Kayne West, Nick Cannon, Mariah Carey e le dichiarazioni sconcertanti sul progetto Mk Ultra

Kayne West e Nick Cannon contrapposti dopo le ammissioni pubbliche sul controllo MK Ultra e Monarch!

Il mondo della musica è dominato da queste pratiche e le star lo ammettono!

 

Riporta un sito americano:

 

In un tweet su Kanye, Nick Cannon ha scritto: “MKULTRA is Real!”. Lo stesso Kanye West ha pubblicato numerosi tweet sul “Controllo Mentrale”.

Kanye West è l’ultimo di una lunga lista di celebrità passate al microscopio dei mass media dopo un grave esaurimento nervoso. Nel caso di Kanye, le cose stanno assumendo una più ampia dimensione socio-politica poiché è una delle rare celebrità che sostiene apertamente il presidente Trump. E Trump ha accolto favorevolmente questo sostegno a braccia aperte. Letteralmente..

La visita di Kanye allo Studio Ovale l’11 ottobre.

L’amore di Kanye per la “dragon energy” e il “MAGA” di Trump ha suscitato reazioni estreme da parte dei colleghi rapper e dei mass media in generale che lo accusano dei peggiori insulti: Venduto, zio Tom, traditore della razza, ecc.

Il rapper TI, che ha lavorato con Kanye in passato, si è scagliato sui social media:

“Mi fermo qui, sono ufficialmente fuori!!!! [F-] Trump e il suo ragazzetto. Un tempo è stato un piacere lavorare con te. Ora, mi vergogno di essermi associato a te. Questo è l’atto più ripugnante, vergognoso, imbarazzante, e hai schifosamente venduto l’anima per ottenere il potere. Hai iniziato a leccare il culo ad un livello completamente nuovo e mi rifiuto di associarmi a qualcosa di così vile, debole e sconsiderato rispetto all’effetto che questo ha sul bene superiore di TUTTA LA NOSTRA GENTE !!!! “

Notare il termine “la nostra gente”. Evidentemente TI si riferisce al loro circuito chiuso illuminato che regala il successo e che Trump sta demolendo tramite l’operazione definita The Storm. Si spiega anche l’astio contro il Presidente.

TI ha anche pubblicato un video di lui seduto nello Studio Ovale mentre una sosia di Melania Trump si spoglia per lui.

Il video era intitolato “Caro 45, non sono Kanye”.

La reazione contro Kanye si e` estesa alla stampa.

Un titolo dal The Guardian che chiede se Kanye West dovrebbe essere chiamato zio Tom – un termine dispregiativo usato per i neri che si “vendevano” ai bianchi. Personalmente non credo che il The Guardian dovrebbe chiamare qualcuno zio Tom.

Alcuni credono che il supporto di Kanye per Trump sia il risultato del suo essere mentalmente instabile. Il presentatore televisivo e rapper Nick Cannon ha espresso ulteriori opinioni alludendo all’MKULTRA.

“L’MKULTRA E` UNA REALTA`”

Dopo la visita di Kanye alla Casa Bianca, Nick Cannon ha pubblicato un tweet piuttosto incisivo che implica che Kanye è sotto il controllo mentale.

Mentre si potrebbe respingere questo tweet come un’altra celebrità che posta cretinate sui sociale media, il caso di Nick Cannon è diverso: conosce le cose. In effetti, Cannon è stato sposato per otto anni con Mariah Carey in uno degli esempi più eclatanti di controllo mentale dell’industria.

Nick Cannon con Mariah Carey e le sue gemelle ai Kid’s Choice Awards.

La storia di Mariah Carey è un tipico esempio di controllo mentale dell’industria. Nel 1993, all’età di 23 anni, Mariah si sposò con Tommy Mottola, il presidente di Sony Music (chiamato Criminale più volte da Michael Jackson). Mentre Mariah salì alle stelle in cima alle classifiche, il suo tumultuoso rapporto con Mottola – che era più di un gestore MK che un marito – ebbe le sue conseguenze sul suo benessere mentale. In effetti, Mottola controllava ogni aspetto della vita personale e professionale di Mariah. Ha monitorato ogni sua mossa e ha tenuto in clausura in una villa che ha finito per chiamare “Sing Sing” (il nome di una prigione di massima sicurezza a New York).

Nel 2004, Michael Jackson disse che Tommy Mottola era “un diavolo” mentre descriveva la situazione di Mariah Carey:

“E Tommy Mottola è un diavolo!

