Cliff Burton- Storia di un bassista eterno

Cliff Burton il primo grande bassista dei Metallica sembra ancora vivo nella memoria

 

Negli ultimi anni della sua vita ha fatto parte dei Metallica ma Cliff Burton aveva costruito una reputazione come uno dei più grandi bassisti già dell’epoca

Burton, nato il 10 Febbraio 1962, è stato come un’anomalia nella scena thrash metal. Il musicista era modesto ed indossava pantaloni a zampa d’elefante, mentre i suoi contemporanei preferirono attillati jeans neri – e suonava come un chitarrista solista sul palco eseguendo partiture di origine classica con le distorsioni!

Sull’ album di debutto della band gli fu data data l’occasione di mostrare le sue abilità sul brano strumentale “(Anestesia) Pulling Teeth”.

Il 27 settembre del 1986, la sua vita è stata tragicamente stroncata in un incidente tour bus 12 miglia a nord di Ljungby, Svezia. Aveva solo 24 anni.

Qui ci sono alcune cose che non sapete sul re delle quattro corde.

Come il frontman dei Metallica James Hetfield, il primo strumento musicale che Cliff ha imparato a suonare e’ stato il pianoforte. Aveva iniziato solo a 6 anni. Molta musicalità espressa sulle 4 corde effettivamente ha reminescenze classiche. Orion è un esempio:

 

Cliff ha cominciato a suonare il basso all’età di 13 anni, dopo la morte del fratello maggiore Scott. Secondo i suoi genitori, Burton, ha dichiarato: “Ho intenzione di essere il miglior bassista per mio fratello” e si mise a suonare fino a sei ore di pratica al giorno – anche dopo l’adesione i Metallica nel 1982 che ovviamente era un onore ed un onere non da poco conto. Cito’ Geddy Lee, Geezer Butler, Lemmy, Stanley Clarke e Phil Lynott come le sue ispirazioni. “Lemmy ha avuto un influenza nel modo in cui usa la distorsione”, ha rivelato. L’amore per il wah wah e’ un marchio di fabbrica di Cliff. Mentre il suo amore per il rock del sud è stata ben documentata, Burton è stato anche un grande fan dei REM, Peter Gabriel, Yes e The Police. Amava anche la musica classica, in particolare Bach, che ha inserito in alcune suoi contributi ai Metallica. Quando ebbe un posto di lavoro per noleggio di attrezzature da giardino, il soprannome di Burton è stato ‘Cowboy’, perché portava sempre un cappello di paglia.
La prima band di Burton sono stati chiamati EZ-Street, dal nome di uno strip bar. Gli altri membri della band includevano i futuri Faith No More come Mike Bordin e Jim Martin. “E’ stato abbastanza stupido, in realtà”, ha detto Burton. “Abbiamo fatto un sacco di cover, solo merda floscia.”
Burton era inoltre in una band chiamata Trauma prima di entrare Metallica. Una delle canzoni che hanno registrato con lui è nella compilation Metal Massacre 2.

Burton consigliò a Hetfield il titolo per l’album di debutto dei Metallica ovvero ‘Kill Em’all’! E ‘stato originariamente chiamato “Metal Up Your Ass” con delle opere d’arte in copertina tipo un coltello che spuntava da un gabinetto (!!!) ma i distributori di dischi si rifiutarono pensando che questo poteva danneggiare sia la distribuzione che l’immagine stessa dei Metallica. Effettivamente nel periodo storico degli anni ’60 e ’70  il modo di suonare cosi distorto non esisteva e pure le copertine erano “carine” e basta. Quindi anche le copertine dovevano “urtare” e in tutta risposta, Burton disse: “Basta chiameremo il disco “ Kill em’all”!». Anche la copertina era esplicita e il risultato lo vediamo ancora oggi.

L’intro di” Damage, Inc.” è stata scritta ed eseguita da Burton. “Si tratta di otto o 12 tracce di basso, un sacco di armonie e distorsioni sovrapposte”, ha spiegato. Guarda questo video da Andriy Vasylenko per capire.

Cliff aveva contribuito alla stesura dei seguenti brani dei Metallica: “Anestesia (Pulling Teeth”),” Fight Fire With Fire”, “Ride The Lightning”,” For whom the bell tolls”,” Fade To Black”, “Creeping Death”, “The Call Of Ktulu”, “Master Of Puppets” e” Orion”. Gli e’ stato accreditato postumo alla sua morte … “And Justice For All” e “To Live Is To Die”.

Nei primi mesi del 1986, Burton ha rivelato che la sua canzone preferita era “Master Of Puppets”. “La mia canzone preferita è Master,”, ha detto a Harald Oimoen in una rara intervista. “Penso che sia la migliore canzone dei Metallica ancora. I testi anche sono i migliori.”

