.

La copertina di Donda è ispirata a un dipinto di Louise Bourgeois sulla maternità.

Louise Bourgeois è una delle artiste preferite dell’élite occulta e le sue opere (spesso inquietanti) si trovano in luoghi di potere.

Tony Podesta ha una scultura di Louise Bourgeois all’interno della sua casa. Chiamata “Arco dell’isteria”, la scultura raffigura la reazione fisica più estrema quando si subisce un trauma intenso o, secondo alcuni, una possessione demoniaca. Chi non la vorrebbe nel proprio salotto?

Per anni, i ragni giganti della Bourgeois sono stati esposti in tutto il mondo, di fronte agli edifici preferiti dell’élite. Il nome della scultura: Maman (madre).

LE FESTE DI ASCOLTO
Poco prima dell’uscita di Donda, Kanye ha ospitato tre “feste di ascolto” e il simbolismo che circondava questi eventi era altamente ritualistico.

Il primo evento riguardava il colore rosso.

Il primo degli eventi era minimalista. Riguardava Kanye completamente vestito di rosso. Nel contesto rituale di questi eventi, il colore rosso simboleggia il sacrificio che precede la trasformazione occulta.

Il secondo evento riguardava il colore nero.

Come visto in innumerevoli articoli in passato, il colore nero segue sempre il colore rosso nell’ “intrattenimento” rituale. Rappresenta la fase finale del rituale occulto, la trasformazione finale.

Durante questo evento, Kanye vestito di nero è stato ritratto come un prigioniero. Il palco consisteva in un materasso sul pavimento e un paio di pesi. Per inciso, Kanye viveva in una stanza simile a una cella all’interno dello stadio durante la settimana dell’evento. In breve, l’intera faccenda sembrava riferirsi a quando Kanye era costretto al ricovero psichiatrico.

Schiavo MK.

Mentre i primi due eventi erano piuttosto minimalisti nel loro approccio, il terzo e ultimo, che si è svolto nella nativa Chicago di Kanye, era molto piu’ sfarzoso. Non e’ stato niente di meno che un enorme rituale.

Lo stage del terzo evento.

Il palcoscenico dell’evento finale era fondamentalmente un dipinto vivente. Era incentrato su una rappresentazione della casa d’infanzia di Kanye West con un enorme crocifisso, trasformandola in una sorta di cappella. Quella cappella era circondata da una barricata attorno alla quale correvano incessantemente persone vestite di nero (che rappresentavano le masse?). L’intera scena era circondata da SUV neri che circolavano, simili a quelli usati dal governo americano.

In breve, tutto in questa scena indica uno stato di polizia oppressivo. Al centro di tutto questo trambusto c’è un’umile cappella. Kanye sta cercando di dire che il cristianesimo è assediato da forze oppressive?

Beh, non è così semplice. Come detto sopra, tutto ciò che riguarda questo evento può essere interpretato in due modi opposti. Questa casa è davvero una cappella? O è il luogo di un rituale occulto mascherato da cappella… e che è effettivamente protetto dai poteri forti?

Una risposta può essere trovata nelle persone che gironzolano per quella casa.

In piedi sotto il portico: Marilyn Manson, Shenseea, DaBaby e Kanye.

In questo dipinto vivente, queste celebrità non erano lì per esibirsi. Sono stati selezionati per stare di fronte a quella casa per ciò che rappresentano. Cominciamo con Marilyn Manson. Cosa rappresenta?

Manson con il fondatore della Chiesa di Satana Anton Lavey. Manson era molto coinvolto in questa organizzazione.

Si potrebbe scrivere un intero libro sull’immaginario occulto e satanico nell’opera di Marilyn Mason. È al centro della sua arte e anche della sua vita personale.

La copertina del secondo album di Marilyn Manson “Antichrist Superstar”.

Inoltre, negli ultimi anni, Manson è stato accusato da numerose donne di abusi fisici, psicologici e sessuali. La sua ex compagno Evan Rachel Wood ha scritto su Instagram:

“Il nome del mio aggressore è Brian Warner, noto anche al mondo come Marilyn Manson. Ha iniziato a provarci quando ero un adolescente e ha abusato di me in modo orribile per anni. Sono stata sottoposta a lavaggio del cervello e manipolata fino alla sottomissione. Ho smesso di vivere nel timore di ritorsioni, calunnie o ricatti. Sono qui per smascherare quest’uomo pericoloso e denunciare le numerose industrie che gli hanno permesso di farlo, prima che rovini altre vite. Sto con le tante vittime che non taceranno più».

Detto questo, perche’ mettere Marilyn Manson davanti a quella “cappella”? È perché Kanye stava cercando di essere “simile a Cristo” portando i peccatori alla casa di Dio? Non credo davvero che Manson sia lontanamente vicino alla conversione al cristianesimo. Manson era in piedi su questo portico col suo classico e pesante trucco, il che significava che non era lì come Brian Warner (l’uomo), ma come Marilyn Manson (l’artista) che si soprannomina anche “Antichrist Superstar”. AntiCristo.

Questa “cappella” è davvero il luogo di un rituale satanico?