Non dovrei dire quello che sto per dire adesso. Per favore, non filmare quello che sto per dire, ok? Ma chi se ne frega registralo pure!

Mariah Carey, dopo aver divorziato da Tommy, venne da me piangendo. Stava piangendo così tanto che ho dovuto abbracciarla forte. Mi ha detto: “Questo è un uomo malvagio, e Michael, quest’uomo mi segue”. Mette sotto controllo i suoi telefoni, ed è molto, molto malvagio. Lei non si fida di lui. È un essere umano orribile. Non possiamo permettergli di farlo ad altri grandi artisti, semplicemente non possiamo. “

È una coincidenza che tutto ciò che circonda Mariah durante quegli anni abbia coinvolto farfalle monarca – il principale simbolo del controllo mentale monarch?

L’album di Mariah “Butterfly”, pubblicato nel 1997 (un anno prima del suo divorzio con Mottola).

Negli anni successivi al divorzio di Mottola, Mariah attraversò un crollo mentale, che spesso accade dopo anni di controllo mentale basato sul trauma. Non diversamente da Britney Spears e altri, questo periodo è iniziato con “comportamenti irregolari”.

Il 21 luglio 2001, la Carey ha fatto una bizzarra apparizione allo show di Carson Daly, che ora è tristemente definito “Ice Cream Meltdown”. Cominciò con Mariah che spingeva un carrello per il gelato mentre indossava una camicia da uomo di grandi dimensioni. Poi si spoglio` e chiese a Carson Daly di “rapirla”. Ha poi parlato di come aveva bisogno di terapia e che “non aveva soldi in banca”. Daly, visibilmente scosso ha annunciato: ‘

“Signore e signori, Mariah Carey ha perso la testa.”

Sei giorni dopo, Carey ha postato messaggi inquietanti sul suo sito web:

“Non so cosa sta succedendo nella mia vita”

Alcuni giorni dopo è stata ricoverata in ospedale per 14 giorni.

“Il 26 luglio, è stata improvvisamente ricoverata in ospedale, citando” un’esaurimento estremo “e” un esaurimento fisico ed emotivo “. La Carey è stata ricoverata in un ospedale non dichiarato nel Connecticut, e rimase ricoverata in ospedale e sotto cura del medico per due settimane, seguito da una lunga assenza dl pubblico. ”
– Wikipedia, Mariah Carey

La Carey è stata ricoverata in ospedale per la stessa ragione di Kanye ed è rimasta sotto “cure mediche” per circa lo stesso periodo di tempo presso “l’ospedale non rivelato”. Oggi a Mariah viene ufficialmente diagnosticato lo stesso problema mentale di Kanye: disturbo bipolare.

Nick Cannon è stato sposato con Mariah tra il 2008 e il 2016. Durante questo periodo, ha esibito il tipico comportamento di una schiava MK: “Non in se`” e sotto effetto di droghe pesanti. Se qualcuno può attestare che l’MKULTRA è reale, è Nick Cannon.

L’ESAURIMENTO DI KANYE

Il 20 novembre 2016, Kanye è stato ammanettato e portato di corsa al centro medico dell’UCLA dove ha trascorso dieci giorni sotto cure mediche.

Mentre la diagnosi ufficiale era “psicosi temporanea” dovuta alla disidratazione e alla privazione del sonno, le rivelazioni fatte da persone vicine a Kanye implicavano un problema molto più grave. Infatti, più di tre mesi dopo che Kanye è uscito dall’ospedale, il collaboratore di lunga data Malik Yussef ha rivelato durante un’intervista che la sua “memoria stava tornando”. Yussef ha detto a Popsugar:

“Sono stato a casa sua seduto con lui per circa sei, sette ore, parlando della sua salute e del suo recupero. La sua memoria sta tornando, il che è molto buono. [Sta] guarendo, passando del tempo con la sua famiglia. “

Quindi Yussef ha indicato che, in seguito al suo ricovero forzato, Kanye ha sofferto di una grave perdita di memoria e che, tre mesi dopo, non si era ancora completamente ripreso. Considerando questi fatti, è naturale chiedersi: cosa è successo in questi dieci giorni in ospedale e cosa potrebbe causare una perdita di memoria così prolungata?

Qui c’è qualcosa da considerare: lo strumento principale del controllo mentale basato sul trauma è la terapia con elettroshock (ECT) e l’effetto collaterale principale dell’ECT ​​è la perdita di memoria.

