Consigli per gli acquisti Rap

Nuove Uscite- Conway the Machine ‘La Maquina’

'La Maquina' è il caso più convincente per Conway come rap d' eccellenza icona dell’era moderna di oggi

Conmay The Machine

‘La Maquina’ la recensione

La Maquina, il secondo album dell’anno di Conway dopo If It Bleeds It Can Be Killed prodotto dalla Big Ghost LTD, arriva a un momento interessante della sua carriera. Il suo nome ha continuato a risuonare e l’entusiasmo che circonda il suo debutto alla Shady Records, lo ha reso uno dei progetti più ambiti dell’anno. In effetti, dopo essersi tuffati ne’ La Maquina, è difficile non tracciare paralleli con Jay-Z, un altro paroliere d’élite che ha affilato il suo acciaio su una produzione commercialmente accessibile. Non c’è da meravigliarsi se i due si tengono in grande considerazione, al punto che una collaborazione sembra quasi inevitabile. Questo non vuol dire che Conway abbia voltato le spalle al caratteristico suono d’origine. Alchemist e Daringer contribuiscono entrambi con una produzione minimalista alla causa, mentre J.R Swift suona un accordo inquietante in “Bruiser Body”. Sfumature del suo acclamato Reject 2 si notano nell’imponente che vede Conway sputare battute con una spavalderia sicura di sé non spesso vista nei suoi primi lavori. Un desiderio impaziente di sperimentare il suo flusso in rima si è tranquillamente sviluppato in uno degli strumenti più letali della Macchina. Il disco garantisce canzoni apparentemente familiari una gradita dose di imprevedibilità.

Mentre si può sostenere che La Maquina non raggiunge le vette del suo predecessore From King To A God (anche se è probabile che i fan saranno divisi su questo argomento), è sicuramente il caso più convincente per Conway come il rap d’ eccellenza icona dell’era moderna di oggi. In “6:30 Tip Off”, espone le cose come segue: “Dicono che il cervello sia West dietro di esso e Benny è la star…”. Ma sulla scia di questo ultimo calo, diventa sempre più chiaro che il potere delle star di Conway non deve essere sottovalutato. Facilmente uno dei più importanti presentatori dell’attuale panorama hip-hop, in qualche modo sembra che il paroliere Griselda rimanga eternamente addormentato, venerato come una leggenda di culto nonostante il talento si addice a una superstar. A trentanove anni, Conway ha avuto il tempo di affinare la sua arte e stabilire i suoi principi. Rimane unico nel senso che cerca attivamente di far riconoscere la sua grandezza dai suoi coetanei, forgiando un sentiero insanguinato nella sua inesorabile ricerca della deificazione del rap.

Tracklist

1 Bruiser Brody (prod. J.R. Swift)
2 630 Tip Off (prod. Bangladesh)
3 Blood Roses [ft. Jae Skeese] (prod. Cardiak)
4 Clarity (prod. Don Cannon)
5 KD (prod. Murda Beatz)
6 200 Pies [ft. 2 Chainz] (prod. The Alchemist)
7 Sister Abigail [ft. Jae Skeese and 7xvethegenius] (prod. J.R. Swift)
8 Grace [ft. Jae Skeese] (prod. Cosmo Beats)
9 Scatter Brain [ft. J.I.D and Ludacris] (prod. Don Cannon)
10 Had to Hustle [ft. El Camino] (prod. Cosmo Beats)
11 S.E. Gang [ft. Westside Gunn and Benny the Butcher] (prod. Daringer)

Musicaeanima

Seguici anche qui

Telegram

Supporta Musicaeanima

Musicaeanima ha come base un grande lavoro di ricerca. Da anni ci impegniamo a rendere fruibile un’informazione difficile da reperire nel mainstream. Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi sostenerci, te ne saremo grati per utilizzarlo e migliorare sempre di più il sito. Grazie di cuore se ci sosterrai!

5,00 €

1 comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: