Band Moderne Consigli per gli acquisti

Nuove Uscite- A Day To Remember ‘You’re Welcome’

A Day To Remember potrebbe essere una delle band rock più particolari in circolazione, tra crossover, metal, emo e alternative

A Day To Remember

‘You’re Welcome’- la recensione

Mentre altre band metalcore – pensate ai Bring Me The Horizon e Architects – hanno continuato a suonare con sintetizzatori ed elettronica, gli ADTR sono rimasti in gran parte attaccati alle loro radici. Tuttavia l’ammorbidimento generale di questo disco li ha portati lontani dai lidi ‘metal’. Il platter infatti vive di sentimenti e tracce contrastanti tra di loro. Non solo nella musica ma anche nei testi. In “Bad Vibrations” del 2016, si parlava della loro riluttanza a crescere, delle frustrazioni di essere un artista e di come il successo cambia le persone; tutto questo in un delizioso sfondo di ritornelli da stadio. Il primo assaggio di un seguito è arrivato con “Rescue Me” del 2019, una gioiosa collaborazione influenzata con la superstar dell’EDM Marshmello, che ha diviso saldamente la loro base di fan a metà. Il loro inno da outsider “Degenerates” lo segue rapidamente, così come le affermazioni del vocalist Jeremy McKinnon secondo cui “You’re Welcome” avrebbe “gestito l’intera situazione e di cosa sia effettivamente un disco ADTR”.

L’apertura “Brick Wall”, un feroce brano rabbioso nichilista, offre immediatamente la sua furia con la sua batteria molto aggressiva, purtroppo il resto del disco non è così potente. ‘F.Y.M.’ è una canzone di ribellione con il tipo di testo immaginato da un adolescente bellicoso a cui viene detto che non sta portando scarpe nuove. “Aspetta finché non avrò un po ‘di soldi” fanculo “, canta McKinnon al suo capo inesistente sopra i riff quadrati. “Bloodsucker” sembra una cover rock non troppo convinta e “High Diving” vede la band scrollarsi di dosso gli haters (“alzati o taci!”) e di fatto il pop è facilmente dimenticabile. “Last Chance to Dance (Bad Friend)” è una classica traccia crossover con chitarre quadrate e ritornelli ariosi.

Quando lo fanno bene, “You’re Welcome” dimostra che A Day To Remember potrebbe essere una delle band rock più particolari in circolazione. “Looks Like Hell”, ad esempio, è una miscela intelligente di emo e trap. Ma ci sono anche errori in questo disco, poiché i A Day To Remember lottano per capire bene chi siano veramente. “Il futuro mi fa impazzire”, canta McKinnon in “Permanent”. Un disco riuscito forse a metà, ma quella parte ben fatta mostra il futuro vero dei ADTR.

Tracklist

01. Brick Wall
02. Mindreader
03. Bloodsucker
04. Last Chance To Dance (Bad Friend)
05. F.Y.M.
06. High Diving
07. Resentment
08. Looks Like Hell
09. Viva La Mexico
10. Only Money
11. Degenerates
12. Permanent
13. Re-Entry
14. Everything We Need

Musicaeanima

Seguici anche qui

Telegram

Supporta Musicaeanima

Musicaeanima ha come base un grande lavoro di ricerca. Da anni ci impegniamo a rendere fruibile un’informazione difficile da reperire nel mainstream. Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi sostenerci, te ne saremo grati per utilizzarlo e migliorare sempre di più il sito. Grazie di cuore se ci sosterrai!

5,00 €

1 comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...