“La perdita di memoria è l’effetto collaterale principale associato al trattamento ECT. La maggior parte delle persone sperimenta quella che viene chiamata amnesia retrograda, che è una perdita di memoria degli eventi che portano al trattamento stesso incluso. La perdita di memoria di alcune persone è più lunga e maggiore con. Alcuni hanno difficoltà a ricordare gli eventi verificatisi nelle settimane precedenti il ​​trattamento o nelle settimane successive al trattamento. Altri perdono ricordi di eventi ed esperienze nel loro passato.

La perdita di memoria generalmente migliora in poche settimane dopo il trattamento con ECT. Come con i farmaci psichiatrici, nessun professionista o medico può dirvi con certezza quale tipo di perdita di memoria si verificherà, ma praticamente tutti i pazienti subiscono una perdita di memoria. A volte la perdita di memoria in alcuni pazienti è permanente “.
– PsychCentral, rischi della terapia elettroconvulsiva (ECT)

Un altro fatto da tenere in considerazione: Kanye ha ricevuto questi “trattamenti” nella stessa struttura in cui Britney Spears e Amanda Bynes sono state rinchiuse durante i loro glitch MKULTRA.

Poco dopo il suo rilascio dall’ospedale, Kanye si e` ossigenato i capelli. Gli schiavi MK sono spesso identificati con capelli biondi (usando tinture o parrucche).

FUORI DAL SUNKEN PLACE?

Nel 2018, Kanye riemerse nello spazio pubblico, sostenendo che era “Out of the sunken place” (lontando dal posto affondato).

l tweet di Kanye su Sunken Place.

L’espressione “sunken place” deriva dal film uscito nel 2017 e si riferisce allo stato di dissociazione del personaggio principale dopo essere stato ipnotizzato da una donna che utilizzava un trauma passato.

La tecnica del cucchiaino e della tazzina usata anche nel film “Get Out”

 

 

Meme di Kanye nel “Sunken Place” sono emersi dopo che e` stato accusato di essere sotto il controllo dei bianchi per aver sostenuto Trump.

Come puoi vedere, ci sono state molte discussioni su Kanye e il controllo mentale. Sai chi altro ha parlato di Kanye e del controllo mentale? Kanye.

I TWEET SUL CONTROLLO MENTALE DI YE

Kanye (che ora si fa chiamare Ye) ha postato su Twitter diversi video criptici dal titolo “Mind Control”. Nell’ultimo video della serie, va contro il controllo mentale dei social media e di massa e della loro agenda nascosta.

Uno screenshot del tweet “Mind Control”.

Quindi, è ancora sotto controllo mentale? È controllato da – come dice Nick Cannon – “diavoli” che lo “usano come un burattino”? Su Twitter, molti sono in disaccordo con la valutazione di Cannon.

È possibile che in realtà abbia infranto la programmazione? Ha assistito in prima persona al lato oscuro dell’industria e ora sta prendendo posizione contro di essa? E` semplicemente un comico? Potrebbe essere un mix di tutto. Non penso di sapere la risposta esatta. Tuttavia, sono sicuro di questo: ha attraversato qualcosa di oscuro e inquietante durante il suo ricovero ed è uscito come una persona cambiata. I veri “diavoli” erano in clinica.

 

 

Fonte

Fonte 2

Annunci

Pizzagate e lo star system: i media italiani cominciano a parlarne con quali toni?

Il Pizzagate è una realtà, l’arresto di Weinstein è la prima parte di uno scossone mondiale a tutto lo star system

Asia Argento è la nostra star invischiata in rapporti strani con minorenni e la stampa (di parte) scrive in maniera discriminante sul pizzagate.

Qanon è un carro armato che avanza e i poveri giornalisti costretti ad asservire i loro capi scrivono questi articoli definendo “complottismo” il pizzagate

L’articolo integrale di una famosa testata italiana che denigra e rende acqua zuccherata un fenomeno disgustoso:

 

C’è la teoria del complotto che crede che gli attentati dell’11 settembre siano stati preparati dagli stessi americani. Quella secondo cui lo sbarco sulla Luna sia solo una messinscena della Nasa. Ma ora una nuova teoria cospirazionista fa impallidire quelle già note. E son gli americani, cervellotici, a ordirla. Un nome all’origine di tutto: QAnon. Dietro a questo un mare di tesi bizzarre della destra statunitense, tanto care ai sostenitori di Trump, proliferate sul web. A farne le spese diversi vip, tipo Tom Hanks, pilastro della Hollywood liberale, accusato di essere un pedofilo. E pure Obama e i Clinton, tacciati di tenere le redini di un giro di pedofilia.