 

cliff 1
Nel 2013 la società Aria ha rilasciato il basso Aria Pro II Cliff Burton Firma. Suo padre Ray ha detto: “Che bella strumento e un meraviglioso omaggio a Cliff”.
James Hetfield ancora oggi spesso indossa un anello teschio d’argento che originariamente apparteneva a Cliff.
Una lapide è stata posta dai fan nei pressi del luogo dell’incidente in Dörarp, Svezia. E’ stata pagata dalle donazioni dei fan ed è iscritta con il testo ‘Non puo’ il regno della salvezza portarmi a casa“’ da “To Live Is To Die” da l’album “And Justice For All”. Una targa è anche nell’ingresso della sua vecchia scuola elementare, che si trova in California a Castro Valley .
Ogni volta che un artista muore cosi giovane ci poniamo mille domande ma se vogliamo Cliff vive ogni volta che ascoltiamo le sue canzoni. Cliff cambiò la percezione del basso ed applicò delle scale di origine classica in canzoni thrash metal. E’ ancora amato oggi e con merito.

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Annunci

Metallica ‘…And Justice for All” remastered- è l’originale davvero?

I Metallica  il 2 novembre prossimo, celebreranno i 30 anni del loro quarto album …And Justice for All (pubblicato nell’anno 1988) con una “ristampa finale” che comprenderà numerosi e lussuosi formati ad un costo elevato ovviamente. Come da buona tradizione commerciale ci sarà una quantità esagerata di materiale tra cui registrazioni live, numerosi mix del disco, interviste ecc.. La domanda che molti fan si fanno è se questa edizione conterrà la versione non ufficiale chiamata “…And Justice for Jason” con le linee di basso originali!

I Metallica piacciono tuttavia nel corso della loro carriera hanno fatto alcune mosse che non sono state molto gradite ai fan di lungo corso. Ci riferiamo a qualche plagio nei riff di chitarra oppure alla cadute di stile di alcuni platter. Il disco in questione era stato considerato un caposaldo del thrash metal ‘tecnico’ per i numerosi cambi di tempo delle canzoni e anche per il loro minutaggio. Ma aveva un particolare in più: non si sentiva il basso!

Infatti Jason Newsted, dopo la sua fuoriuscita (o esclusione) dai Metallica, raccontò che Lars Ulrich in fase di mixaggio, rovinò completamente il disco abbassando il volume del basso. Ciò creò le prime acrimonie tra la band e Jason si sentì umiliato. Non solo. A suo dire le linee di basso di ‘…And Justice for all” erano veramente belle e complesse.

Per anni nessuno aveva mai ascoltato queste linee fino a quando lo scorso anno uscì tramite un nickname anonimo “And Justice for Jason”con il disco che cambiava ed era ancora più potente!

Eccolo in tutta la sua potenza:

 

 

 

Questa versione non appartiene alla discografia dei Metallica ma il dubbio rimane. Se Jason abbia scritto veramente queste linee di basso non lo sappiamo. Cosa conterrà questo nuovo remastered ufficiale?

 

Aspettiamo!

 

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I dieci bassisti top al mondo?

I bassisti più bravi al mondo chi sono?

 

I talenti sono moltissimi ma nel mondo del rock quali hanno lasciato il segno?

 

 

 

Il concetto di bravura nel basso ha diversi significati. Una tecnica eccellente non solo comprende essere precisi sulla battuta di cassa ma anche la fantasia compositiva. Quanti sono ad avere tutte e due queste caratteristiche?

 

Buon ascolto!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Jazz Against the machine- jazz metal cover

I Jazz Against the machine suonano jazz coverizzando canzoni metal e il risultato è sorprendente

 

Se qualcuno può reputare strano questo accostamento ricordiamoci che la musica non ha confini

 

 

 

Si sa pochissimo dei componenti di questa band tedesca tranne che del talentuoso bassista Philipp Rehm, jazzista famoso anche oltreoceano. Recita la loro biografia:

Jazz against the Machine sono un gruppo di strumentisti alla ricerca delle loro radici musicali. Con le loro registrazioni, ci uniamo a loro nel loro viaggio musicale, sfrecciando su un treno blu verso il Nirvana. La musica nasce da un insime di infusi che oltrepassa il flusso della categorizzazione.

In superficie, la scala degli orizzonti può sembrare in disaccordo con se stessi, ma riescono a sposare l’energia giovanile della loro adolescenza rock flirt con la loro passione per i maestri del jazz.

Hanno intessuto  Bloody Roots con l’arazzo sonico di Birth of the Cool. Il loro spettacolo dal vivo è il mix degli anni Novanta, come Soundgarden e Sepultura.

I JATM sono formati  da:

Claus Kießelbach, Florian Wehse, Philipp Rehm, Philipp Rittmannsperger

 

 

 

Buon ascolto!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

I Metallica, Jason Newsted e …And Justice for Jason è vero?

I Metallica hanno pubblicato Master of Puppets Remastered ma ancora si discute su “…And Justice for All” remixato

Il basso è veramente quello di Newsted? Era questa la versione originale?