Un altro ospite in questa cappella è stata la star giamaicana Shenseea. Solo poche settimane fa ho pubblicato un articolo sul suo primo video musicale che era altamente ritualistico e altamente satanico. Inoltre, la madre di Shenseea è morta inaspettatamente poco dopo aver firmato con la Interscope Records, il che ha stimolato le voci sul sacrificio di sua madre per la fama. Non diversamente da Kanye. Insomma, anche il suo essere li’ è un altro forte indizio che questa non è affatto la casa di Dio. Quando Kanye canta le sue canzoni cristiane di fronte a queste celebrità accuratamente selezionate, in un ambiente oscuro, opprimente, in uno stato di polizia, qualcosa sembra strano. È quasi come se Kanye (e il cristianesimo nel suo insieme) venissero effettivamente derisi.

Anche la merce associata a Donda e’ altamente simbolica.

A sinistra: merchandising Donda con il simbolo di una croce all’interno di un esagramma. A destra: il simbolo della teosofia che include una croce ankh all’interno di un esagramma.

Senza entrare nei dettagli, la teosofia è un movimento occulto ancora molto venerato dall’élite occulta. Un breve sguardo alla letteratura di questo movimento rivela che la sua figura più importante è Lucifero, noto anche come Portatore di Luce.

Il nome della rivista mensile di teosofia era letteralmente “Lucifero”.

Perché Kanye (o chi lo controlla) ha scelto un simbolo chiaramente ispirato a un movimento occulto che ha come figura centrale il “portatore di luce”? Una cosa è certa, c’era una luce intensa nella “cappella” di Kanye.

Ad un certo punto, la casa irradia una luce intensa, suggerendo che al suo interno stia accadendo qualcosa di ultraterreno.

Quindi, Kanye entra e questo e’ quello che accade.

Kanye è avvolto dalle fiamme. L’unica parola che riesco a trovare per descrivere questa scena è “infernale”.

Kanye va in giro letteralmente in fiamme.

Come forse saprai, il fuoco calcina. Riduce tutto in cenere. Nel processo alchemico, questa fase è chiamata “nigredo”. È seguita dall’”albedo” – lo sbiancamento.

In un momento altamente rituale, Kim Kardashian esce indossando un abito da sposa e si impegna in una lenta camminata processionale verso Kanye.

Per qualche ragione, il collo di Kim sembrava essere innaturalmente allungato. C’è stato uno sforzo cosciente per farla assomigliare alla figura “materna” sulla copertina di Donda?

Confronta il collo e la coda di cavallo con Kim Kardashian.

Sposi in un rituale occulto.

Qui c’è ovviamente molta carne sulla brace. Un anno fa, Kanye ha tentato di staccarsi dai Kardashian, accusandoli persino di aver cercato di “rinchiuderlo”. Questa è un’accusa seria. Un anno dopo, in una performance piena di simbolismo occulto, Kim appare in abito da sposa.

Significa che Kim e Kanye, hanno deciso di mettere da parte le loro differenze per il bene della loro famiglia? Sarebbe bello e commovente.

Tuttavia, questo non avrebbe nulla a che fare con il resto dell’evento. In effetti, considerando il contesto altamente occulto e rituale di questa performance, questa scena potrebbe riguardare un messaggio completamente opposto. Dal momento che Kim e Kanye sono già sposati, questa processione riguarda un altro tipo di matrimonio. Si tratta di Kanye che è legato all’élite occulta “finché morte non ci separi”.

Anche il fatto che Kim assomigli stranamente alla figura sulla copertina di Donda è significativo. Quella figura rappresenta la maternità. Kim rappresenta il sistema occulto che ha sostituito sua madre. In breve, l’album è stato dedicato a Donda, ma il simbolismo attorno ad esso celebra in realtà il suo sacrificio.

CONCLUDENDO
Il simbolismo dell’ultima festa di ascolto rappresenta perfettamente Kanye West nel 2021. La sua casa d’infanzia rappresenta le sue origini, la sua famiglia, sua madre e il suo vero io interiore. In cima a quella casa c’è una croce che rappresenta la fede cristiana di cui parla così tanto. Tuttavia, questa è tutta una facciata. Perché quella casa è stata profondamente corrotta. Personaggi del settore come Marilyn Manson (alias Antichrist Superstar) camminano per casa sua come se fossero i proprietari del posto.

Intorno alla sua casa ci sono muri, folle di persone e veicoli del governo. È strettamente controllato dall’élite occulta e dalla struttura di potere che rappresenta. Non può sfuggirgli. E, dopo aver preso fuoco all’interno della sua stessa casa, Kanye sposa ritualmente la madre dei suoi figli, che è il sostituto di sua madre.

Come affermato all’inizio di questo articolo, tutto ciò che circonda Kanye negli ultimi anni è stato pieno di confusione. E, onestamente, non sono sicuro che Kanye sia stato un partecipante consenziente a questo circo occulto o se sia stato costretto a farne parte. Kanye ha dovuto sacrificare Donda una seconda volta per far uscire quell’album?

Fonte

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Telegram

prezzoprotetto.it

1 comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...