A sostegno di QAnon anche diversi nomi celebri americani, tipo la conduttrice televisiva Roseanne Barr

Cerchiamo di capire meglio cos’è la tentacolare teoria del complotto della destra trumpiana conosciuta come QAnon.

Cos’è e com’è nato QAnon

Tutto è cominciato il 28 ottobre 2017, quando “Q” è emerso dalla palude di internet sul sito 4chan, dove gli utenti possono pubblicare liberamente e in forma anonima e dove sono nati diversi fenomeni del web.
In una discussione intitolata “Calm Before the Storm” (La calma prima delle tempesta) e nei post successivi Q ha diffuso e consolidato la sua leggenda: si è presentato come un membro del governo, con accesso a informazioni di massima sicurezza, a conoscenza di una battaglia segreta per il potere che coinvolge Donald Trump, il “deep state” (lo stato profondo), Robert Mueller direttore dell’Fbi che sta indagando sul Russiagate, i Clinton, una catena pedofila e compagnia bella. 

Q ha continuato a pubblicare contenuti, sia su 4chan che su 8chan, promuovendo la community “QAnon”, che decodifica i messaggi di Q e cerca di capire la vera verità celata dai poteri forti. 

A provare, secondo i seguaci di Q, che Q è davvero un pezzo grosso vicino a Trump, ci sarebbe anche una foto che Q ha postato, che dovrebbe essere stata scattata niente meno che dall’Air Force One, l’aereo presidenziale. L’immagine alquanto sfocata mostra dall’alto le isolette sorvolate dal presidente durante il suo viaggio in Asia nel novembre 2017.

Cosa sostiene la teoria di QAnon

La comunità QAnon è per lo più a favore di Trump e contro lo “stato profondo”. Sostiene tesi tanto strambe quanto pesanti. Secondo QAnon lo “stato profondo” vorrebbe boicottare Trump perché ha messo in piedi una lotta sotterranea contro i potenti americani, invischiati in una tresca di pedofilia

Secondo il Guardian, come ogni teoria cospirazionista QAnon “è abbastanza flessibile da adattarsi a qualsiasi nuovo sviluppo che possa smentirla”. E ancora: “è probabile che più leggi su di essa, più ne resterai confuso. Immagina un mix volatile di Pizzagate, InfoWars e il panico satanico degli anni ’80, moltiplicato per la potenza di internet e con una spinta in più data da una manciata di celebrità conservatrici”.

QAnon in effetti ricorda abbastanza il Pizzagate, teoria cospirazionistata sfatata, diventata virale durante la campagna elettorale presidenziale americana del 2016, che voleva che i Clinton al centro di un sordido giro pedofilo che aveva come base la pizzeria Comet Ping Pong di Washington (folle idea nata da uno scambio di mail tra il proprietario della pizzeria e John Podesta, presidente della campagna elettorale di Hillary Clinton). 

Le bizzare tesi di QAnon

Secondo QAnon, non sarebbe Trump ad avere strani rapporti con la Russia ma sarebbero stati i Clinton e Obama a intessere relazioni ambigue coi russi; Trump avrebbe finto legami con Putin solo per far avviare le indagini del Russiagate. Alcuni vip di questo sporco sistema dello “stato profondo” sarebbero già sotto il controllo della polizia, forse tramite braccialetti elettronici (a sostegno di ciò le immagini di Hillary infortunata con tutore al piede e addirittura di John Cain, sempre con tutore post lesione tendine d’Achille: il tutore? per nascondere i braccialetti). 

L’ultimo sotto le grinfie di QAnon è stato Tom Hanks. Lunedì 30 luglio, chi ha cercato il nome dell’attore su YouTube si è imbattuto in una brutta sorpresa: il titolo del video in cima alla ricerca era “Sarah Ruth Ashcraft says Tom Hanks is a pedophile” (Sarah Ruth Ashcraft dice che Tom Hanks è pedofilo). Tra gli altri risultati in testa: “Tom Hanks’ Alleged ‘Sex Slave’ Speaks Out” (Le rivelazioni del presunto schiavo del sesso di Tom Hanks). I primi cinque risultati – e otto tra i primi 14 – erano variazioni sul tema della pedofilia, intervallati dagli hashtag #QAnon, #Pizzagate e #Pedogate. Evidentemente chi c’è dietro a QAnon sa muoversi bene con gli algoritmi di ricerca di YouTube. 