 

Il produttore Steve Thompson dichiarò quanto segue a Ultimate-Guitar.com circa il mixaggio di “…And Justice For All” (1988) dei METALLICA:

“Io avrei voluto spazzare via ‘Master Of Puppets’, ecco qual era la mia idea per il sound di ‘… And Justice For All’. Era così, ma loro credo volessero un sound più da garage, senza il basso. Le parti di basso erano grandiose, erano perfette. Ricordo quando i METALLICA  furono nominati per la Hall Of Fame e mi ritrovai a sedere vicino a Lars. Mi domandò: ‘Che successe alle parti di basso su ‘…Justice?’. Volevo stenderlo con un pugno lì sul posto. E’ una vergogna, perché io mi sto prendendo tutta la merda per la mancanza del basso su quel disco”.

La vendetta del produttore arrivò nel 2015 e mostrava al pubblico “And Justice for JASON”originale. Il disco masterizzato con tutto il basso udibile, evidenziato era ancor piu’ potente e definito nella sua interezza. Tuttavia molti ancora dichiarano non originale questa linea di basso e nei forum dei fan del combo americano si discute.

 

 

 

 

Questa versione non appartiene alla discografia dei Metallica ma il dubbio rimane. Se Jason abbia scritto veramente queste linee di basso non lo sappiamo. Sicuramente abbiamo …And Justice for All con un basso azzerato in maniera becera nella versione originale. Jason era il lato silenzioso dei Metallica ma avrebbe senso il suo continuo malumore nella band. La sua fuoriscita dopo black album era frutto di anni di silenzio, sotto la “dittatura” di Hetfield e ancor peggio di Ulrich. La gelosia e l’egocentrismo di Lars rovinarono quel disco fondamentale dei Metallica.

 

Comunque questa versione è strepitosa, buon ascolto!

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I migliori bassisti al mondo – parte I

Quali bassisti hanno cambiato la musica ?

Oltre i nomi più blasonati quali sono i bassisti che hanno lasciato un segno nella storia?

 

Ecco la prima parte dei bassisti più amati da Musicaeanima

 

In ricordo del grande Jaco Pastorius

 

 

 

I grandi Bassisti Signori e Signore……..Cliff Burton

 

 

Il grande bassista Richard Lewis Cass

 

 

 

I grandi Bassisti JASON NEWSTED

 

 

 

Continua…

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Steve Di Giorgio dietro le quinte- basso fretless distorto

Steve Di Giorgio bassista dotato di un gran riffing stupisce ancora

 

Ecco un  video dove il bassista utilizza lo strumento fretless ed una distorsione per creare un muro ritmico, con intrecci e salti armonici di difficile esecuzione

 

 

 

 

Collaborazioni principali

 

Con i Sadus

  • 1986 – D.T.P. demo
  • 1988 – Illusions
  • 1990 – Swallowed in Black
  • 1992 – A Vision of Misery
  • 1997 – Chronicles of Chaos
  • 1997 – Elements of Anger
  • 2006 – Out for Blood

Con i Death

  • 1991 – Human
  • 1993 – Individual Thought Patterns

Con gli Autopsy

  • 1989 – Severed Survival
  • 1991 – Fiend for Blood

Con i Testament

  • 1999 – The Gathering
  • 2001 – First Strike Still Deadly
  • 2016 – Brotherhood of the Snake

Con i Vintersorg

  • 2002 – Visions From the Spiral Generator
  • 2004 – The Focusing Blur

Altre collaborazioni

  • 1999 – James Murphy – Feeding the Machine
  • 1999 – Control Denied – The Fragile Art of Existence
  • 2001 – Iced Earth – Horror Show
  • 2001 – Dragonlord – Rapture
  • 2004 – Artension – Future World
  • 2004 – Takayoshi Ohmura – Nowhere to Go
  • 2004 – Quo Vadis – Defiant Imagination
  • 2004 – PainMuseum – Metal for Life
  • 2005 – Roadrunner United – The All-Star Sessions
  • 2007 – Sebastian Bach – Angel Down
  • 2008 – Faust – From Glory to Infinity
  • 2012 – SOEN – “Cognitive”

 

 

Grande musicista!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

20 linee di basso storiche – il video

Il basso è uno strumento versatile ed unico!

Ritmico, melodico ed armonico il basso è uno dei pochi strumenti adatti a svolgere funzionalità multiple in una canzone

 

Ecco 20 linee di basso da studiare e divertirsi, dal pop al metal:

 

 

 

Buon divertimento!

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

In ricordo del grande Jaco Pastorius

Il 21 settembre del 1987 ci lasciava uno dei più grandi bassisti di sempre, Jaco Pastorius

Pastorius era un innovatore, un rivoluzionario delle note.

A chi gli chiedeva se la sua musica fosse definibile fusion jazz, Jaco era solito rispondere: “Io non suono fusion, io suono musica americana moderna. Punto e a capo”. 

 

jaco3

La copertina di Truth, Liberty and soul

 

Basta ascoltare la sua performance in Hejira, il leggandario album di Joni Mitchell o nel disco più noto dei Weather Report, Heavy Weather (l’album del brano Birdland).

 

 

 

Pochi come lui, forse unico nel sentire il basso come espressione di musicalità, armonia e scale classiche e innovative allo stesso tempo. Trentanni senza un altro genio.

 

 

David

 

Seguici anche qui

Google+

 Facebook