I vip sostenitori di QAnon

Ci sono anche alcune celebrità a credere a QAnon. Tipo Roseanne Barr, l’attrice di Pappa e ciccia fan di Donald Trump. Prima di venire licenziata dalla sua sitcom per il suo tweet razzista contro Valerie Jarrett (paragonò a una scimmia l’ex consigliera di Obama), Barr ha twittato vari “cinguettii” che invocavano QAnon. Alludevano alla presunta esistenza di centinaia di circoli pedofili (uno di questi: Hollywood) che Trump sta smantellando.

Tra i vip al seguito di QAnon anche Curt Schilling, ex giocatore di baseball diventato fervente sostenitore di Trump. 

 

 

Ad ognuno le sue valutazioni personali. Il pizzagate è una realtà comprovata e non una fantasia. Se questo si chiama “giornalismo” in Italia…

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

 

Fonte citata

‘Kashmir Kashmir’di Cesare Cremonini è un innocente video musicale?

Il video e il testo di Kashmir-Kashmir che messaggio contengono?

La musica allegra è supportata dal video oppure siamo di fronte ad altro?

 

 

 

Oramai è chiaro a tutti. Anche nella musica italiana niente è lasciato al caso. Cesare Cremonini fin dai tempi dei Lunapop ha percorso una carriera degna di un cantante che è cresciuto a livello di successo e pubblico.  Poi per tutte le star del mondo arriva quel momento in cui nel video il cantante non compare più, la casa discografica riempe di immagini quella canzone che tanto piace ai fan, volente o nolente. Questo è il caso di Kashmir-Kashmir, canzone dell’estate 2018, mandata in onda in tutte le radio. Le dissonanze cognitive emergono numerose nel video e non possiamo far finta che sia tutto un caso.

Cosa significa la dissonanza cognitiva

La dissonanza cognitiva è un concetto introdotto da Leon Festinger nel 1957 in psicologia sociale, e ripreso successivamente in ambito clinico da Milton Erickson, per descrivere la situazione di complessa elaborazione cognitiva in cui credenze, nozioni, opinioni esplicitate contemporaneamente nel soggetto in relazione ad un tema si trovano a contrastare funzionalmente tra loro.

Esempi ne sono la “dissonanza per incoerenza logica”, la dissonanza con le tendenze del comportamento passato, la dissonanza relativa all’ambiente con cui l’individuo si trova ad interagire (dissonanza per costumi culturali). Il video della Run multimedia Srl ( http://www.runmultimedia.it/ ) non è semplicemente innocente come si vuole far intendere. Anzi è inquietante. Per di più è costruito talmente bene che sembra quasi un eresia dichiarare che questo video passi ben altro come messaggio!

Le apparenze del video

I riferimenti simbolici constellano tutto il video. Prima di tutto le immagini sono riprese da ‘Tutti insieme appassionatamente‘. La donna che con la chitarra acustica suona in mezzo ai monti facendo canticchiare i bambini (7 come le note musicali) è derivato da questo video chiamato ‘DO-RE-MI’.

 

 

 

  • Do diventa «Doe: a deer, a female deer», la femmina del cervo
  • Re diventa «Ray: a drop of golden sun», il raggio di luce
  • Mi diventa «Me: a name I call myself», il pronome personale “me”

 

La prima manipolazione sui bambini sfruttando questa tema si ebbe appunto con questo video chiamato DO-RE-MI. Infatti la Disney capì che canticchiando si poteva far dire qualsiasi cosa ai bambini. La Disney era ed è una perfetta macchina di manipolazione dei piccoli. Elementi di magia e sessualità nascosta sono comuni alle fiabe disegnate in maniera innocente. La Disney è anche produttore di video musicali di star musicali dedite alla manipolazione Monarch come spesso abbiamo esaminato nel nostro sito.

Il video di Kashmir- Kashmir pertanto usa l’apparente innesto della gioia e della tranquillità dei monti. Il canticchiare e saltellare copiando ciò che dice la maestra che diventerà, dopo pochi frame, una Handler, sono dei simboli Monarch. Il video pertanto non è assolutamente innocente come sembra. Vi invitiamo a guardarlo in maniera disincantata e senza volume, per non distogliere il vero messaggio.

 

 

Fine parte I

Continua…

 

Leggi  anche

 

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Miley Cyrus Pizzagate: senza veli e l’Instagram scomparso

Miley Cyrus cancella tutte le foto in fretta riconducibili al codice #pizzagate?

La ragazzina prodigio della Disney ha inserito per anni decine di foto per mostrare il codice pizzagate?

Stranamente viene cancellato tutto il suo Instagram subito dopo l’arresto di Weinstein?

 

Anche qui solo coicidenze?

 

 

 Le foto rimosse

Il ratto mostrato sul palco ha un doppio significato. Il topo ruba il formaggio normalmente e non la pizza ma mostra esattamente come si muovono gli abusatori: nelle fogne e sottoterra. Esattamente come denunciò anche l’attore Macaulay Culken. In gergo criptato i ratti sono gli handler che abusano dei minori, la pizza sono i bambini. Sono come i ratti perchè utizzano strutture sotterranee. Miley Cyrus ha consapevolmente o inconsapevolmente inserito dei codici riconducibili all’abuso dei minori!

Miley Cyrus per chiunque conosca la sua storia è passata da innocente ragazzina nella serie Hanna Montana a cantante pop depravata. Il passaggio mostra essenzialmente che è stata manipolata tramite il programma Monarch Mk Ultra. Chiunque abbia a che fare con la Disney in un modo o in un altro fa questa fine. Il padre di Miley, Billy Ray Cyrus, pare essere scomparso dalle scene da quando sua figlia ha cominciato a mostrare questi segni di dissociazione.

Il codice Pizza è ormai una realtà e anche la cantante è consapevole oppure compiacente nel mostrarlo. Appena l’inchiesta si è allargata ( subito dopo l’arresto del produttore Weinstein)  ecco la cancellazione delle foto.

Qui la notizia dell’Instagram cancellato :

Miley Cyrus Deleted Her Entire Instagram, and Fans Are Freaking Out

 

 

Il codice Pizza viene smascherato e tutte le star si affrettano a cancellare i loro profili? Crediamo ancora che sia tutta una storiella?

 

Musicaeanima.com

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

 

 

 

Mk Ultra-Monarch e il mondo della musica: il documentario

Il progetto Mk Ultra a Monarch, transitato nei video musicali è una realtà!

Il documentario a 360 gradi sulla connessione tra gli impieghi militari e le celebrità dello star system

Il video è inglese ma le immagini sono eloquenti con i sottotitoli per capire meglio.

 

 

Buona visione!

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

Cosa c’entra questo con la musica?

La musica cosa c’entra con queste argomentazioni?

Come si può influenzare la massa amante della musica inserendo messaggi del genere?

I burattinai del giornale da che parte pendono?

 

roll889

L’ultima copertina della rivista musicale Rolling Stones

 

Abbiamo ampiamente dimostrato che il mondo della musica è stato predato da produttori e personaggi che sostengono politicamente delle scelte che poco hanno a che a fare con la melodia vera e propria.

Siamo stufi di questa situazione, vogliamo un mondo musicale libero dalle loro manipolazioni! Ad ognuno le sue valutazioni personali.

 

Musicaeanima

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Red Hot Chili Peppers: una grand band con un ruolo nella disclosure mondiale – tutti gli articoli

I Red Hot Chili Peppers oltre ad essere una grande band, hanno avuto il coraggio di scrivere nei testi cose molto interessanti!

La disclosure mondiale passa quasi inosservata nelle loro parole ma non per noi!

 

 

Risultati immagini per red hot chili peppers

 

Tutti gli articoli dedicati:

 

Red Hot Chili Peppers: Monarchy of roses – la disclosure rivelata

 

Red Hot Chili Peppers: Monarchy of roses – la disclosure rivelata parte II

 

Red Hot Chili Peppers: Monarchy of roses – la disclosure rivelata parte III

 

Red Hot Chili Peppers, Californication, gli strani riferimenti astronomici e cinematografici. L’analisi del testo

 

Red Hot Chili Peppers, il video di The Californication e la disclosure mondiale

 

 

Continua…

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Paul Mc Cartney, Ringo Starr e il caso PID: tutti gli articoli!

Il caso Paul is Dead ha un importante seguito in tutto il mondo.

Nessuna certezza, solo un grande numero di indizi e strane coincidenze

Qui di seguito gli articoli più letti:

 

Paul is dead: il tempo meteo e l’impostore

 

Paul Mc Cartney is dead: la collezione di indizi e messaggi

 

Paul is dead: lentiggini ed altre stranezze

 

Il vero falso Paul Mc Cartney- un’altro sosia casuale?

 

Paul Mc Cartney is dead: l’arrivo a Boston nel ’66

 

Il vero – falso Paul Mc Cartney: un video sulle differenze facciali

 

Ringo Starr “il paranoico”: Paul Mc Cartney è morto da tanto tempo?

 

Paul Mc Cartney attore su Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar

 

La morte di Paul Mc Cartney e le domande sospese – il video

 

The Beatles: Paul,secondo te chi e’ l’originale?

 

 

Ringo Starr e il falso Paul Mc Cartney

 

 

Ringo Starr, il falso Paul, i normalizzatori del sistema e le altre tesi

 

 

Ringo Starr e il falso Paul Mc Cartney…Aldo Grasso contro Roberto Giacobbo

 

 

Ringo Starr e il falso Paul Mc Cartney…un altro articolo dalla rete

 

 

Il falso Paul Mc Cartney, un altro articolo dalla rete

 

 

Strani bassorilievi

 

 

Il falso Paul Mc Cartney…le provi forensi

 

 

I commenti dalla rete sul caso Paul is Dead

 

 

Reportage video del caso Paul is dead

 

 

Ripetiamo: la verità è molto difficile da individuare ma è chiaro che ci sono veramente tante inesattezze e fatti apparentemente inspiegabili. Sosia perfetto o vero Paul, la storia continua…

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

La retromarcia dei venduti

Pochi giorni fa la rivista Rolling Stones pubblicava una copertina contro il Governo evidenziando anche una sorta di complicità contro l’immigrazione

 

Una cospicua lista di cantanti ed artisti hanno aderito all’ideologia del Rolling Stones, altri sono stati ‘pizzicati’ dal giornale IL TEMPO.

 

linus

 

Qualcuno, forse spinto da un po’ di sale in zucca o forse per mera furbizia, fa una retromarcia pubblica. Il primo è Linus di Radio Deejay che si giustifica così:

 

Salvini, Linus contro Il Tempo e Rolling Stone. E su Instagram scrive: “Vi racconto come stanno le cose”

Polemica tra il direttore di Radio Deejay Linus e il quotidiano Il Tempo. Al centro del caso c’è ancora la rivista Rolling Stone. Tutto parte dal manifesto contro il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, pubblicato nell’ultimo numero del magazine, in cui compaiono le adesioni di oltre 50 artisti e  personaggi del mondo dello spettacolo. Sull’onda del caso mediatico, i giornalisti de Il Tempo hanno deciso di contattare la lunga lista dei partecipanti all’iniziativa e, fingendosi membri di una organizzazione non governativa, hanno chiesto la disponibilità ad accogliere un migrante nella propria casa. Tra i vari responsi pubblicati nell’articolo, viene riportato anche quello del Dj milanese che, di fronte alla richiesta, ha riattaccato il telefono.

“Adesso vi racconto come stanno le cose”: inizia così il post su Instagram in cui Linus decide di fare chiarezza sulla questione. Spiega di aver riconosciuto la telefonata ricevuta – “in stile Ciao Belli, come se si parlasse di gattini” – come una bufala: “Siccome lo faccio di mestiere capisco che è uno scherzo e riattacco“. E questa è la prima delle due “carognate” su cui il direttore di Radio Deejay decide di sfogarsi. La seconda riguarda proprio la rivista Rolling Stone. “A mia insaputa, vengo messo in un calderone per lanciare una campagna paracula contro di lui. Non lo voterei mai, ma allo stesso modo non avrei mai accettato, sapendolo, di entrare in questo giochino”: il “lui” a cui si riferisce è Matteo Salvini, e la “campagna paracula” è proprio l’iniziativa contro il Ministro dell’Interno pubblicata nell’ultimo numero della rivista. E conclude rivolgendosi direttamente a chi l’ha fortemente criticato in questi giorni: “a quelli che mi stanno insultando gratuitamente e con grande piacere, se avete avuto la pazienza di arrivare fino qui, chiedo di far girare allo stesso modo quello che ho scritto adesso”.

 

A mia insaputa, vengo messo in un calderone per lanciare una campagna paracula contro di lui. Non lo voterei mai, ma allo stesso modo non avrei mai accettato, sapendolo, di entrare in questo giochino.

 

Dopo le case acquistate a loro insaputa, come il deputato Claudio Scajola, adesso abbiamo dei VIP che vengono manipolati dal mainstream? Oppure messi alle strette hanno evidenziato il loro buonismo di cartone, negando assistenza ai profughi a casa loro?

 

Noi come Musicaeanima abbiamo evidenziato che lo star system si presta sempre ai giochini del potere, della manipolazione mediatica e sono ben pochi i personaggi che sanno usare la testa per ragionare in maniera propria. Loro si muovono in gruppo, proponendo ideologie sempre in maniera unitaria. I burattinai del mondo musicale muovono le loro marionette per promulgare ideologie di carattere sovranazionale  derivante dal NWO. Poche persone conoscono il confine tra l’immigrazione e il pizzagate e parlano a sproposito. Il nostro parere conta poco alla fine ma speriamo che l’intelligenza di capire bene come stanno le cose emerga quanto prima.

Facile essere radical!

 

 

David

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

 

Fonte

 

 

L’elenco dei cantanti venduti

Chi segue il nostro blog conosce molto bene il fenomeno pizzagate

Chi ha letto sa che il traffico dei bambini ha la sua fonte nell’immigrazione clandestina in Europa

 

roll6

 

La copertina del giornale Rolling Stones ha creato uno schieramento a favore del perpetuare l’immigrazione sostenuta dalle navi ONG.

 

I cantanti qui di seguito elencati si schierano a favore di questo per quale motivo?

Non sono loro i complici più grandi dello sfruttamento dei bambini nel traffico pizzagate?

Perchè nessuna rabbia verso gli armatori, verso i capitani che portano queste navi?

Come mai nessun commento per chi fa salire questi immigrati? Soprattutto questi signori conoscono il pizzagate e tutto ciò che è connesso ad esso?

 

 

“Noi non stiamo con Salvini”: perché tanti vip si schierano contro il ministro
„Ecco l’elenco dei personaggi che hanno aderito alla battaglia di Rolling Stone:

 

Daria Bignardi (scrittrice), Vasco Brondi (cantante), Caparezza (cantante), Ennio Capasa (stilista), Pierpaolo Capovilla (cantante), Chef Rubio (conduttore tv), Max Collini (cantante), Carolina Crescentini (attrice), Marco D’Amore (attore), Costantino della Gherardesca (conduttore tv), Erri de Luca (scrittore), Diodato (cantante), Elisa (cantante), Ernia (rapper), Fandango di Domenico Procacci (casa di produzione), Fabio Fazio (conduttore tv), Anna Foglietta (attrice), Marcello Fonte (attore), Gazzelle (cantante), Gemitaiz (rapper), Gipi (fumettista), Linus (Radio Deejay), Lo Stato Sociale (band), Makkox (illustratore), Fiorella Mannoia (cantante), Vinicio Marchioni (attore), Emma Marrone (cantante), Ermal Meta (cantante), Francesca Michielin (cantante), Motta (cantante), Gabriele Muccino (regista), Negramaro (band), Andrea Occhipinti (produttore e distributore cinematografico), Roy Paci (cantante), Mauro Pagani (musicista), Tommaso Paradiso (cantante), Valentina Petrini (giornalista), Alessandro Robecchi (scrittore), Lele Sacchi (dj), Selton (band), Barbara Serra (giornalista), Michele Serra (giornalista), Shablo (produttore musicale), Subsonica (band), Tedua (rapper), Tre Allegri Ragazzi Morti (band), Sandro Veronesi (scrittore), Daniele Vicari (regista), Zerocalcare (fumettista).“
La cosa interessante che molti di questi che si sono schierati hanno la stessa casa di produzione. Che dire dei TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI che nel video che segue mostrano teste mozzate di bambini e programmazione mk-ultra?

 

 

 

Ci ricorderemo anche di loro a tempo debito.

Senza rimpianti.

 

David

 

Leggi anche

Il World Reset dello star system è alle porte?

 

Le star musicali e il Pizzagate PARTE I

 

Le star musicali e il Pizzagate PARTE II

 

Le star musicali e il Pizzagate PARTE III- Mamma ho perso l’aereo

 

Le star musicali e il Pizzagate PARTE IV- Katy Perry

 

Avicii scomparso: un’altra vittima del sistema Pizzagate?

 

Aucan- Rise of the serpent- le prove del pizzagate

 

Seguici anche qui

Google+

 Facebook

 

Fonte 1
Fonte 2